SEI TOSCANA: VARIAZIONI DEI SERVIZI PER IL PONTE DI OGNISSANTI

Ognissanti: le variazioni ai servizi nei comuni della provincia di Grosseto e nella Val di Cornia. Mercoledì 1° novembre resteranno chiusi tutti i centri di raccolta e le stazioni ecologiche.

Di seguito tutte le variazioni ai servizi previste nei comuni della provincia di Grosseto e della Val di Cornia in occasione della festività di Ognissanti, mercoledì 1° novembre (cliccando sul nome del comune è possibile visualizzare tutte le relative info direttamente sul portale www.seitoscana.it).

PROVINCIA DI GROSSETO

Nei comuni della provincia di Grosseto dove è attiva la raccolta domiciliare (Castell’Azzara, Civitella Paganico, Gavorrano, Magliano in Toscana, Massa Marittima, Monte Argentario, Monterotondo Marittimo, Montieri, Roccastrada e Scarlino) mercoledì 1° novembre i servizi porta a porta saranno svolti regolarmente.

Sei Toscana ricorda che mercoledì 1° novembre saranno chiusi al pubblico tutti i centri di raccolta e le stazioni ecologiche del territorio e anche il numero verde non sarà attivo.

Confidando nella collaborazione dei cittadini, Sei Toscana raccomanda sempre il rispetto degli orari e dei giorni di conferimento previsti dai vari regolamenti comunali.

VAL DI CORNIA

In tutti i comuni della Val di Cornia dove è attiva la raccolta domiciliare (Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Piombino, San Vincenzo e Suvereto) i servizi porta a porta di mercoledì 1° novembre saranno svolti regolarmente.

Sei Toscana ricorda che mercoledì 1° novembre saranno chiusi al pubblico tutti i centri di raccolta e le stazioni ecologiche del territorio e anche il numero verde non sarà attivo.

Confidando nella collaborazione dei cittadini, Sei Toscana raccomanda sempre il rispetto degli orari e dei giorni di conferimento previsti dai vari regolamenti comunali.

_________________________

SEI TOSCANA: APERTE LE SELEZIONI PER ADDETTI ALLA RACCOLTA E SPAZZAMENTO

Sei Toscana, gestore unico dei servizi di igiene ambientale nel bacino dell’Ato Toscana Sud, è una delle più importanti e strutturate utility del panorama regionale. La società, controllata dal Gruppo Iren, svolge servizi ambientali in un territorio molto ampio, che copre oltre la metà dell’intera regione, racchiudendo 104 comuni: 35 della provincia di Arezzo, 28 della provincia di Grosseto, 35 della provincia di Siena e 6 livornesi del comprensorio della Val di Cornia.

“La società è interessata da un continuo percorso di crescita e sviluppo – dice il presidente Alessandro Fabbrini – che mira a definire un quadro organico di interventi di efficientamento della gestione e dei processi aziendali così da portare una migliore qualità dei servizi svolti a beneficio dei cittadini e delle imprese del territorio”.

Per questo, Sei Toscana è alla ricerca di addetti ai servizi territoriali di raccolta e spazzamento da inserire nel proprio organico con contratto a tempo indeterminato e full time. I candidati dovranno avere un’età compresa tra i 18 e i 48 anni ed essere in possesso della patente C+CQC o superiore. Costituisce inoltre titolo preferenziale avere una precedente esperienza nel settore.

La ricerca di personale è funzionale allo sviluppo delle attività su tutto il territorio dell’Ato Toscana Sud, nelle sedi operative dislocate nelle province di Arezzo, Grosseto, Siena e nella Val di Cornia, in provincia di Livorno.

Saranno prese in considerazione esclusivamente le candidature, corredate da CV, pervenute entro il 10 novembre 2023 all’indirizzo selezione.raccolta@seitoscana.it.

Tutti i candidati e le candidate sono invitati a leggere l’informativa privacy su www.seitoscana.it/privacy/informativa-privacy-cv.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.10.2023. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    80 mesi, 0 giorni, 2 ore, 32 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it