FERRARI E MELUCCI: “SE RIUSCIAMO A CAMBIARE L’ACCIAIO, CAMBIA L’ITALIA INTERA”

Il Sindaco Francesco Ferrari

Piombino (LI) -Riportiamo un comunicato congiunto dei sindaci di Piombino e Taranto, Francesco Ferrari e Rinaldo Melucci.

«Comunità e territori accomunati storicamente dalle stesse ferite, dalle stesse aspirazioni, oltre le differenze di scala e di ribalta mediatica, simbolo delle sfide dei nostri tempi per l’intero sistema Italia e per il “green deal”, inteso non già come semplice conveniente opzione, quanto invece come uno snodo ineludibile per tutte le politiche socio-economiche e ambientali da assumere nel futuro prossimo.

Le principali città dell’acciaio italiane si ritrovano a discutere di una visione condivisa e della elaborazione di una piattaforma di proposte e progetti, allargata alla partecipazione dei cittadini, con la quale contribuire ad indicare dal basso al governo, alle parti sociali e alla filiera siderurgica nazionale una via di uscita dal preoccupante stallo nel quale il settore è ormai finito, con grave danno allo sviluppo e alla qualità della vita di queste strategiche realtà locali.

Il sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, e il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, che pure hanno alle spalle percorsi politici e personali diversi, si sono confrontati oggi su questo scenario, estendendo l’invito alla costruzione di questo network ai colleghi amministratori che vivono analoghe vertenze connesse al comparto siderurgico nel Paese.

Piombino e Taranto per la prima volta unite dal desiderio di voltare per sempre pagina rispetto ai ricatti occupazionali, alle ingiurie all’ecosistema, alla mancanza di coraggio nelle scelte tecnologiche e di governance da parte dei governi di ogni colore, nonché unite dall’esigenza di adottare uno schema moderno di accordi di programma che pacifichi e restituisca prospettiva a vasti ed articolati sistemi territoriali che tanto hanno dato alla causa dell’Italia, il tutto nella cornice ormai inequivocabile degli indirizzi tracciati e dei finanziamenti messi a disposizione a breve-medio termine dall’Unione Europea ai fini della cosiddetta “transizione giusta”.

Con questo spirito e questi obiettivi i comuni protagonisti dell’iniziativa presenteranno presto a Roma il loro manifesto per l’acciaio verde italiano. È forse la fine di teorie e tatticismi e il vero inizio del “green deal”».

Francesco Ferrari, sindaco di Piombino

Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.7.2020. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    37 mesi, 12 giorni, 2 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it