STRUMENTI D’AIUTO AL CREDITO DA CONFESERCENTI E CONFCOMMERCIO

Livorno (LI) – Riportiamo integralmente due comunicati da Confesercenti e Confcommercio sugli strumenti d’assistenza alle imprese durante l’emergenza covid19.

_____________________________

CONFESERCENTI: ASSISTENZA AL CREDITO PER LE IMPRESE IN DIFFICOLTA’. ECCO GLI STRUMENTI OPERATIVI EMERGENZA CORONAVIRUS

L’Area Credito e Servizi Innovativi di Confesercenti, stante la grave situazione legata all’emergenza Coronavirus, garantisce la massima assistenza alle imprese in un momento particolarmente difficile e delicato.

I nostri consulenti – spiega Alessandro Ciapini direttore provinciale – sono al lavoro per fornire, insieme al Consorzio Italia Comfidi, l’assistenza e gli strumenti necessari per l’ottenimento delle garanzie primarie, controgarantite dal Fondo di Garanzia per le PMI, fino all’80%,

Le garanzie potranno accompagnare finanziamenti finalizzati a capitale circolante di durata massima 60 mesi (con preammortamento di 6 mesi), fino ad un massimo di € 150.000 o linee di credito in c/c di durata fino a 12 mesi, fino ad un massimo di € 50.000.

Vi è anche la possibilità di intervenire su operazioni di allungamento della durata di finanziamenti in essere (moratoria ABI) qualora l’estensione della stessa non superi i 120 mesi (60 nel caso di assenza della controgaranzia del Fondo di Garanzia).

Potranno infine essere valutate operazioni di finanza agevolata a tasso zero e a fondo perduto, con una particolare attenzione ad ogni nuova misura che possa uscire a sostegno delle aziende colpite dall’attuale crisi;

“Senza liquidità non si va da nessuna parte – conclude Alessandro Ciapini – e le imprese non potranno rialzarsi da questa catastrofe. La ricerca di misure finanziarie per rimettere in moto il sistema è di importanza vitale per il nostro sistema produttivo”.

Potete chiamare i nostri uffici dalle 8,30 alle 12.30 allo 0565 263811 o inviare una mail a info@confesercenti.li.it

________________________________

CONFCOMMERCIO: CENTRO FIDI APPROVA D’UFFICIO LE RICHIESTE DI SOSPENSIONE FINO A 12 MESI

L’organo creditizio della Confcommercio accetterà, senza necessità di istruttoria, senza tempi di attesa e senza oneri, le eventuali richieste degli imprenditori. Pieragnoli: “Sosteniamo le piccole e medie aziende del territorio nell’emergenza CoVID19”.

Centro Fidi, l’organo creditizio del sistema Confcommercio, ha deliberato in data 18 marzo 2020, in concomitanza con la pubblicazione del Decreto Legge “Cura Italia”, l’approvazione d’ufficio di tutte le richieste di sospensione e allungamento fino a 12 mesi dei finanziamenti in essere.

Gli imprenditori associati che ne faranno richiesta non dovranno istruire alcuna pratica speciale, né attendere risposta, né corrispondere alcun onere.

La decisione è stata presa con l’obiettivo di sostenere il più possibile le piccole e medie  aziende del territorio toscano, e quindi della Provincia di Livorno, che a causa dell’emergenza sanitaria CoVID19 si trovano in gravissima difficoltà economica. L’intervento sarà assolutamente gratuito senza alcun onere aggiuntivo per gli imprenditori.

“Ad oggi Centro Fidi garantisce diecimila imprese toscane e umbre, per un volume totale di finanziamenti pari a 200 milioni di euro”, spiega il direttore provinciale Confcommercio Livorno Federico Pieragnoli, “siamo in una fase in cui ancora è difficile prevedere la durata del periodo di emergenza ed è nostro dovere dare respiro alle imprese e prepararci alla ripartenza”.

Sempre nell’ordine di sostenere gli imprenditori, nei giorni scorsi Centro Fidi-Confcommercio ha stretto un accordo con Banco Bpm dedicando un plafond di dieci milioni di euro a garanzia delle imprese toscane e umbre che devono far fronte alla diminuzione o assenza totale degli incassi di questo periodo. Centro Fidi garantirà nella misura dell’80% la somma erogata da Banco Bpm a ciascuna azienda. I finanziamenti sono concessi sotto forma di mutui chirografari ed avranno una durata di 24 mesi, con preammortamento tecnico di 6 mesi. Tra le finalità ammissibili ci sono l’acquisto delle scorte di magazzino, il pagamento dei fornitori e, in genere, esigenze di liquidità.

 

Per informazioni:

Sabrina Pucci, s.pucci@centrofidi.it, tel. 344.2544138
Daniela Salvi, d.salvi@centrofidi.it, tel. 344.2564258

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.3.2020. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    34 mesi, 27 giorni, 7 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it