RIMATERIA. L’ASSEMBLEA VOTA LA CESSIONE DEL 30% A UNIRECUPERI

Lo slogan di rimateria

Piombino (LI) – Con una nota del comune di Piombino (capofila di ASIU con il 61,8% di azioni) viene Confermata la cessione del 30% delle quote di Rimateria a Unirecuperi e la nomina di Carnesecchi come nuovo presidente dell’azienda. Leggiamo insieme.

Autorizzata la cessione del 30% di Rimateria a Unirecuperi srl di Reggio Emilia, una società che si occupa di intermediazione nello smaltimento dei rifiuti. Come annunciato già da diversi giorni, questa mattina l’assemblea dei soci di Rimateria ha votato il passaggio delle quote, alla presenza dei sindaci, o loro delegati, del Comune di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Suvereto.

Per Piombino era presente l’assessore al bilancio Ilvio Camberini mentre erano assenti i Comuni di Castagneto Carducci e Sassetta. La cessione è stata votata da tutti i presenti ad eccezione del Comune di Suvereto che si è astenuto.

Contemporaneamente, con le dimissioni per pensionamento di Valerio Caramassi, è stato votato il nuovo presidente dell’azienda nella persona del direttore amministrativo Claudia Carnesecchi, con il mandato di portare a compimento il progetto Rimateria, finalizzato al completamento del risanamento economico dell’0azienda e la messa in sicurezza delle aree limitrofe a Ischia di Crociano.

Dopo la cessione di questa prima quota azionaria a Unirecuperi, è attualmente in corso inoltre la procedura di gara per la vendita di un altro 30%.

Al bando di gara si sono presentate diverse aziende, di cui tre dichiarate ammissibili. In questa fase è in corso la definizione delle procedure della trattativa d’acquisto che dovrà portare alla scelta di un’unica azienda.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.9.2018. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 22 giorni, 7 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it