NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 31 OTTOBRE 2020

CHIUSA DI PONTEDORO, ARRIVANO LE CONCESSIONI DALLA PORT AUTHORITY

Piombino (LI) – Via ai cantieri per la diga e per le attività ittiche Ok anche a Pim e Sales.

Affidate alla Chiusa di Pontedoro due piccole concessioni per la realizzazione del polo della cantieristica e delle attività ittiche che sorgerà in prossimità dell’area commerciale-passeggeri dello scalo piombinese, lungo il tratto costiero compreso tra la Punta Semaforo ad Ovest e la foce del Cornia ad Est. Il Comitato di Gestione ha infatti espresso parere favorevole al rilascio alla cooperativa La Chiusa di Pontedoro di una concessione quadriennale di un’area demaniale marittima in località Pontedoro ai fini dell’allestimento di un cantiere relativo alla realizzazione della diga foranea prevista nell’ambito dell’accordo sostitutivo firmato a giugno del 2020 tra l’Autorità di sistema portuale del mar Tirreno settentrionale e la cooperativa.

Alla cooperativa è stata inoltre accordata un’altra concessione, sempre della durata di quattro anni, per la realizzazione di due linee temporanee, una elettrica e una di adduzione idrica, da asservire al cantiere per la realizzazione delle opere del polo della cantieristica. Nella stessa seduta è stato inoltre espresso parere favorevole al rilascio di altre due concessioni: una a Piombino Industrie Marittime, nella località Terre del Comune di Piombino, per la realizzazione di una condotta temporanea di adduzione idrica fuori terra, da asservire al cantiere navale; un’altra, suppletiva, a favore di Sales Spa per migliorare l’esercizio di un accosto temporaneo destinato alla movimentazione del materiale di cava.

___________________________________

BAR APERTI E CIRCOLI CHIUSI PROTESTANO I SOCI DELL’ARCI ’VERACINI’

Suvereto (LI) – Il Circolo Arci ‘Elio Veracini’ di Suvereto ha aderito alla mobilitazione lanciata dall’Arci nazionale ‘Curiamo la socialità’ per dire no alle misure dell’ultimo Dpcm che impongono la chiusura dei centri culturali, sociali e ricreativi.

I bar possono restare aperti e i circoli no. Intorno a mezzogiorno si è svolto un piccolo presidio nel centro storico, davanti alla sede del circolino, alla presenza del presidente Antonio Tamburini, di alcuni membri del consiglio direttivo e di diversi soci e con la partecipazione anche del sindaco Jessica Pasquini e del consigliere comunale Claudio Parenti in rappresentanza del Comune di Suvereto.

Il Circolo Arci di Suvereto ha 240 soci ed è un punto di riferimento per l’intera comunità, luogo di incontro di giovani e anziani che si ritrovano qui in sicurezza, senza assembramenti, avendo adottato tutte le misura finora previste. «Chiuderlo significa mortificare la socialità e il confronto tra le persone, costringendole alla solitudine e all’impoverimento culturale». Rossano Pazzagli, per conto del consiglio direttivo, pur riconoscendo l’emergenza, ha stigmatizzato le misure che ordinano la chiusura totale e indiscriminata dei circoli.

_______________________________

PIOMBINO: ALCUNE CLASSI INTERESSATE AL CORONAVIRUS

Alcune classi delle scuole piombinesi sono state interessate dal coronavirus: due operatori scolastici della scuola dell’infanzia dei Ghiaccioni sono risultati positivi al Covid-19 pertanto le quattro sezioni della scuola e le insegnanti dovranno osservare un periodo di quarantena.

Anche alla scuola media Guardi tre classi sono in quarantena a causa della positività di un docente e di uno studente che ha contratto il virus da un familiare. Gli studenti di altre due classi saranno sottoposti al tampone in via precauzionale ma, al momento, non è stata disposta la quarantena; altrettanto per una classe della scuola elementare dei Ghiaccioni.

