SAN VINCENZO: BANDINI SI RICANDIDA A SINDACO

Alessandro Massimo Bandini

San Vincenzo (LI) – Il sindaco bandini riconferma la volontà di proseguire per altri 5 ani nel suo mandato elettorale. Leggiamo insieme integralmente la nota.

«In questi mesi e in questi giorni molti cittadini di San Vincenzo mi chiedono di continuare questa esperienza amministrativa. Grazie al loro appoggio e alla loro fiducia mi ripresento ai miei cittadini, certo di aver dato il massimo e aver lavorato per il bene di questa straordinaria comunità.

La mia ricandidatura è figlia dalla volontà di proseguire un viaggio iniziato 5 anni fa. Io e la mia squadra non siamo abituati a lasciare le cose a metà: in questi 5 anni abbiamo creato le basi per una San Vincenzo che, finalmente, può guardare avanti e farlo a testa alta.

Il nostro percorso amministrativo non è stato privo di difficoltà, ma abbiamo imparato dalle esperienze e siamo pronti a ripartire dai programmi e dalle idee come abbiamo sempre fatto.

Sono arrivato alla guida del Comune quando la crisi globale minacciava di soffocare i nostri territori. Oggi, anche grazie al duro lavoro quotidiano, San Vincenzo è una città di nuovo pronta a programmare, progettare e realizzare investimenti per il bene dei suoi cittadini.

Abbiamo in programma ancora tante cose che vogliamo realizzare oltre a quelle che abbiamo già completato e siamo pronti a mettere in campo le idee migliori per questa città. Quella che vogliamo è una San Vincenzo in grado di affrontare le sfide del futuro.

Noi non siamo uniti contro qualcuno! Noi siamo insieme per San Vincenzo. Crediamo che la politica seria sia quella che indica le soluzioni, non quella che si occupa di fare l’elenco dei problemi.

Ci troviamo tutti di fronte a una scelta importante: lasciare la nostra San Vincenzo a chi pensa che bastino promesse roboanti e slogan di moda, oppure scegliere chi, come noi, ha un progetto serio e ha dimostrato coerenza in qualsiasi scelta politica e amministrativa.

Insieme possiamo continuare a costruire una San Vincenzo con una qualità della vita alta, una città dove le imprese investono, le opportunità crescono per tutti e nessuno rimane indietro.

Insieme possiamo continuare a fare della nostra città un luogo dove i giovani abbiano accesso al mondo del lavoro e alle nuove tecnologie. Dove il turismo sia attivo 365 giorni all’anno. In questi anni ci siamo allenati e preparati ma ora siamo pronti a giocare la partita dei grandi.

Insieme possiamo continuare a costruire una vita culturale ricca e diffusa sul territorio che arrivi in ogni angolo della nostra bellissima città. Ora possiamo respingere la paura e costruire insieme il nostro futuro.  Un futuro di città a misura di cittadino dove le parole chiave devono essere: innovazione, sviluppo, sostenibilità ambientale.

Voglio continuare a realizzare – conclude Bandini – queste cose con quello che è stato da sempre il nostro stile, senza alzare la voce e ricercando sempre il dialogo. Oggi abbiamo bisogno di questo: di comunità, di ricostruire legami, di non dividerci tra noi e loro. Questa è la San Vincenzo più forte che voglio, una San Vincenzo più giusta. Una città moderna e innovativa al servizio del territorio».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.3.2019. Registrato sotto ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    21 mesi, 23 giorni, 1 ora, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it