SAN VINCENZO: IL SINDACO BANDINI AI DOMICILIARI

Alessandro Massimo Bandini

San Vincenzo (LI) – La Guardia di Finanza di Livorno ha notificato la misura degli arresti domiciliari al primo cittadino del comune di San Vincenzo, Alessandro Bandini, a capo di una giunta di centrosinistra, per il reato di corruzione. A San Vincenzo è in corso un’operazione della Guardia di Finanza all’interno degli uffici comunali, tutti i dipendenti sono fuori e non possono entrare.

Con Bandini indagati anche due imprenditori edili locali, che avrebbero dissimulato fatture per operazioni inesistenti. L’ex segretario comunale è attualmente indagato ed è stata richiesta l’interdizione dai pubblici uffici (prima dovrà sostenere interrogatorio di garanzia davanti al GIP).

Tutto è partito dall’esposto di un cittadino legato a un permesso a costruire rilasciato dall’amministrazione comunale che andava a modificare la vista  sul fronte mare. Veniva sopraelevato e cambiato a destinazione d’uso un locale dove trovava sede un ristorante, non più agibile. Il provvedimento fu poi annullato per due volte dal TAR Toscana perché in contrasto con le norme urbanistiche comunali.

Le indagini della guardia di finanza hanno portato a vedere svariati abusi edilizi, oltre a reati come falso in atto pubblico, corruzione, turbata scelta del contraente negli appalti ad opera di imprenditori e funzionari.

Gli accertamenti in corso, con l’esecuzione di 23 perquisizioni nelle province di Livorno (Rosignano Marittimo, San Vincenzo, Campiglia Marittima e frazione Venturina, Castagneto Carducci, Bibbona e Piombino), Firenze (Pontassieve), Grosseto (Follonica) e Roma, saranno di ausilio all’approfondimento di ulteriori ipotesi di condotte delittuose, riguardanti altri esponenti del comune di San Vincenzo (il vice sindaco e altri due assessori) e altri privati imprenditori.

Articolo in aggiornamento.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.3.2021. Registrato sotto cronaca, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    45 mesi, 14 giorni, 23 ore, 3 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it