UGL: JINDAL VA AVANTI, VALUTARE LA CHIUSURA PREVENTIVA

Il logo dell’UGL

Piombino (LI) – Si è svolto ieri un incontro tra Azienda, Sindacati e tecnici, per definire la creazione di un Comitato di controllo sulle procedure e i protocolli di sicurezza dei lavoratori, per la grave emergenza sanitaria che l’Italia sta attraversando, a causa del diffondersi del contagio del coronavirus.  UGL era presente con la sua RSU.  FIM FIOM e UILM con i rappresentanti RLS di Stabilimento.

«L’Azienda ha assicurato che sta rispettando tassativamente tutti i protocolli previsti dal Decreto del Governo in termini di igiene pulizia sanificazione di tutti i reparti e gli ambienti comuni della Fabbrica.
E che saranno forniti tutti i DPI (dispositivi di protezione individuale) ai lavoratori.  Sono stati contingentati gli ingressi negli spogliatoi e nelle mense per garantire la distanza di rispetto prevista di almeno in metro tra le persone.  Il Comitato insediato procederà a verificare che tutto si svolga sempre nella massima sicurezza.
Prendiamo atto della decisione aziendale di procedere con la produzione, ma come O.S. rimaniamo convinti che in un quadro pesante e preoccupante come questo sarebbe stata opportuna una chiusura preventiva.
Vigileremo attentamente e invitiamo tutti i lavoratori a rispettare scrupolosamente tutte le procedure previste. Nonché a segnalare immediatamente qualora dovessero verificarsi delle falle nel sistema messo in atto.
Apprendiamo che Liberty Magona ha disposto la chiusura di tutti gli impianti fino al 24 Marzo, in accordo con i Sindacati, in seguito al primo caso positivo di Covid19 di un lavoratore di una Ditta esterna che si occupa di imballaggi.
A quel lavoratore, alla sua Famiglia, va il nostro più sincero augurio di una pronta guarigione».
RSU JSW Steel Italy 
Vincenzo Tuvè
Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.3.2020. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 3 giorni, 21 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it