TURISMO, PIOMBINO SI ATTESTA SULLE 800MILA PRESENZE NEL 2018

Piombino (LI) – Il comune di Piombino ci informa che secondo i primi dati dell’Osservatorio provinciale per il turismo, ancora provvisori, il turismo a Piombino tiene in termini di presenze e di arrivi nelle strutture ricettive del territorio nel 2018, facendo totalizzare 804.993 presenze (persone per giorni di pernottamento) e 150.787 arrivi, sostanzialmente stabili rispetto al 2017. Ovviamente in questo conteggio sono compresi tutti i campeggi in costa Est al confine con Follonica, e quelli sulla via della principessa verso San VIncenzo.

«Per Piombino – si legge nella nota del Comune – si registra una leggera diminuzione dei turisti italiani, e un leggerissimo aumento per gli stranieri rispetto all’anno precedente, ma i dati si discostano comunque di poco.

I numeri relativi alle strutture alberghiere ed extra-alberghiere del comune dimostrano una capacità da parte del sistema turistico pubblico e privato di dare risposte soddisfacenti.  Ciò denota una volontà dei turisti di conoscere sempre più il territorio, anche se la tendenza è sempre quella a rimanere per periodi piuttosto brevi.

Fondamentale puntare  pertanto  sulla promozione turistica del territorio, organizzata nell’ambito Costa degli Etruschi, e sviluppare l’adeguatezza delle strutture ricettive proponendo servizi necessari per godere appieno la vacanza nel nostro territorio, il collegamento delle stesse strutture con chi offre servizi al turismo in modo coordinato ed in quantità e qualità sempre maggiori sia per che riguarda gli operatori privati che quelli pubblici , insieme alla Parchi Val di Cornia e agli altri comuni.

Per quanto riguarda la destagionalizzazione, i mesi di maggior afflusso sono ancora quelli estivi, soprattutto per i turisti italiani, ma nei mesi di marzo e di maggio si nota una crescita percentuale, e anche in valori assoluti, molto alta di stranieri (+ 447% nel mese di marzo per i turisti stranieri e + 46% per gli italiani; a maggio + 93% dei turisti stranieri e + 3% degli italiani). Un aumento si registra anche nel mese di novembre con un + 23% di turisti stranieri.
Tutto questo significa che ci sono delle possibilità di sviluppo per un turismo che attraversa tutto l’anno, approntando politiche conseguenti. Sicuramente, in questo senso, il grande patrimonio archeologico e culturale di cui Piombino e di tutta la Val di Cornia, rappresentano una ricchezza di offerta da valorizzare sempre di più, con maggiori aperture di musei, parchi e attività culturali».

Fonte: Comune Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.5.2019. Registrato sotto Foto, ultime_notizie, Viaggi & Turismo. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    22 mesi, 22 giorni, 13 ore, 10 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it