PIOMBINO: TENERINI, IL PENSIERO LIBERALE GUIDA L’AGIRE DI FORZA ITALIA

Piombino (LI) – Nuovo “Botta e risposta” tra Forza Italia e “Amare Piombino” sul futuro di Piombino e della Val di Cornia.

«Rispondiamo – si legge nella nuouva nota di F.I. – sinteticamente alle parole, apparse sulla stampa di ieri, del coordinamento di “Amare Piombino”, per ribadire pubblicamente che il futuro di Piombino non può prescindere da quello che la città è divenuta oggi, dopo 70 di mal governo e immobilismo delle “sinistre” Sinistre.

Siamo contenti nell’apprendere che le nostre proposte siano considerate “buoni punti di partenza” per il futuro della Città, anche dagli esponenti di “Amare Piombino”, ma dobbiamo rimandare al mittente le provocatorie contestazioni che ci hanno rivolto, di parlare in modo contradditorio.

Siamo l’unico partito che, da sempre, porta avanti posizioni economico-sociali nel nome del Liberismo e che intende promuovere proposte imprenditoriali votate all’economia circolare nel rispetto dell’ambiente e della salute pubblica, per far ripartire il futuro dell’economia Locale e Nazionale.

Le nostre sono concrete posizioni che, come abbiamo più volte detto, non possono trascendere dalla realtà in cui Piombino si trova oggi.

La concretezza di cui discutiamo è proprio questa: guardare al futuro, consapevoli di un passato da cui non si può prescindere, tenendo fede ad un patto elettorale che ci vede coalizzati con chi ha espresso nel suo programma reali volontà di cambiare rotta. Questo i Piombinesi lo sanno bene, per questo hanno votato la discontinuità politica col passato.

La nostra presenza nel Governo della città si pone i propri obiettivi di cambiamento, cercando di contribuire dall’interno nelle scelte politiche, attraverso l’espressione dei nostri valori e con le nostre competenze. Inutile cercare di ridurre la discussione ai minimi termini, soffermandosi pretestuosamente su singole decisioni che non possono e non devono inficiare il percorso di cambiamento radicale che abbiamo in mente per Piombino. Una visione futura della città, in chiave Liberista ed Ecosostenibile, che portiamo avanti da sempre.

Una visione Liberale che oggi, ci fa piacere scoprire, in molti si sentono improvvisamente di condividere, dopo anni di colpevole letargo che ha solo impoverito il paese. Forza Italia può solo guardare alle scelte da operare per il futuro, al passato ci ha già pensato (poco) chi ha mal gestito il governo di Piombino fino a due anni fa e che oggi vorrebbe maldestramente imputare a noi lo scenario disastroso in cui si trovano le imprese locali.

Non ci faremo coinvolgere, pertanto, in inutili disquisizioni che, in astratto, potrebbero appartenere alla dialettica e al confronto politico, ma che in questo caso riteniamo sterili e volte solo a tentare di minare la stabilità politica della coalizione all’interno della Giunta.

Saremo sempre pronti, invece, a sostenere senza nessuna posizione preconcetta e pregiudiziale, le scelte che riterremo coerenti col nostro DNA e la nostra cultura imprenditoriale liberale.

NO slogan, appunto, ma concrete proposte di cambiamento per il futuro di Piombino.

Chiara Tenerini
Coordinatore provinciale Livorno e Responsabile Dipartimenti Toscana – Forza Italia

Riccardo Petraroja
Responsabile Politiche Economiche provincia Livorno – Forza Italia

___________________________________________________

AMARE PIOMBINO: SULLA CITTA’ DA F.I. PAROLE IN CONTRASTO CON I TATTI

il simbolo di “Amare Piombino”

Piombino (LI) – I rappresentati del coordinamento Amare Piombino hanno evidenziato come le recenti dichiarazioni di Forza Italia su fabbrica e discarica non corrispondano alle scelte fatte.

“Sono interessanti e in gran parte condivisibili le dichiarazioni lette nel comunicato firmato Tenerini e Petraroja di Forza Italia riguardo alla necessità di un rilancio della città di Piombino, proprio perché portatrici di quella ‘visione liberale e sostenibile di sviluppo del territorio’ che sicuramente è anche nel Dna di Amare Piombino, ma che ci appare molto lontana, purtroppo, da quella della maggioranza che sostiene Ferrari e di cui pure Forza Italia è parte. Visione totalmente assente anche nelle altre forze di opposizione a cominciare dal Pd, fatte alcune eccezioni”.

“I due esponenti di Forza Italia ritengono che sia giunto il tempo di sfruttare meglio tutte le potenzialità di cui Piombino è dotato, dal porto al turismo, dall’industria alle Pmi. Le parole dei due politici diventano ancora più chiare, nette, inedite rispetto al loro schieramento e condivisibili quando affermano che il fallimento di Rimateria rischia di portare alla sospensione degli interventi prescrittivi e di messa in sicurezza di quelle aree. – hanno proseguito – La discarica e la fabbrica sono considerate quindi come due risorse per il territorio, legate da una nuova visione di sostenibilità degli interventi industriali e del risanamento, esattamente come Amare Piombino ha più volte rilevato”.

“Piombino ha bisogno di concretezza fuori dagli slogan, che purtroppo sono invece ciò che questa amministrazione ci ha abituato ad ascoltare, proprio come nel Patto per Piombino strombazzato ai quattro venti mesi fa, ma che è risultato essere soltanto un manifesto privo di contenuti.

Ci sarebbero invece contenuti con cui riempirlo – concludono – come ad esempio un nuovo protocollo d’insediamento e sviluppo che coinvolga tutta la costa con la Regione, come proposto dal presidente della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno Riccardo Breda. Partiamo dalle proposte per uscire fuori dai populismi e quelle di Forza Italia potrebbero essere un buon punto di partenza”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.6.2021. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 16 giorni, 20 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it