PIOMBINO: BANDO IMPIANTI SPORTIVI, RICORSI EVITATI

Piombino vista da Piazza Bovio

Piombino (LI) – A un mese dall’insediamento del sindaco e a due settimane dall’insediamento dell’assessore competente, la nuova amministrazione comunale si è trovata a dover affrontare un diffuso malcontento generato dal bando emesso per la gestione degli impianti sportivi, che ha portato a esclusioni importanti nella gestione degli impianti, basti pensare alla Pugilistica Piombino, Nuoto Piombino e Volley Piombino, che da anni gestivano i relativi impianti.

“L’operazione di rinnovo gestita dalla precedente amministrazione (in concomitanza allo svolgimento delle elezioni comunali 2019) ha portato al rischio di dover gestire, oltre al citato malcontento, i ricorsi minacciati dagli esclusi – afferma l’assessore all’istruzione e allo sport Simona Cresci –  La situazione creata avrebbe potuto essere affrontata dalla precedente amministrazione con un’analisi accurata e incontrando le associazioni sportive per trovare un accordo preventivo.

Infatti le associazioni sono state costrette a fare domande anche su impianti diversi dal proprio di riferimento, al fine di garantire l’attività agonistica in corso.  Associazioni, atleti, famiglie e lo sport in generale avrebbero, secondo il nostro punto di vista, meritato un’attenzione maggiore.  Per tale motivo la nuova amministrazione ha lavorato in concertazione con le stesse società sportive per far si che si raggiungessero accordi e che le stesse potessero tornare a gestire gli impianti.

In tale ottica abbiamo trovato una grande disponibilità da parte delle stesse società assegnatarie della gestione provvisoria nei confronti delle società escluse. Sulla base di questo, l’associazione Pugilistica gestirà nuovamente la palestra di via Giordano Bruno, dietro rinuncia del Serena Dance vincitrice anche della sala nell’area ex Macelli.

Allo stesso tempo il Judo, che ha ottenuto anche la gestione della palestra ex Tribunale, ha rinunciato al Falci in favore della società Volley Piombino.

Per quanto riguarda invece gli impianti che non sono stati assegnati (a causa di difetti nelle domande presentate) come il pattinodromo, lo stadio Magona ed il campo di Atletica, è prevista a stretto giro la pubblicazione di un nuovo bando da parte degli uffici preposti”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.7.2019. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    26 mesi, 20 giorni, 13 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it