PIOMBINO: IL M5S INSISTE SUL TEMA DEL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI

Gazebo del Movimento 5 Stelle

Piombino (LI) – Pubblichiamo integralmente una nota del M5S sul trattamento dei rifiuti a Piombino.

«Il trattamento dei rifiuti è uno dei punti fondamentali del nostro Programma. Ci teniamo a fare chiarezza su questo tema – commenta la nota – perché molta è la confusione. Da un lato abbiamo gli eredi di una gestione, capitanati dal PD, che ha portato Piombino a fare raccolta differenziata di infima qualità, per una quantità irrisoria: il 33%. Ciò comporta il pagamento di ecotasse, le sanzioni degli ispettori del Co.Re.Pla. sul materiale differenziato conferito ma non conforme per il riciclaggio, sperimentazione del porta a porta in pochissime vie cittadine con conseguente migrazione dei sacchetti e aggravio dei costi. Per non contare che, così facendo, la quasi totalità dei rifiuti vengono destinati a discariche o inceneritori.

Sul fronte che si propone come la “grande alternativa”, vengono supinamente rilanciate le scelte fatte dall’attuale gestore rispetto all’introduzione dei cassonetti intelligenti. Il cittadino conferirebbe i suoi rifiuti attraverso una tessera magnetica che dovrebbe permettere l’applicazione della tariffa puntuale calcolata in base al peso del rifiuto indifferenziato gettato. Il problema dove sta? Dove si è applicato questo metodo si è ridotta col tempo la quantità di rifiuto indifferenziato, ma gran parte di questo rifiuto si ritrova all’interno degli altri cassonetti, sui quali conferimenti non si paga. La conseguenza è che l’indifferenziato all’interno del suo cassonetto vede una diminuzione, ma si va a contaminare la raccolta differenziata e quindi l’impossibilità di riciclare. Si avranno sia un aumento delle sanzioni degli ispettori del Co.Re.Pla. che andranno a vanificare i risparmi dal recupero dell’ecotassa e quindi le aspettative di riduzione delle tariffe, sia un aumento dei rifiuti destinati a incenerimento e discarica, sia una riduzione dell’occupazione come quella degli addetti utilizzati. La Tariffa Puntuale deve essere un incentivo a premiare i comportamenti virtuosi dei cittadini e non un’ulteriore tassa, svuota tasche. Quindi questi cassonetti a nostro parere hanno veramente poco di intelligente e pratico. Insomma: una vera bastonata!

La nostra idea come MoVimento 5 Stelle è incentrata sulla raccolta del rifiuto porta a porta, perché questa metodologia garantisce una qualità di differenziazione altissima e a metro 0 per il cittadino, dato che l’operatore controlla ogni singolo sacchetto, in più, garantisce un decoro urbano nettamente migliore data la scomparsa dalle strade dei cassonetti. A questo punto ha senso applicare la Tariffa Puntuale, perché il cittadino che effettua una raccolta differenziata accurata e responsabile, noterà che sulla parte di indifferenziato andrà a pagare una cifra più bassa rispetto a chi non farà altrettanto. Per far sì che la Tariffa Puntuale abbia effetto sulla diminuzione della TARI, serve dunque iniziare a credere nella responsabilità e nella volontà di ogni singolo cittadino, dato che il comportamento virtuoso di tutti, col tempo, influirà sulle tasche di tutti e soprattutto sul nostro ambiente con la diminuzione di conferimenti in discarica. Vogliamo il cambiamento, ma il vero cambiamento e speriamo che tutti voi elettori, come noi del MoVimento, preferiate la carota al bastone.

Movimento 5 Stelle Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.5.2019. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    35 mesi, 2 giorni, 1 ora, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it