PIOMBINO: BUONI SPESA, AL VIA  IL NUOVO BANDO CON CRITERI INNOVATIVI

Carla Bezzini

Piombino (LI) – “I prossimi buoni spesa saranno assegnati esclusivamente a coloro che sono stati pesantemente colpiti dall’emergenza coronavirus e per questo abbiamo studiato un nuovo bando innovativo rispetto a quello nazionale”. Così il sindaco Francesco Ferrari annuncia la distribuzione dei restanti 125mila euro ancora disponibili nelle casse del Comune di Piombino.

“Abbiamo messo in piedi una task force che ha lavorato, anche nello scorso fine settimana, alla stesura di regole che potessero individuare quelle categorie di soggetti che, a causa dall’emergenza Covid-19, si trovino per la prima volta a vivere una situazione di povertà: penso al  commerciante che ha dovuto chiudere il proprio negozio, a chi avrebbe potuto iniziare un lavoro stagionale e che invece sarà costretto rimanere a casa, a chi aveva un introito che questa crisi ha cancellato da un giorno all’altro. Il bando che variamo è anche il frutto di una proficua condivisone con tutte le forze di maggioranza”.

Dal 16 aprile, fino a lunedì 20 aprile, sarà pertanto possibile scaricare il modulo per fare richiesta dal sito www.comune.piombino.li.it, sezione “coronavirus-buoni spesa”, compilarlo e inviarlo, unitamente alla copia del documento di identità, all’indirizzo e-mail sostegnoalimentare@comune.piombino.li.it

“Accanto ad una platea, purtroppo vasta sul nostro territorio – commenta Carla Bezzini, assessore al Sociale -, di persone che già prima della crisi causata dal Coronavirus versavano in situazioni di difficoltà economica e che hanno accesso ad altre forme di sostegno statale, si è creata una classe di nuovi poveri che hanno subìto una forte riduzione del proprio reddito familiare e che, al momento, si trovano senza alcuna assistenza: a loro, in principal modo, è rivolto l’avviso in pubblicazione. In questo modo abbiamo voluto recepire l’intenzione del governo nell’erogazione dei Buoni alimentari e rispondere alle richieste di aiuto dei cittadini più deboli: vogliamo fornire una forma di assistenza immediata a tutte le famiglie, solitamente autosufficienti, che si sono trovate improvvisamente in situazione di indigenza economica”.

Possono far richiesta per usufruire dei Buoni Spesa chi è residente nel Comune di Piombino o domicilio (specificando  motivazione e luogo del soggiorno) e, contemporaneamente e necessariamente, chi si trova in situazione di bisogno e nella condizione di aver subito una riduzione di reddito (lavoratori autonomi, subordinato, para subordinati o in qualunque altra forma contrattuale) o di aver subito la mancata assunzione (se stagionali), i nuclei familiari che non hanno alcuna altra fonte di reddito lavorativo e non percepiscono sussidi di provenienza statale, regionale e comunale il cui importo, sommato, superi 500 euro nel mese precedente e chi non è proprietario, come nucleo familiare, di beni immobili concessi in locazione a terzi.
Coloro che hanno già beneficiato del contributo alimentare non possono fare una nuova richiesta.
La quantità di Buoni Spesa, ciascuno del valore di 50 euro, assegnati al nucleo familiare potrà variare a seconda del numero dei componenti familiari. I buoni possono essere cumulabili fino a 200 euro per le famiglie più numerose. Possono farne richiesta anche chi ha beni immobili non in affitto. Con i Buoni non sarà possibile acquistare alcolici di alcun tipo.

Per evitare spostamenti e assembramenti sarà privilegiata la modalità di invio telematica, tuttavia coloro che sono impossibilitati ad effettuare l’invio tramite posta elettronica, troveranno all’ingresso del palazzo municipale una cassetta dove inserire le richieste in busta chiusa.

Per qualsiasi informazione o necessità saranno attivi tutti i giorni, eccetto la domenica, dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 i numeri telefonici dedicati: 0565.63265 – 0565.63274 – 0565.63233.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.4.2020. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 3 giorni, 8 ore, 47 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it