ASSEMBLEA SANVINCENZINA SI SCIOGLIE E NON SI PRESENTERA’ ALLE ELEZIONI

Il simbolo di Assemblea Sanvincenzina

San Vincenzo (LI) – Assemblea Sanvincenzina non si presenterà alle prossime elezioni amministrative, in quanto, a detta loro, il tentativo di spostare l’azione di governo locale verso un interesse collettivo, del paese e dei suoi cittadini, con trasparenza e una strategia a lungo termine non ha raggiunto i risultati sperati.

«Con il passare degli anni – commenta amaramente la nota di Assemblea Sanvincenzina – gli spazi di democrazia si sono ulteriormente ridotti fino alla completa autoreferenzialità della maggioranza. Il Consiglio Comunale è stato via via privato del suo ruolo fino a diventare, per l’attuale maggioranza, la noiosa sede di decisioni già prese altrove. I consiglieri di maggioranza intervengono leggendo documenti stampati e scritti da altri, come marionette senza volontà propria alzano la mano a comando per approvare le decisioni della maggioranza o per rifiutare le proposte delle minoranze, a priori e prescindere dal merito delle stesse.

In questa situazione ha continuato ad imperversare la solita politica di sempre: la prevalenza di interessi particolari sull’interesse generale, in mancanza di progetti a lungo termine, con l’estromissione dei cittadini dalle scelte.

In tutti i campi, anche in quelli che necessitano della più ampia partecipazione collettiva possibile, la volontà di pochi ha prevalso sul bene comune: dall’urbanistica ai lavori pubblici, dalla cultura ai servizi sociali, alla gestione delle risorse generalmente intese.

Tutto ciò pur in presenza della continua e costante opposizione di Assemblea Sanvincenzina che, in un contesto del genere, in coerenza con il proprio programma ha utilizzando tutti gli strumenti disponibili nelle sedi istituzionali ammesse, denunciando alla pubblica opinione e alle istituzioni competenti possibili storture e contraddizioni.
Per qualche errore da noi eventualmente commesso e probabilmente ancor più per la graduale perdita di interesse interno ed esterno, non si è generato il ricambio di forze necessario affinché questa lista si ripresenti alle prossime amministrative.

Arrivati alla conclusione dell’esperienza di Assemblea Sanvincenzina resta in tutti noi l’amarezza di non aver saputo comunicare al meglio alla cittadinanza le idee alla base del nostro progetto. In molti ci hanno erroneamente definiti di sinistra o di destra non capendo, probabilmente per errore nostro e grazie alla campagna denigratoria degli avversari, la trasversalità delle persone all’interno del nostro gruppo. L’intento di una lista civica è quello di unire cittadini di tutte gli orientamenti politici, nazionali e non, in un gruppo che sappia tirare le somme a livello locale per un miglioramento del territorio.
Non vogliamo dimenticare però i risultati ottenuti: siamo orgogliosi di aver raggiunto, alle elezioni del 2014, il miglior risultato percentuale per una lista diversa da quella sostenuta dal PDS-DS-PD a San Vincenzo. Un traguardo notevole sopratutto se si considera che mai erano state presentate tre liste alternative alla maggioranza uscente.
Oltre alle iniziative e battaglie in Consiglio Comunale, grazie alle quali speriamo di aver ripagato la fiducia di tutti quei cittadini che ci hanno votato, siamo orgogliosi – nel nostro piccolo – di aver aiutato nella ricostruzione del tessuto sociale del nostro paese, tessuto che l’amministrazione nel corso degli anni ha tentato in tutti i modi di distruggere o imbrigliare nei famosi “serbatoi di voti”. È molto più semplice controllare o “condizionare” cittadini singoli che gruppi informati e compatti.

Anche se il consenso del “partitone” è calato vertiginosamente nel corso degli anni, i Sanvincenzini – fino a prova contraria – hanno sempre scelto democraticamente le amministrazioni che hanno governato il paese. È un’opinione diffusa che “ciascun elettorato abbia il governo che si merita”, dal canto nostro abbiamo sempre creduto di meritare di meglio. Ci auguriamo che in futuro i cittadini di San Vincenzo siano in grado di esprimere il loro voto scegliendo l’alternativa migliore per il nostro paese.

Concludiamo invitando tutti i cittadini, chi ci ha sostenuto e coloro che vogliono informarsi sull’azione amministrativa che il Gruppo Consiliare ha portato avanti in questi 5 anni di opposizione, all’assemblea pubblica di fine mandato di cui a breve daremo la data ufficiale».

Gruppo Consiliare di Assemblea Sanvincenzina

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.2.2019. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    22 mesi, 25 giorni, 15 ore, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it