CAMPIGLIA: FOTOTRAPPOLE, OLII ESAUSTI E ISPETTORI AMBIENTALI PER I RIFIUTI

Campiglia M.ma (LI) – Per il 2018 il comune di Campiglia ha affidato a Sei Toscana servizi opzionali rispetto al contratto di servizio per impegnando complessivamente € 33.080,30 più Iva (40.357,96). Una cifra importante che mira a migliorare la qualità ambientale con azioni di bonifica e di prevenzione. La novità è senz’altro rappresentata dalle cosiddette “fototrappole” per contrastare la deleteria abitudine all’abbandono di rifiuti nei luoghi più disparati e vicino ai cassonetti.  Una voce di spesa tutto sommato modesta dalla quale si attendono però risultati molto positivi e un risparmio effettivo di risorse che ora sono impiegate come costi aggiuntivi del servizio per la rimozione degli abbandoni.

E’  infatti  di 7.625,00 euro compresa iva la somma con cui si attiva il servizio di prevenzione, ispezione e vigilanza ambientale con dispositivi di videosorveglianza. Per lo svolgimento dell’attività di sorveglianza il comune ha istituito attraverso un decreto del sindaco la figura dell’ ispettore ambientale che, pur non avendo la qualifica di agente di polizia giudiziaria, potrà emettere sanzioni amministrative se riscontrerà violazioni dei Regolamenti e delle Ordinanze comunali per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

Gli ispettori ambientali per il territorio comunale di Campiglia saranno quattro persone con funzione di pubblico ufficiale. Le loro mansioni consisteranno nel presidiare e nel controllare lo stato dell’igiene ambientale per quanto concerne i rifiuti a livello territoriale, ma controlleranno anche i conferimenti dei rifiuti nella rete articolata dei vari contenitori e al di fuori degli stessi, intervenendo nei confronti dei soggetti che non rispettano le prescrizioni del regolamento vigente. Poi gli ispettori si occuperanno del controllo delle modalità di svolgimento del servizio in generale, segnalando ai settori operativi le situazioni di degrado e/o pericolo, nonché particolari concentrazioni di rifiuti che richiedano tempestivi interventi supplementari; infine sarà loro compito essere porsi come punto di riferimento informativo e di prevenzione agli utenti civili, industriali, artigianali e commerciali. Insomma quella dell’ispettore ambientale è una figura complessa che nasce con compiti che vanno ben al di là della repressione e della sanzione, ma che mira a raggiungere l’obiettivo di un ambiente di vita sempre più decoroso e alla formazione di utenti consapevoli e responsabili.

Disinfestazione, derattizzazione, smaltimento amianto

Gli altri servizi opzionali che il comune di Campiglia ha affidato a Sei Toscana sono già conosciuti dai cittadini e già attivi negli anni passati;  riguardano la disinfestazione anti zanzare e la derattizzazione della rete fognaria e degli edifici comunali e scuole; si interviene con interventi antilarvali e adulticidi per la somma di 17.830,30 euro più Iva. Infine, altro servizio di evidente importanza, la rimozione di manufatti in cemento amianto per la quale è stata prevista la somma, esclusa Iva, di 9.000,00 euro.

_______________________________

VENTURINA: OLI ALIMENTARI ESAUSTI: DAL 23 APRILE LA RACCOLTA

Mercoledì 23 aprile saranno aperte tre postazioni di raccolta oli alimentari esausti inserite nei centri commerciali Coop di Campiglia M.ma e Venturina Terme e Conad in Venturina Terme. Le inaugurazioni si svolgeranno la mattina secondo questi orari: alle 10.30 presentazione della postazione alla Coop di Campiglia in via Burattelli. Alle 11.30 al Centro Commerciale Coop di via Don Sturzo a Venturina e alle 12.30 inaugurazione del punto di raccolta al Centro Commerciale La Monaca, in via dell’Agricoltura, all’ingresso del supermercato Conad di Venturina.

All’inaugurazione saranno presenti la sindaca di Campiglia e la giunta, rappresentanti di Sei Toscana, dei centri commerciali aderenti e della Calussi Srl che gestirà la parte operativa. L’attivazione di questo servizio rappresenta un importante passo in avanti verso la sensibilizzazione dei cittadini nei confronti di un tema che frequentemente è trattato in maniera esclusivamente astratta.

Afferma l’assessore Viola Ferroni: “L’attenzione verso l’ambiente, il riuso dei materiali e il concetto di rigenerazione degli stessi per nuovi usi, può attecchire nell’opinione pubblica e nelle buone pratiche quotidiane dei cittadini soltanto se supportato da un’adeguata rete di servizi che devono essere semplici da utilizzare e facilmente raggiungibili dai cittadini”. Per questo motivo e in questo senso va la decisione di installare i punti di raccolta per gli oli di origine alimentare esausti nei centri commerciali del Comune.

Il sindaco Rossana Soffritti, l’assessora Ferroni e la giunta, esprimendo soddisfazione per l’avvio del servizio affermano: “Alla società Unicoop Tirreno ed Etrusca Srl Conad va il ringraziamento dell’amministrazione comunale per essere importanti partner di questo servizio promosso in sinergia con Calussi Srl e con Sei Toscana; le finalità sono rispett are l’ambiente, risparmiare e dimostrare attenzione verso un tema che a livello mondiale rischia di avere importanti conseguenze”.  “Invitiamo tutti i nostri cittadini a usufruire dei punti di raccolta di oli alimentari esausti – aggiungono – e a partecipare all’inaugurazione delle postazioni dove si potranno avere anche utili informazioni e approfondimenti”.

“Sei Toscana ha affidato il servizio specifico di raccolta dell’olio alimentare esausto ad aziende specializzate – dice Roberto Paolini, presidente di Sei Toscana – garantendo ai cittadini un servizio efficiente e con l’obiettivo di trasformare in risorsa qualcosa che, ancora oggi, viene considerato prevalentemente un rifiuto. L’attivazione di questi nuovi punti di raccolta darà un’ulteriore possibilità ai cittadini di conferire il rifiuto in modo corretto. E’ da sottolineare che il costo del servizio non ha alcuna ripercuss ione sulla tariffa perché si remunera direttamente con la produzione di energia proveniente dall’olio raccolto”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.4.2018. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 2 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it