PIOMBINO: IL GIORNO DELLA MEMORIA E LA TESTIMONIANZA DI  DANIELA SARFATTI

Daniela Sarfatti

Piombino (LI) – Una giornata per non dimenticare, per imparare ad essere uomini e donne consapevoli. La Memoria è anche questo, conoscere per far sì che le atrocità non si ripetano.

Ha preso il via questa mattina (martedì 21 gennaio) al Centro Giovani il programma di iniziative in occasione del Giorno della Memoria con l’incontro “La deportazione tra ricerca e testimonianza”. Hanno partecipato Catia Sonetti direttrice ISTORECO Livorno e Daniela Sarfatti, testimone e rappresentante della Comunità ebraica di Livorno.  Presente il sindaco Francesco Ferrari che ha introdotto la conferenza di fronte a un centinaio di studenti delle scuole superiori.

“Un incontro importante per tenere viva la memoria, che ha permesso ai ragazzi di avvicinarsi a un periodo a loro lontano attraverso la voce di chi invece, purtroppo, l’ha vissuto in prima persona – afferma il sindaco Ferrari – Per questa edizione del Giorno della Memoria abbiamo organizzato un programma ricco di eventi, dedicati a un pubblico diverso, per garantire la massima partecipazione e perché ognuno di noi possa trovare il suo momento per ricordare il dramma della Shoa”.

Nel corso dell’incontro Catia Sonetti ha illustrato i risultati della sua ricerca sulle persecuzioni delle famiglie ebree livornesi; e Daniela Sarfatti, sopravvissuta alle persecuzioni, ha raccontato la propria testimonianza e la persecuzione fascista e nazista subita dalla sua famiglia e da milioni di ebrei. Con grande capacità comunicativa Daniela Sarfatti, 76 anni, ha saputo coinvolgere tutti i presenti: la storia di suo padre licenziato perché ebreo all’indomani delle leggi razziali,  le privazioni imposte alle famiglie ebree a seguito di queste leggi, il matrimonio, la fuga a Marrocco, poi a Roma  vissuta con il terrore. Ma anche l’altruismo dei “buoni” che hanno aiutato la sua famiglia. Una tragedia che ha trovato le sue radici buie nell’indifferenza.

Il prossimo appuntamento del Giorno della Memoria è previsto venerdì 24 gennaio alle 9,30 al Metropolitan con la proiezione gratuita del film “Un sacchetto di biglie”, un film del 2017 diretto da Christian Duguay, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Joseph Joffo del 1973.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.1.2020. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “PIOMBINO: IL GIORNO DELLA MEMORIA E LA TESTIMONIANZA DI  DANIELA SARFATTI”

  1. Ely

    Se è per questo mio nonno fu licenziato negli anni 70′ perché non votava PCI…ma queste cose non vengono raccontate, chissà come mai…!

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    36 mesi, 3 giorni, 9 ore, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it