BEZZINI: LA CREDIBILITA’ DELLE ISTITUZIONI E’ IL PRESUPPOSTI DELLA FIDUCIA

la consigliera comunale di Piombino Carla Bezzini

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo un commento di Carla Bezzini sulla vicenda della Fideiussione stipulata da RImateria. Vista la delicatezza dell’argomento pubblichiamo l’intervento integralmente.

«In un recente comunicato pubblicato su Stilelibero il 19 luglio avevo posto alcuni interrogativi circa l’affidabilità sella SpA Finworld , l’intermediario garante  per RiMateria  presso la Regione Toscana.

Questa società romana, infatti, risultava  attenzionata da alcuni anni:  già  la Banca Centrale della Repubblica di San Marino aveva  revocato alla società finanziaria,  in regime di sospensione degli organi amministrativi, l’autorizzazione all’esercizio di attività riservate disponendone contestualmente la liquidazione coatta amministrativa. Nel 2016 la Banca d’Italia aveva  l’aveva cancellata dal Registro dei Soggetti Autorizzati,  perchè più volte segnalata come “a rischio”.

In seguito a un ricorso e dietro presentazione di una garanzia rilasciata da un altro intermediario autorizzato, la società era  stata nuovamente iscritta al registro, ma con riserva. Fino a quando questa fideiussione   non è risultata falsa.

Di recente ,  il 5 giugno 2018 , una societa’ calabrese che  gestisce  contributi europei,  aveva comunicato  di non accettare  fidejussioni rilasciate da Finworld  e la Gazzetta dello Sport il 14 luglio 2018   aveva  denunciato  alcune  fideiussioni false  garantite ad una decina di club di C dalla società di intermediazione finanziaria

I dubbi che avanzavo sono stati confermati dalla sentenza emessa l’ 11 luglio 2018 dal Consiglio di Stato,  che accogliendo la  richiesta della Banca d’Italia, ha pubblicato un’ordinanza con la quale ha di nuovo negato a Finworld l’autorizzazione per l’iscrizione nell’albo degli intermediari finanziari.  Firworld  pertanto  non è autorizzata a rilasciare fidejussioni.

Questo è un primo, gravissimo elemento.

Ma non basta, perché il presidente di RiMateria  ha  dichiarato (https://www.stileliberonews.org/fideiussione-finworld-la-parola-) di aver ottenuto la polizza fideiussoria di Finworld il 10 luglio 2018,  quando ancora non era stata emessa la sentenza del Consiglio di Stato.  Pertanto, al netto delle perplessità che legittimamente sorgono dall’aver fatto ricorso ad una società  da anni nell’occhio del ciclone e sulla cui affidabilità  era facile  nutrire giustificate riserve, si impone un altro dato, ancora più grave: la polizza fideiussoria era già  stata rilasciata e pagata  da RiMateria , quando in sede di consiglio comunale la giunta ha portato in approvazione la delibera, nella quale si leggeva “Considerato che le prospettate difficoltà finanziarie….potrebbero comportare l’impossibilità di contrarre la polizza fideiussoria a favore della Regione Toscana, relativamente ai costi di gestione….”.

Non  dicendo che la cifra era già stata anticipata, non si è detta la verità ai consiglieri ai quali si chiedeva un voto di approvazione.  E questo è  politicamente piuttosto grave. Tra l’altro,  quando la delibera è stata portata  in consiglio per l’approvazione, la società Finworld  era già stata cancellata dall’albo,  mente nella delibera  è scritto “ il comune di Piombino concede alla SpA Rimateria una anticipazione di  cassa di euro 350.000 per pagare in parte alla società Fimworld spa con sede a Roma ed iscritta all’Elenco Speciale …….tenuto presso la Banca d’Italia, la polizza ….” . Altra cosa non rispondente alla verità.

La credibilità delle istituzioni è il presupposto della fiducia».

Un’Altra Piombino

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.7.2018. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 20 giorni, 0 ore, 3 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it