ELBA ZONA BIANCA: I COMMENTI DI LANERA (FDI) E LANDI (LEGA)

Portoferraio (LI) – “Elba zona bianca? Sarebbe auspicabile ma è davvero difficilmente realizzabile, il Governo non la riconoscerà mai ad una micro realtà come la nostra, senza dei provvedimenti specifici. Una boutade, quella del governatore Giani, che fa il pari con quella dei tamponi di massa che dovevano essere attuati ad inizio anno, e che invece hanno riguardato meno del 20% degli elbani”. Luigi Lanera, coordinatore elbano e membro del direttivo nazionale di Fratelli d’Italia, interviene sulla delicata questione che potrebbe avere grandi influenze sulla stagione turistica se attuata e praticabile.

“Dispiace che altre forze politiche del nostro schieramento – aggiunge Lanera – seguano Giani in queste uscite verbali estemporanee e prive di contenuti, mentre mai come oggi servono proposte di intervento chiare e precise. Una soluzione più realistica, per esempio, è quella proposta da Ruggero Barbetti, che ha ben analizzato nei particolari la realtà delle piccole isole italiane, che potrebbe coinvolgere ben sei regioni nella richiesta al Governo centrale di applicare ad ogni singola isola il nuovo sistema che mette insieme l’analisi del rischio, l’indice di riproduzione effettiva Rt del virus e l’incidenza settimanale dei casi per attribuirle un “colore” indicativo della situazione epidemiologica in quella singola località circoscritta dal mare e quindi facilmente controllabile. A quel punto tutto dipenderebbe dalle singole gestioni delle rispettive località”.

“Eppure su questo argomento avevo già fatto una proposta nello scorso mese di dicembre”, aggiunge Claudio de Santi, che ha da poco aderito a Fratelli d’Italia. “Come già detto allora – dice De Santi – tutto dipende dai controlli da fare a Piombino, a cominciare da tutte quelle persone che da pendolari gravitano sull’isola quotidianamente, magari partendo proprio da zone rosse. Purtroppo non bastano i comportamenti virtuosi degli elbani a circoscrivere il rischio, ma parallelamente all’incremento costante delle vaccinazioni assolutamente necessario per la popolazione residente (ad oggi non siamo neanche al 10%) serve ben altro per arrivare ad ottenere la cosiddetta “zona Bianca” e soprattutto a mantenerla. Lo dicono nel dettaglio proprio tre medici elbani che oggi scrivono a Giani su questo argomento: servono controlli severi all’imbarco di Piombino consentendo l’accesso ai non residenti solo a condizione che esibiscano un certificato di vaccinazione anti Covid o l’esito negativo di un tampone eseguito non oltre 48 ore precedenti. Una richiesta del genere – conclude De Santi – dovrebbe arrivare dal presidente della nostra conferenza dei Sindaci, ma tant’è”.

________________________________

Covid: Landi (Lega), Bene Elba zona bianca, obiettivo è fare isola covid free

“Dal primo marzo ad oggi l’Elba ha registrato per tre giorni zero contagi, per quattro un solo contagio, nei restanti giorni due o tre. Numeri positivi raggiunti grazie al comportamento di tutti i cittadini elbani.
Per entrare in zona bianca dobbiamo conservare questa media – nelle ultime ventiquattro ore un solo caso – così da mantenere per tre settimane consecutive un tasso inferiore a 50, meglio se ancor più basso di quanto registrato nelle ultime due settimane (con 14 casi ciascuna). Una volta in zona bianca l’obiettivo reale è diventare Covid free per l’estate. Se continuiamo così ce la possiamo fare”.
Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.3.2021. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    49 mesi, 2 giorni, 11 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it