LA SOLIDARIETÀ DEL SINDACO, DELLA GIUNTA  E DELLA POLITICA A UGO PREZIOSI

Ugo Preziosi protesta per i miasmi

Piombino (LI) – Qualcuno ieri notte ha imbrattato l’auto di Ugo Preziosi, lasciando anche un messaggio politico offensivo di pessimo gusto. Chiunque sia stato ha compiuto un atto vile e codardo. Riportiamo le note del sindaco Ferrari, del Comitato Salute e della Lega.

__________________________

«La politica è altro, non è imbrattare le auto o danneggiare le proprietà, questo si chiama solo vandalismo. Nessuno merita un simile trattamento, tantomeno chi si è sempre impegnato in prima persona per il bene della nostra città.

Per quanto le idee possano essere diverse, per quanto si possa essere in disaccordo, un atto intimidatorio come questo non può essere tollerato. Esprimo piena solidarietà, mia e della mia giunta, a Ugo Preziosi».

Francesco Ferrari

_____________________

«Desideriamo esprimere la nostra  massima solidarietà all’amico Ugo Preziosi che è stato vittima di un atto vile da parte di qualche incivile. Tali vergognosi atti, compiuti nell’anonimato e che arrecano danni, come in questo caso a Persona impegnata quotidianamente e per pura passione a favore della Cittadinanza, hanno la nostra totale e ferma condanna. Si tratta di una azione gravissima che niente ha a che vedere con il civile confronto dialettico nella diversità di opinioni e con le regole della normale convivenza.

Auspichiamo che, chi si è reso responsabile di questo atto, sia presto identificato e punito, perché tali azioni ignobili e intimidatorie  non sono accettabili in uno stato democratico. Invitiamo infine l’amico Ugo, che abbiamo conosciuto e apprezzato in questi anni di comune attività all’interno del Comitato di Salute Pubblica, di continuare nella sua appassionata azione in difesa dei diritti dei Cittadini, senza fermarsi di fronte a chi in modo spregevole e vile, non avendo argomenti da porre, lo ha colpito nei suoi beni».

Il Presidente del Comitato Salute Pubblica
Alessandro Dervishi

__________________

«La Lega esprime piena solidarietà per il vile episodio di intolleranza di cui è rimasto vittima un nostro concittadino. Danneggiare la proprietà privata per motivi politici è un atto inqualificabile che va sempre duramente condannato perchè colpisce l’intera comunità.

La diversità di opinione ed il confronto sono il sale di ogni democrazia e la Lega li tutelerà sempre, in qualsiasi contesto, perchè per noi vengono sempre prima i Piombinesi».

Lega Piombino

__________________________

Dei vigliacchi hanno danneggiato l’auto di Ugo Preziosi. L’hanno fatto rivendicando il gesto come monito contro le sue idee.
Ugo ha sempre espresso le proprie ragioni confrontandosi sul merito: anche quando era scomodo, anche quando significava andare contro la tendenza del momento.
L’ha sempre fatto mettendoci la faccia e assumendo le responsabilità di quanto affermava.
Chi non ha argomenti agisce nell’ombra, appunto vigliaccamente.
Questo episodio, che va a sommarsi alle tante “cadute di stile” che hanno fatto sprofondare la nostra città in una campagna di odio permanente, è inaccettabile.
La libertà di espressione di Ugo e quella di tutti i cittadini va difesa con tenacia e vanno fatti tutti gli sforzi per punire i colpevoli.
Nessuno dovrà sentirsi intimidito.
La nostra piena solidarietà a Ugo Preziosi.

MoVimento 5 Stelle Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.10.2019. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    28 mesi, 18 giorni, 7 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it