LOLINI (LEGA): “PREOCCUPA PIL DI PIOMBINO ED ELBA ATTIVITÀ A RISCHIO”

il deputato Mario Lolini

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente dall’Onorevole Mario Lolini.

“Se il Pil nazionale ci dice che la contrazione è forte, territori come quelli della Provincia di Grosseto, di Piombino o dell’Isola d’Elba rischiano di uscirne ancor più penalizzati. Occorre che tutti facciano la loro parte, come la stanno già facendo nell’emergenza i sindaci, e come la dovranno fare stanziando risorse importanti e facendo leva sulla fiscalità il Governo e l’Unione Europea”. L’onorevole Mario Lolini recepisce il grido di allarme che giunge dal nostro territorio.

“Il nostro segretario federale Matteo Salvini – afferma il deputato leghista, vicepresidente della Commissione Agricoltura- è in costante contatto con noi parlamentari eletti sui territori e con i sindaci. Si è già appellato al Governo ed alla Regione Toscana per tutelare i settori produttivi, in particolar modo quello turistico, quello balneare, quello floro-vivaistico, quello dell’agricoltura e dell’artigianato, senza dimenticare il mondo delle partite Iva. Con la proroga delle limitazioni imposte tutti vedono sfumare un periodo importante come quello di Pasqua, con la consapevolezza che sono a rischio molte attività stagionali”.

Lolini in questi giorni ha fatto il punto della situazione sul territorio di Piombino e dell’Isola d’Elba. “Mi preoccupa fortemente la tenuta di settori portanti del nostro turismo – sostiene l’onorevole- come i bar, gli alberghi e la ristorazione, ma anche gli stabilimenti balneari che, di questi tempi, già avviavano le loro attività e che saranno costretti a rimandare ancora per qualche settimana. Anche il settore agricolo, che sta facendo la sua parte per garantire prodotti di prima necessità, perderà fette di mercato importanti, dovute alla chiusura della ristorazione ed al crollo delle esportazioni, ma anche sulle attività connesse, come quella di agriturismo. Sono preoccupato anche per le piccole e medie imprese, costrette a fare i conti con un mercato fermo e con imprenditori che, oltre che per il loro futuro, temono anche per quello dei loro dipendenti”. L’onorevole Lolini chiede che il Governo dia una prova di forza in Europa.

“Ad oggi ha agito più a parole che con i fatti – sostiene- abbiamo visto come le proteste delle bandiere di molti sindaci, tra cui quelli toscani, hanno fatto emergere un malcontento diffuso verso gli atteggiamenti dei partner europei ed anche i tentennamenti del Governo. Servono risorse, serve rivedere i parametri europei, serve togliere quei freni che oggi bloccano lo sviluppo del nostro Paese, che non permettono a chi governa, sia a livello nazionale che locale, di mettere in campo quelle misure economiche necessarie, a partire da quella fiscale i cui pagamenti non devono essere rinviati ma annullati annullati, per dare immediato ossigeno alle imprese. Altrimenti si rischia che la bomba sociale esploda e che territori come quello della provincia di Grosseto, di Piombino o dell’Elba possano avere dei seri problemi a rialzare la testa”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.4.2020. Registrato sotto Foto, politica, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 22 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it