PIOMBINO: SIDERURGIA, MAGONA ENTRA NEL “LIBERTY GROUP”

Piombino (LI) – La società Liberty, di proprietà britannica, parte del gruppo internazionale GFG Alliance di Sanjeev Gupta, ha annunciato oggi venerdì 12 ottobre un accordo condizionato per l’acquisizione di 4 acciaierie europee, che impiegano oltre 12.500 persone; ponendosi al centro dell’industria siderurgica del continente e rafforzando il suo ruolo globale nel settore. Le acquisizioni di acciaierie europee da parte di Liberty raddoppieranno la capacità produttiva globale del Gruppo.

In una transazione storica che porterebbe la capacità totale di laminazione di Liberty a oltre 15 milioni di tonnellate l’anno, il Gruppo ha presentato un’offerta vincolante per acquistare i principali stabilimenti integrati di ArcelorMittal a Galati in Romania e a Ostrava nella Repubblica Ceca, insieme ai laminatoi di Skopje in Macedonia e Piombino in Italia.

L’accordo è soggetto all’approvazione della Commissione europea e ad altre procedure locali, incluse le consultazioni con i consigli di fabbrica locali ed europei.

L’aggiunta di questi importanti hub siderurgici incrementa di più del doppio la capacità produttiva globale di Liberty nel settore dell’acciaio; Liberty ha già una posizione forte nel Regno Unito quale fornitore di acciaio e alluminio per i settori automobilistico, aviazione e ingegneria specializzata e in Australia quale fornitore di acciaio per l’edilizia e le infrastrutture. Inoltre, il Gruppo produce acciaio negli Stati Uniti per diversi settori, tra cui quello automobilistico.

I nuovi stabilimenti europei incrementerebbero la capacità produttiva di Liberty in una gamma completa di prodotti piatti e lunghi e preparerebbe la strada all’ulteriore sviluppo da parte del Gruppo dei suoi modelli di produzione primaria e sostenibile GREENSTEEL nel cuore industriale del continente.

L’annuncio di oggi fa seguito alla recente presentazione del programma di investimenti di Liberty in Francia, dove la società ha acquisito l’ultimo produttore di ruote di alluminio del Paese e ha stipulato un accordo per acquistare la più grande fonderia di alluminio di Dunkerque; un accordo commerciale che dovrebbe essere completato a breve.

Liberty si è assicurata lo status di offerente privilegiato per gli stabilimenti europei di ArcelorMittal rispetto alla concorrenza di altri produttori, dopo che la società ha messo in vendita gli attivi redditizi nell’ambito di un accordo con le autorità garanti della concorrenza dell’UE per sgomberare il campo all’acquisto da parte sua del gigante italiano dell’acciaio, ILVA, il più grande produttore europeo di acciaio al carbonio piatto.  Liberty ha collaborato strettamente con ArcelorMittal per predisporre una transazione che soddisfi le esigenze della Commissione dell’UE e crei un futuro sicuro per queste aziende all’interno dell’Alleanza GFG.

Dopo la conclusione, Liberty intende continuare a investire nelle attività – che hanno già molti impianti all’avanguardia – e raggiungere una maggiore competitività con una produzione a basse emissioni di carbonio e una più stretta integrazione con la produzione a valle a valore aggiunto, come parte della sua strategia GREENSTEEL.

Inoltre, Liberty e più in generale il Gruppo GFG mirano a sviluppare stretti rapporti di lavoro con i rispettivi governi, i sindacati e altri soggetti locali interessati, al fine di ottimizzare il valore delle attività siderurgiche per le economie regionali e nazionali.

Il Presidente Esecutivo di GFG Alliance, Sanjeev Gupta, ha dichiarato: “Sono lieto di annunciare questa transazione storica, la nostra più grande pietra miliare fino ad oggi. Queste acquisizioni raddoppierebbero quasi il numero di dipendenti e la nostra capacità produttiva globale, dandoci una presenza eccezionale nel cuore delle principali aree produttive europee. Intendiamo lavorare con i partner locali per posizionarci in modo solido nelle catene di fornitura interne di queste economie nazionali  in forte espansione, per diventare parte integrante di un fiorente settore industriale europeo. Si tratta di risorse di alta qualità, con personale molto competente che non vediamo l’ora di accogliere in GFG Alliance”.

I 4 siti del pacchetto hanno una capacità di laminazione combinata di circa 8 milioni di tonnellate l’anno e darebbero a Liberty la possibilità di fornire una gamma completa di prodotti finiti di acciaio, tra cui: lastre, coil a caldo, coil a freddo, lamiere zincate, lastre di stagno, barre, vergelle e rotaie. Gli impianti servono il mercato interno e il più ampio mercato europeo, tra cui i settori automobilistico, delle costruzioni, dei macchinari industriali, del petrolio e del gas.

Jay Hambro, Direttore investimenti di GFG Alliance ha dichiarato: “Dopo le approvazioni relative a questa transazione, GFG Alliance avrà una serie di nuovi hub globali in Europa. Queste acciaierie europee sono attività altamente performanti dotate di attrezzature moderne, ottimi collegamenti di trasporto con i mercati principali e forze lavoro molto competenti. C’è un enorme potenziale di espansione, di ulteriore modernizzazione e di applicazione della strategia GREENSTEEL di GFG”.

“Dopo il nostro ingresso in questi Paesi come produttori di acciaio, ci auguriamo di lavorare con i partner per introdurre altre attività di GFG. Siamo impazienti di esplorare le opportunità per i team responsabili delle infrastrutture e delle risorse di SIMEC nel settore delle energie rinnovabili e i nostri team dei servizi finanziari di Wyelands e gli esperti nel settore immobiliare di JAHAMA nell’ambito di un’offerta globale di GFG”.

Fonte: Liberty group

_________________________________

Liberty fa parte dell’Alleanza GFG, un gruppo globale nel settore dell’energia, dell’attività estrattiva, dei metalli, dell’ingegneria, della logistica e dei servizi finanziari, con sede centrale a Londra e hub aggiuntivi a Dubai, Hong Kong, Singapore, Sydney, Parigi e New York e una presenza in circa 30 Paesi  in tutto il mondo. L’Alleanza, che ha una forza lavoro complessiva di circa 14.000 persone e un fatturato superiore a US$ 15 miliardi, comprende aziende industriali e metallifere integrate sotto l’insegna “Liberty”;  un gruppo specializzato nei settori delle risorse, dell’energia, dei trasporti e delle infrastrutture sotto l’insegna “SIMEC”; Wyelands; un ramo che si occupa di servizi finanziari e bancari, nonché un ramo che si occupa del settore immobiliare, JAHAMA Estates.

www.libertyhousegroup.com

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.10.2018. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 20 giorni, 7 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it