NOTIZIE DELLA COSTA ETRUSCA DEL 3 NOVEMBRE 2020

VILLA MARINA: LA PROTESTA DEL SINDACO E DEI CITTADINI PER IL CONTINUO DEPOTENZIAMENTO

Piombino (LI) – In molti erano ieri davanti all’ospedale di Villamarina contro il depotenziamento di Villamarina. Il SIndaaco Francesco Ferrari ha annunciato l’istituzione di una Consulta della sanità.

«Ero lì per ascoltare e fare proprio dell’Amministrazione la preoccupazione degli operatori della sanità sul futuro del nosocomio di Piombino. Non è accettabile la continua amputazione dei servizi che ha ripercussioni drammatiche sulla salute dei cittadini – ha detto il sindaco – è una battaglia da combattere tutti insieme nell’interesse del territorio, senza colori politici. Un ospedale depotenziato, sorretto solo dalla buona volontà dei professionisti che, con passione e determinazione, portano avanti la loro missione. Proprio grazie al senso di responsabilità degli operatori, alcuni servizi sono ancora assicurati, nonostante i tagli e la scarsa considerazione».

«E’ infatti inaccettabile – ha continuato Ferrari – l’assenza di interesse da anni della Regione verso Villamarina, che si è trasformata in una riduzione di servizi essenziali per questo territorio. Non accetteremo più il silenzio con cui la Regione Toscana ha risposto fino ad oggi alle nostre richieste. Vogliamo subito un incontro con l’assessore regionale in materia. Questo ospedale ha bisogno di interventi certi e di un potenziamento dei servizi anche nell’ottica di un ospedale unico. Dobbiamo relazionarci tutti insieme per far si che le singole voci si trasformino in un unico grido, in un’unica politica sanitaria».

IL VIDEO COMPLETO A QUESTO LINK.
______________________________________

PIOMBINO: FIRMATO L’ACCORDO SULL’INTEGRATIVO UNICOOP PER 3800 DIPENDENTI

Nuovo contratto integrativo Unicoop Tirreno, siglato l’accordo. È stata raggiunta una sintesi in linea con il Piano industriale della Cooperativa, che garantisce stabilità per i 3800 dipendenti ed equità di trattamento. L’integrativo, in vigore dal 1° dicembre, è stato firmato da tutte le sigle sindacali, Filcams, Fisascat, Uiltucs e Cobas, con l’eccezione di Usb che si è riservata di firmare dopo maggiori approfondimenti.

Nel mese di giugno 2020, la Cooperativa aveva dato disdetta al precedente contratto integrativo, proprio con l’obiettivo di proseguire il confronto coi sindacati e giungere ad un nuovo accordo, che garantisse l’equilibro tra costi e risultati della cooperativa e una maggiore equità di trattamento tra tutti i dipendenti. Il nuovo contratto, di durata triennale, entrerà in vigore il 1° dicembre ed è soggetto all’approvazione dei referendum che si svolgeranno in queste settimane.

«L’intesa – fa sapere Unicoop – è stata raggiunta con soddisfazione, dopo molti mesi di incontri con le organizzazioni sindacali, svolti in un clima costruttivo che ha agevolato il buon esito. Il nuovo contratto assicura stabilità occupazionale ed equità di trattamento tra tutte le generazioni di lavoratori della Cooperativa, compresi i nuovi assunti, venendo ad assumere un’importanza fondamentale alla luce dell’incerto e delicato momento che stiamo vivendo a causa della pandemia, oltre a rappresentare una sintesi in linea con il Piano industriale di Unicoop Tirreno».

______________________________

L’ELBA IN LUTTO PER LA MORTE DI PADRE SORGE

Nato a Rio Marina il 25 ottobre 1929 padre Bartolomeo Sorge è stato un riferimento importante per la comunità cattolica italiana e una delle figure di spicco del mondo cattolico. La sua morte è avvenuta ieri mattina all’istituto ‘Aloisianum’ di Gallarate.

