COVID 19: NONNA MAURA INCONTRA LE MAMME DI PIOMBINO

Nonna Maura

Piombino (LI) – Nonna Maura, al secolo Maura Granelli, partita da Genova con la sua iniziativa il 15 agosto corso e diretta a Roma con una Marcia che arriverà il prossimo 5 settembre a Roma per partecipare ad una manifestazione di protesta per salvare i bambini da quella che loro definiscono una “Dittatura sanitaria”.

«Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria: il 5 settembre tutti a ROMA» è lo slogan del Popolo delle Mamme, ampiamente sostenute dai papà, dai nonni e da tanti parenti e amici. Questo movimento spontaneo è nato il 6 giugno 2020 da un gruppo Facebook che in pochissimi giorni ha radunato più di 25.000 persone. Ad esso hanno poi aderito associazioni e comitati di cittadini sinceramente preoccupati per i bambini, che sono le principali vittime di quella “dittatura sanitaria” che si è andata instaurando anche prima della pandemia e che in occasione del Covid19 ha cominciato a palesarsi in modo inequivocabile.

Nonna Maura é  la responsabile regionale per la Liguria della comunità “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria“. La gentile signora sta incontrando le mamme, le nonne, cittadini, uomini e donne delle istituzioni, e chiunque voglia far parte di questo evento, al fine di chiedere la sottoscrizione del manifesto per la tutela dei bambini.

Nonna Maura già si é resa protagonista, insieme ad altre mamme e nonne italiane della consegna di un documento, presentato il 5 agosto ai Sindaci italiani, dove si leggeva la dichiarazione di disconoscimento dei DPCM e delle leggi emanate, oltre che una richiesta ai rappresentanti dei comuni di fare propria l’istanza.

«E’ necessario a tal proposito unirsi e agire per il bene dei bimbi italiani contro un governo che sta illegittimamente limitando le libertà personali ed i diritti inalienabili dei cittadini, previsti dai trattati internazionali e garantiti dalla Costituzione. Tali limitazioni danneggiano soprattutto la fascia più debole della nostra società: i bambini», é quanto si legge nell’appello, pertanto sono i bambini che, in primo luogo, la comunità “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria” intende proteggere.

Il Popolo delle mamme chiede principalmente l’abrogazione delle norme dettate dal ministro Azzolina e l’abolizione dell’obbligo vaccinale decretato dalla legge Lorenzin. Ci tengono a precisare che non sono estremisti “no vax”, ma rivendicano il diritto dei genitori di decidere autonomamente quali vaccini somministrare ai propri figli.

L’appello è rivolto a tutti: mamme, nonne, zie, nonni, papà, lavoratori e lavoratrici, pensionati, alle/ai associazioni/comitati/gruppi/movimenti, agli amministratori locali, i sindaci e governatori, i presidenti di circoscrizione, medici, virologi, biologi, bioingegneri, ricercatori, politici, avvocati, giuristi, giornalisti e bloggers indipendenti, esperti, docenti, medici di base, uomini e donne delle istituzioni…

Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria nasce:

per il rispetto della salute psicofisica dei bambini in una libera scelta terapeutica;
per una libera istruzione;
per il supporto alle famiglie in difficoltà e il non allontanamento dei bimbi se non in casi realmente gravi;
per l’abrogazione delle LEGGE 31 luglio 2017, n. 119 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale (Lorenzin), contro l’obbligo vaccinale;
per l’ abrogazione della LEGGE 6 giugno 2020, n. 41 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato. (20G00059) (Azzolina);
per la partecipazione alla marcia che partirà il 15 agosto da Genova;
per la partecipazione alla manifestazione del 5 settembre a Roma;
per appoggiare tutte le iniziative che vanno in questa direzione;
per la desecretazione totale dei verbali del Comitato tecnico-scientifico (CTS) sul COVID-19;
per la creazione di un MANIFESTO, UNA RACCOLTA FIRME, L’ACQUISTO DI PAGINE GIORNALI da parte di varie personalità atti a sostenere tutto ciò.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.8.2020. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 11 ore, 32 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it