Uno studente dell’Isis Carducci Volta Pacinotti, residente fuori dal territorio, ha contratto il virus da un contatto familiare: lo studente non frequenta la scuola già da alcuni giorni ma, in via precauzionale, i compagni di classe osserveranno un periodo di quarantena.

Le misure di quarantena sono state disposte in conseguenza alla positività di pazienti già comunicati precedentemente quindi il numero complessivo dei casi positivi rimane invariato.

“Siamo in contatto costante con i dirigenti scolastici – spiega Simona Cresci, assessore all’Istruzione e ai Servizi educativi – per supportare la scuola in questo momento. Nonostante le rigide misure di sicurezza, rigorosamente rispettate dentro le mura scolastiche, il contagio non può essere evitato se non rispettando il distanziamento e gli altri dispositivi anche fuori dal contesto scolastico. Dobbiamo rispettare tutti le regole per poter continuare a garantire la frequenza ai nostri figli, intanto voglio ringraziare le famiglie e gli studenti per la collaborazione dimostrata in una circostanza così delicata”.

___________________________

VILLAMARINA APERTI I NUOVI ASCENSORI E IL CAMMINAMENTO COPERTO

All’ospedale di Piombino si sono conclusi, al termine di un complesso percorso burocratico, i lavori dal valore complessivo di circa 600mila euro che hanno portato al miglioramento dell’accessibilità e alla sistemazione del 3° anello del parcheggio.

Dopo aver concluso il progetto relativo alla manutenzione straordinaria del parcheggio è terminato in questi giorni anche quello che ha completamente rivisto il collegamento con l’ospedale grazie alla realizzazione di un percorso coperto e illuminato che conduce dal posteggio direttamente all’ingresso.

Grazie a questo progetto un camminamento coperto di circa 70 metri unisce la sommità del parcheggio con l’ospedale. Alle due estremità un servizio di ascensori permette di evitare le rampe di scale precedentemente utilizzate.

_______________________________

PIOMBINO TARI IN TRE RATE: SODDISFAZIONE SIA DA PD CHE DA MAGGIORANZA

Sia il PD che la maggioranza sono soddisfatte della scelta dell’amministrazione comunale di suddividere in tre rate il pagamento della TARI, più volte già rinviata, a Piombino.

«Una maggioranza unita, che non ha paura di strumentalizzazioni o letture distorte dei propri atti, di cui si assume le responsabilità, ha votato compatta un provvedimento che riguarda la suddivisione della  TARI in 3 rate e l’ultima con scadenza al 16 gennaio 2021, convinta  di adottare un  dispositivo migliorativo nell’interesse dei cittadini e dopo aver verificato che il nuovo DPCM del governo ne dava regolare facoltà». Così i gruppi consiliari di maggioranza al comune di Piombino.

«Lo ha fatto apertamente nel  contesto istituzionale più importante, il Consiglio Comunale, dopo un confronto aperto con le opposizioni, ed una riflessione interna ai gruppi di maggioranza emersa durante il dibattito consiliare. La scelta sottolinea e rafforza un atteggiamento tutt’altro che ideologico, che trae le sue motivazioni dall’interesse comune e che rende merito ad un modo di fare politica costruttivo, che va oltre le polemiche e le critiche di parte, quando l’obiettivo è nobile. Qualche forza politica di minoranza ha tentato strumentalmente di intestarsi la maternità di tale provvedimento, noi, invece, nonostante la decisione spetti inequivocabilmente a chi governa ed ha i numeri per farlo, e fino a prova contraria li abbiamo, condividiamo questa scelta con tutto il consiglio comunale».

«Accolta la nostra proposta sulla divisione in tre rate della Tari». Così i gruppi Pd e Anna per Piombino. «La maggioranza è tornata sui propri passi. La rateizzazione si poteva applicare sin da subito, evitando così tutta una serie di disagi alla cittadinanza. La maggioranza, fuori tempo massimo, in fase di dichiarazione di voto, ha accolto la proposta, evidentemente per evitare perdita di consensi».

______________________________

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 31.10.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    40 mesi, 29 giorni, 1 ora, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it