PIOMBINO: CRIMINALITA’, LEGA E COMITATI INVITANO A NON SOTTOVALUTARE RISCHI

Potenti - Vaccaro - Biasci

il SIN di Piombino e la futura estensione di Rimateria

Piombino (LI) -Verso le 2,30 della notte tra il 3 e il 4 Luglio caos in un bar di via della Repubblica con i carabinieri allertati nel cuore della notte chiamati per intervenire nei confronti di un un 44enne marocchino completamente ubriaco, disoccupato e pluripregiudicato che stava spaccando tutto quello che trovava, dopo aver aggredito prima la la barista del locale.

L’uomo è stato arrestato per i reati di danneggiamento, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Su disposizione del p.m. di turno è poi stato trasferito presso il carcere Le Sughere di Livorno.

Potenti – Vaccaro – Biasci

Dura condanna da parte della LEGA nelle persone dell’On. Manfredi Potenti e del consigliere Regionale Roberto Biasci per l’ennesimo caso di extracomunitari ubriaci e violenti che è accaduto in questa città nel giro di pochissimo tempo.

«Esprimo tutta la mia vicinanza – commenta l’On. Manfredi Potenti – alla barista e alle Forze dell’ ordine intervenute. Infatti, all’ episodio, già di per sé gravissimo, si aggiunge la resistenza all’ arresto. Ciò dimostra ancora di più la necessità di attuare quanto prima opera di allontanamento di tutti i soggetti irregolari dal nostro territorio, senza se e senza ma.
Dobbiamo dotare la Toscana di un centro di permanenza per i rimpatrii, al fine di accelerare il già complesso iter da seguire per espellere chi non ha nessun diritto di trovarsi sul nostro territorio.
Infine, massima sorveglianza del territorio stesso e sostegno alle forze di Polizia con il rafforzamento in uomini e mezzi (quali, tra gli altri, la pistola elettrica), tutto ciò unito ad una più efficace operatività».

«Tutti questi fatti criminosi c’inducono a pensare che a Piombino vi sia un effettivo e serio problema legato ad un incremento di fatti delinquenziali che non devono essere assolutamente minimizzati», ha invece commentato Roberto Biasci. «E’ evidente che questi episodi di pura criminalità debbano venire fronteggiati con la massima determinazione e prontezza. Non è accettabile che gente pericolosa come il citato protagonista della devastazione di un bar, possa girare tranquillamente per la città, diventando un vero e proprio potenziale pericolo per gli abitanti. Ci auguriamo, – ha concluso Biasci – che gli venga comminata una pena adeguata e che le Istituzioni locali sappiano interpretare velocemente questi deleteri segnali».

________________________

RIPORTIAMO CON L’OCCASIONE ANCHE LA NOTA DEL COMITATO SICUREZZA

«Non sono passati che pochi giorni dalla aggressione a scopo di rapina nei confronti della signora Castaldi titolare della tabaccheria in corso Italia che ci troviamo a commentare ancora un altro caso di aggressione e danneggiamento. Stavolta a rimetterci è stato il proprietario di un bar in via della repubblica, malmenato quando è intervenuto per fermare un marocchino ubriaco che aveva iniziato a distruggere tutti gli arredi del suo locale, al punto che son dovute intervenire le forze dell’ordine  per fermare l’uomo ma anche loro hanno subito  calci e pugni.

Una volta bloccato, il malvivente è stato condotto al comando dei Carabinieri di via G. Bruno e quindi tradotto al carcere delle sughere a Livorno dove è risultato essere appunto un marocchino di 44 anni irregolare, disoccupato, nonché pluripregiudicato. Dal nostro punto di vista noi continuiamo a sostenere la necessità di interventi continui e decisi con tutto quello che possiamo mettere in campo, contro qualsiasi forma di delinquenza, e da qualunque parte essa provenga, non vogliamo assolutamente che la nostra città finisca sempre più spesso nelle pagine di cronaca nera».

COMITATO SICUREZZA PIOMBINO

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.7.2018. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 13 giorni, 3 ore, 33 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it