All’Elba padre Sorge era rimasto pochi anni insieme al padre, segretario comunale ed alla madre, insegnante di lettere. La famiglia si era trasferita nel Grossetano e nel 1938 a Castelfranco Veneto. Entrato a 17 anni nella Compagnia di Gesù, era stato ordinato sacerdote nel 1958. Formatosi a Milano, in Spagna e, poi, a Roma, nel 1966 era entrato nella redazione di ‘Civiltà Cattolica’, quindicinale dei gesuiti, diventandone il direttore dal 1973 al 1985. In quel periodo aveva collaborato alla stesura di ‘Octogesima adveniens’, documento pontificio firmato da papa Paolo VI sull’azione della comunità cristiana in campo politico, sociale ed economico.

Dopo un intenso decennio come direttore dell’istituto di formazione politica ‘Pedro Arrupe’ di Palermo (dove fu tra i protagonisti della cosiddetta ‘Primavera’ contro la mafia), si era trasferito Milano. Qui aveva diretto la rivista ‘Aggiornamenti Sociali’ 1997 al 2009 ed il mensile ‘Popolì dal 1999 al 2005. Molte le sue pubblicazioni, soprattutto sulla dottrina sociale della Chiesa ed i rapporti tra il cattolicesimo e la politica. Padre Sorge aveva sempre considerato il ritorno a Rio Marina – come ricorda Nunzio Marotti – «un pellegrinaggio alle radici spirituali e umane« affermando di «aver imparato molto dal clima forte delle miniere e dall’impegno sociale del padre». All’Elba era però tornato raramente.

Il 25 gennaio 1991, all’hotel Ortano Mare, aveva tenuto conferenza sul tema «La fine del socialismo è vittoria del capitalismo« e nell’ottobre dello stesso anno, nell’ambito delle celebrazioni dei 150 anni della parrocchia Santa Barbara, era stato protagonista di un intervento sul tema ‘Costruiamo insieme la società di domani’. Il comune di Rio Marina il 6 dicembre 2010, gli aveva conferito, con affetto e gratitudine, l’onorificenza della «Santa Barbara d’oro». Il sindaco Marco Corsini ieri ha voluto ricordare padre Sorge in un video messaggio su Facebook avente per oggetto vari temi affermando che «la sua scomparsa è un lutto non solo per il mondo cattolico, ma anche per la nostra comunità».

__________________________________

SUVERETO: EROGATI TICKET DA 20 EURO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’

Suvereto (LI) –  Al via le domande per la richiesta di buoni spesa per generi alimentari e prodotti farmaceutici collegata all’emergenza covid. Il valore di ciascuno buono è di 20 euro, l’entità totale dei buoni dipende dal numero dei componenti del nucleo familiari.

I beneficiari potranno spenderli nei negozi di Suvereto aderenti all’iniziativa che saranno comunicati al momento dell’assegnazione del beneficio e nella farmacia. Per ottenere i buoni è necessario presentare domanda, autocertificando la propria condizione di necessità e bisogno, compilando il modulo disponibile sul sito del Comune e inviarlo all’indirizzo mail suvereto@comune.suvereto.li.it. I moduli sono reperibili e possono essere riconsegnati anche nella sede della Croce Rossa in via Caporali, che supporta il Comune nella gestione di questa operazione. Il termine per le domande è l’11 novembre. Sarà effettuata una graduatoria.

___________________________________

PIOMBINO DONA 12 MILA EURO ALLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

Il Comune di Piombino ha deciso di erogare un contributo straordinario alle associazioni di Protezione civile che hanno supportato e continuano a supportare i cittadini e l’amministrazione nella gestione dell’emergenza sanitaria: 12mila euro, suddivise in base alle attività svolte dalle sette associazioni di Protezione civile attive in città. 

“Abbiamo voluto riconoscere concretamente – spiegano il sindaco Francesco Ferrari e il neo assessore Marco Vita con delega alla Protezione civile – l’enorme e insostituibile contributo che le associazioni del territorio hanno dato, a sostegno di tutti i cittadini e del Comune, nel mettere in pratica le misure anti contagio e le azioni disposte dal Centro operativo comunale per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Senza l’aiuto dei volontari sarebbe stato impossibile presidiare il territorio, consegnare le mascherine e i buoni spesa, contingentare gli accessi alle aree e ai palazzi pubblici, supportare le fasce deboli della popolazione: un’enorme mole di lavoro straordinario che si è sommata alle ordinarie attività di queste associazioni che, già prima della pandemia, svolgevano attività essenziali per i cittadini.

