VENTURINA: BUONA PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE DEL “GRUPPO 2019”

il pubblico nella sala grande della SEFI

Un momento del dibattito

Un momento del dibattito

Venturina (LI) – Buona partecipazione al primo incontro del “Gruppo 2019” che è stata superiore alle aspettative degli organizzatori che avevano prenotato la sala piccola della Sefi, e invece sono stati costrettia trasferirsi nel grande salone delle inaugurazioni del centro fieristico, riempito in buona parte dai presenti.  Il “Gruppo 2019” ha proposto un’alleanza trasversale promossa da Roberta Grassi e Nicola Bertini per poi sfociare in una possibile nuova lista civica per le prossime amministrative a Campiglia Marittima.

Il numeroso pubblico presente all’esordio venturinese del «Gruppo 2019» ha emozionato gli organizzatori che davvero non si aspettavano di dover organizzare, complice l’ambiente della sala grande, un vero e proprio “convegno” sul futuro del comune collinare in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno.

È stato ribadito dagli organizzatori che la finalità del gruppo resta quella di favorire una svolta nella conduzione dell’ente locale dopo molti anni di maggioranze dello stesso colore e che, a giudizio dei promotori, non riescono più a rispondere alle esigenze e ai bisogni delle popolazioni. Non comunque un organizzazione contro qualcosa o qualcuno ma una proposta alternativa. L’obbiettivo resta ambizioso e non facile ma oggi non più impossibile se perseguito con una larga coalizione e senza quei frazionamenti che, nel sistema elettorale dei piccoli comuni, favoriscono la forza politica più consistente indipendentemente dall’alta o bassa percentuale di consensi raccolti.

il pubblico nella sala grande della SEFI

La scelta di una lista civica, aperta ma senza caratterizzazioni partitiche, è stata indicata come lo strumento per partecipare al voto. Il gruppo in questo senso già ha raccolto le adesioni di personaggi della più varia estrazione politica. Come è emerso dai molti interventi, il cemento per tenere insieme le diverse tendenze è rappresentato da un programma realizzabile, costruito con la gente e fatto di pochi punti condivisi. La dimensione del Comune, non certo enorme, può favorire il progetto.

La presenza, all’incontro, di cittadini giunti anche dai paesi vicini ha confermato l’urgenza di una politica sovracomunale su cui il gruppo punta e che è stata giudicata assente nelle scelte delle maggioranze che governano le realtà locali. Non pochi i contributi su problemi come termalismo, gestione dei servizi essenziali, urbanistica.

Di sicuro un percorso di indubbio interesse che, se le cose andranno in porto come previsto, potrà essere utilizzato come esperimento pilota per gli altri comuni della Val di Cornia.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.10.2018. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 11 ore, 45 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it