PIOMBINO: FISSATI I CRITERI PER LA DISTRIBUZIONE DELLE RISORSE A FONDO PERDUTO A IMPRESE E LAVORATORI

Scorcio del Comune di Piombino

Piombino (LI) – Fissate le condizioni per l’erogazione dei 300 mila euro a fondo perduto destinati dal Comune alle imprese e ai lavoratori autonomi che, durante il periodo pandemico, sono stati interessati da chiusure obbligatorie o da restrizioni nell’esercizio delle proprie attività.

“È noto come l’emergenza sanitaria determinata dalla pandemia Covid-19 – dichiarano Sabrina Nigro, assessore alle Attività produttive, e Paolo Ferracci, assessore al Bilancio – stia colpendo le attività produttive e in particolare le piccole realtà. Per tale motivo, questa amministrazione ha attivato interventi a sostegno delle attività economiche del territorio che possano integrare quelle poste in essere dallo Stato. Le risorse che siamo in procinto di distribuire si inseriscono in una manovra assai più ampia che ha visto, tra le altre iniziative, l’abbattimento della parte variabile della Tari fino al 90%, un contributo fino al 60% sui contratti di gestione e locazione, l’anno bianco sulla ex Tosap per gli anni 2020 e 2021, l’allungamento del piano di rateizzazione delle entrate tributarie e non tributarie. Tutti strumenti per alleggerire la pressione sulle attività e sostenerle in questo momento di difficoltà: l’obiettivo è scongiurare l’impoverimento dell’economia del territorio e garantire ai lavoratori la prosecuzione dell’attività. Il risultato è frutto di un percorso che ha coinvolto anche le Associazioni di categoria e i membri della Commissione consiliare appositamente convocata”.

Il contributo sarà ripartito fra i soggetti che hanno presentato la richiesta tramite il portale online attivato dal Comune e che rispettano le condizioni fissate dall’amministrazione. Ne beneficeranno le attività la cui sede legale o residenza anagrafica sia nel Comune di Piombino, che abbiano una partita Iva attiva e un’attività economica effettivamente esercitata alla data di oggi, 15 settembre 2021. Ulteriori requisiti saranno: un fatturato e corrispettivi inferiori a 1 milione di euro nel periodo che va dal Primo aprile 2019 al 31 marzo 2020 e che abbiamo riscontrato una diminuzione di fatturato e corrispettivi di una percentuale minima del 25% nel periodo che va dal Primo aprile 2020 al 31 marzo 2021 rispetto a quelli dal Primo aprile 2019 al 31 marzo 2020. Non potranno accedere al contributo le società controllate da altri enti pubblici.
La metà delle risorse disponibili sarà ripartita in parti uguali tra gli oltre 150 soggetti in possesso dei requisiti necessari, mentre il restante 50% sarà destinato agli stessi soggetti in proporzione al calo di fatturato fino a un massimo complessivo di quattromila euro per ogni beneficiario.

I soggetti interessati dovranno inviare una dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante o dal diretto interessato utilizzando l’apposito modello, disponibile sul sito istituzionale del Comune, da cui risulti il rispetto di tutte le condizioni innanzi precisate e dei criteri comunitari. La documentazione dovrà pervenire via Pec al Comune di Piombino (comunepiombino@postacert.toscana.it) entro il 13 ottobre 2021.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.9.2021. Registrato sotto cronaca, Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    51 mesi, 16 giorni, 20 ore, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it