È una somma che sicuramente potrà essere d’aiuto per coprire i costi sostenuti e che, soprattutto, vuole essere una forma di ringraziamento da parte del Comune per l’aiuto che mai hanno fatto mancare ai cittadini, in particolare in questo difficile momento di emergenza sanitaria”.

Sono sette le associazioni che, negli ultimi mesi, si sono attivate per mettere in campo le azioni necessarie per affrontare la pandemia: Misericordia, Pubblica assistenza Piombino, Avela, Croce rossa, Pubblica assistenza Riotorto, Mari e monti, Ranger.

Il contributo è stato calcolato in proporzione alle diverse attività messe in campo dalle singole associazioni.

___________________________________

CALLAIOLI (RC) CHIEDE TRASPARENZA SU QUARANTENE E CHIUSURE

Piombino (LI) – Contagi covid nelle scuole piombinesi, l’avvocato Callaioli di Rifondazioni comunista chiede chiarezza, e ha presentato un’interrogazione.

«In diversi Istituti scolastici si rilevano casi di alunni e lavoratori positivi, in alcuni casi sarebbe stata disposta la quarantena dei soli soggetti positivi, in altri di tutta la classe, in altri degli studenti, ma non dei docenti, lasciando evidentemente al singolo la facoltà di assentarsi in via precauzionale oppure continuare a recarsi a lavoro esponendo al rischio di un eventuale contagio gli alunni e i lavoratori dell’Istituto – evidenzia il capogruppo Fabrizio Callaioli – giungono voci di insegnanti con familiari positivi non posti in quarantena oppure posti in quarantena solo verbalmente e perfino di insegnanti positivi per i quali non sarebbe stata disposta la quarantena dei suoi contatti fino a conferma definitiva dell’esito di secondo tampone». Callaioli chiede chiarimenti.

_________________________________

LO SPORT PROSEGUE L’ATTIVITÀ, UTILIZZANDO SPAZI ALL’APERTO PUBBLICI E PRIVATI. 

Piombino (LI) – “Abbiamo cercato delle soluzioni per andare incontro alle associazioni e società sportive – spiega il sindaco Francesco Ferrari, assessore allo Sport – e consentire loro di proseguire nelle attività in ottemperanza alle direttive impartite dall’ultimo Dpcm. Dopo essermi confrontato personalmente con i rappresentanti della categoria in una videoconferenza, ho organizzato insieme agli uffici un sistema per assegnare spazi all’aperto ai richiedenti. Vogliamo essere vicini alle realtà interessate dalle disposizioni anti contagio garantendo la prosecuzione dell’attività e, allo stesso tempo, la sicurezza dei cittadini”. 

Le associazioni e le società sportive interessate possono utilizzare gli spazi all’aperto di propria pertinenza comunicandolo agli uffici del Comune. Tutti coloro che, invece, non dispongono di spazi all’aperto possono fare richiesta per l’utilizzo di aree pubbliche o di luoghi in uso ad altri soggetti che hanno dato la disponibilità all’utilizzo da parte di terzi inviando una mail all’indirizzo sceccarelli@comune.piombino.li.it entro mercoledì 4 novembre. Nella comunicazione dovrà essere specificato per quale area si fa richiesta, in quali orari, di quali attrezzature si necessita e le modalità di accesso e sanificazione dell’area prima, durante e dopo l’utilizzo.

“Abbiamo inviato una comunicazione ai soggetti potenzialmente interessati – conclude il sindaco Ferrari – e sono pervenute già moltissime richieste. Alla scadenza della domanda, fissata tra due giorni, gli uffici provvederanno all’assegnazione degli spazi in relazione alla compatibilità tra le diverse richieste e le aree disponibili”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.11.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    40 mesi, 22 giorni, 22 ore, 13 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it