PIOMBINO: FAUSTA BONINO ASSOLTA PER LE MORTI IN CORSIA

FIRENZE – La corte d’Appello di Firenze ha assolto con formula piena l’infermiera piombinese Fausta Bonino annullando la condanna in primo grado all’ergastolo per omicidio volontario.

L’infermiera fu arrestata nel marzo del 2016 dai carabinieri del Nas, in esecuzione di una misura di custodia cautelare. Inizialmente era stata accusata di aver provocato la morte di 14 pazienti del reparto di rianimazione dove lavorava. I casi contestati si sono ridotti poi a dieci. I decessi erano avvenuti per emorragie improvvise che, secondo le ipotesi degli inquirenti, sarebbero da riportare alla somministrazione di massicce dosi di eparina, anticoagulante che non risultava prescritto dai medici ad alcuni dei degenti poi deceduti.

Queste morti avvennero tra il 2014 e il 2015 e per la Corte d’Assise d’appello di Firenze l’infermiera non ha ucciso i dieci pazienti nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Piombino, con iniezioni di eparina, mentre è stata invece condannata a un anno e mezzo con l’accusa di ricettazione, per aver preso alcuni farmaci in ospedale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.1.2022. Registrato sotto cronaca, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    58 mesi, 26 giorni, 18 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it