COSTA DIADEMA: QUESTE LE AREE PORTUALI RISERVATE ALLE OPERAZIONI

stefano corsini

Piombino (LI) – L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale ha appena emesso una ordinanza (la n.9 del 2020) con la quale individua e delimita le zone portuali da destinare esclusivamente alle operazioni della nave Costa Diadema, attualmente ormeggiata presso la banchina Pecoraro dello scalo piombinese. In particolare, sono state individuate un’Area Sterile, prioritariamente destinata alle attività previste per la gestione dell’emergenza della nave Costa Diadema, e un’area di Servizio dedicata, ancorché non in via esclusiva, alle attività di supporto e di servizio alla gestione della nave Costa Diadema.

Nella prima la circolazione è consentita esclusivamente a personale e mezzi delle amministrazioni coinvolte nella “cabina di regia” (Autorità di Sistema Portuale, USMAF, Comune di Piombino, Autorità Marittima, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, soc. Costa Crociere e Agenzia Marittima Freschi Alessandro & C.) e agli operatori dei servizi tecnico nautici e dei servizi portuali esclusivamente per esigenze di servizio e alle associazioni accreditate autorizzate dalle medesime amministrazioni. La circolazione dovrà avvenire sotto la vigilanza del personale preposto (Forze dell’Ordine e Port Security), previa richiesta di accesso all’AdSP e secondo le modalità concordate, anche per le vie brevi, dalla cabina di regia.

Anche nella seconda area la circolazione di mezzi e persone, opportunamente e specificatamente autorizzati, dovrà avvenire sotto la vigilanza della Port Security e secondo le modalità concordate, anche per le vie brevi, dalla cabina di regia. Il personale dei Servizi tecnico-nautici e i membri degli equipaggi delle navi ormeggiate nelle banchine incluse nell’Area di servizio, potranno transitare o operare autonomamente al suo interno solo in ragione dello svolgimento del loro servizio.

Ulteriori e diverse modalità di utilizzo e/o di allestimento delle aree di cui ai punti 1 e 2, riconducibili ad altre finalità, saranno sempre e comunque preventivamente autorizzate dall’AdSP, sentita la “cabina di regia.

“Questa ordinanza è il frutto di una forte sinergia tra tutte i componenti della Cabina di Regia” ha detto il responsabile dell’ufficio territoriale di Piombino dell’AdSP, Claudio Capuano, che ringrazia tutte le auitorità “puntualmente solerti e disponibili a darci ogni tipo di contributo nel rispetto ognuno delle proprie competenze”

Scarica l’ordinanza n. 9 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.4.2020. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 0 ore, 41 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it