PIOMBINO: TERMINATO IL CONSIGLIO COMUNALE SULLA VARIANTE RIMATERIA

il presidente del Consiglio con gli altri due consiglieri del guppo Lega

Piombino (LI) – E’ in corso il Consiglio comunale durante il quale è in discussione la Variante Rimateria per trasformare la destinazione d’uso dei terreni di discarica.  Assenti dall’aula i consiglieri Viti (Ferrari Sindaco) e Baldi (Lega).

In apertura dei lavori, dopo l’approvazione dei verbali delle sedute consiliari del 20 e 30 luglio e le comunicazioni del sindaco tra cui proprio la revoca dell’incarico a Gelichi, si è proceduto con il punto su modifiche e integrazioni alla commissione consiliare speciale di studio in materia di dati sulla salute. A punti 5 e 6 l’integrazione di due delibere consiliari, a seguire il punto sulla variante al vigente Regolamento urbanistico per la sottozona F6 – località Ischia di Crociano.

Poi si procederà elle interrogazioni e mozioni presentate dai gruppi consiliari. In discussione quello presentato da Rifondazione comunista di richiesta di un consiglio comunale monotematico sulla situazione dei servizi sanitari in Val di Cornia, quello dei gruppi consiliari Partito Democratico e Con Anna per Piombino in merito all’assegnazione della spiaggia Torre Mozza, l’interrogazione di Rifondazione sulla biblioteca comunale, quella del Movimento 5 Stelle riguardo all’annessione dell’area contigua di tipo A denominata Perelli Bassi alla Riserva naturale provinciale Paludi Orti Bottagone.

Il consiglio comunale è chiamato a discutere anche relativamente a un’interpellanza sulla gestione della Parchi e l’operato dell’amministratore delegato Mauro Tognoli in base alle interrogazioni di Rifondazione e Pd.

___________________________________________________

Con 13 voti favorevoli e 10 contrari è stata approvata la Variante urbanistica Rimateria, l’atto finalizzato al cambiamento della destinazione d’uso per trasformare urbanisticamente in verde pubblico le aree assegnate all’ampliamento della discarica a Piombino.

Un Consiglio fiume partito dopo l’illustrazione degli intenti dell’atto da parte dell’assessore all’Urbanistica Gianluigi Palombi. Un consiglio acceso che ha visto tra gli interventi dei componenti delle minoranze chiedere maggiore risalto per le osservazioni e le controdeduzioni, tanto da richiedere l’intervento del dirigente competente, e sottolineare più volte i rischi economici e ambientali a cui il Comune potrebbe andare incontro.

Le forze della maggioranza hanno ricordato l’impegno preso in campagna elettorale e il voto convinto al sì alla Variante Rimateria. Quindi voto favorevole alla variante da parte dei consiglieri di Ferrari sindaco, Lavoro & Ambiente, Lega, Noi per Piombino, Forza Italia-Udc-Civici popolari. Voto contrario da parte di Ascolta Piombino, Movimento 5 Stelle, Pd, Con Anna per Piombino e Rifondazione Comunista. Assenti i consiglieri capogruppo Eleonora Baldi (Lega) e Marco Viti (Ferrari sindaco).

Per il sindaco Francesco Ferrari quella di oggi è da definire una giornata storica, dove ha vinto il coraggio di chi non si fa spaventare da intimidazioni e cause. L’impegno del primo cittadino è quello di andare avanti con ogni strumento disponibile fino alla fine del mandato.

La registrazione del Consiglio Comunale può essere vista sulla pagina Facebook del Corriere Etrusco:

PRIMA PARTESECONDA PARTEL’INTERVENTO DEL SINDACO

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.9.2020. Registrato sotto Foto, politica, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 11 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it