METROPOLITAN: AL VIA LA STAGIONE TEATRALE, 660 GLI ABBONATI


Lucia-Poli-Milena-Vukotic-Sorelle_Materassi

Piombino (LI) – Successo anche quest’anno per la campagna abbonamenti alla stagione teatrale proposta da Fondazione Toscana Spettacolo e assessorato alla cultura del Comune di Piombino. Quasi 660 abbonamenti, oltre 50 abbonamenti in più rispetto ai numeri già da record della scorsa stagione. Un risultato importante per quello che si conferma come uno degli eventi culturali di riferimento non solo per Piombino, attraendo abbonati e pubblico da un ampio territorio.

Una novità di questa stagione è la proposta, per alcuni spettacoli quali Sorelle Materassi, Il Padre e Sogno di una notte di mezza estate, del babysitting teatrale; i genitori potranno portare i bambini dai 3 anni in su presso gli spazi di “Prendi l’ Arte e mettila ovunque”, in via Giuseppe Garibaldi 17-21, a pochi passi dal teatro. Qui parteciperanno a laboratori teatrali, espressivi, letture e tanto altro, mentre i genitori si godranno lo spettacolo teatrale. Il servizio è totalmente gratuito, promosso e coordinato da Jonathan Retico, promotore di Fondazione Toscana Spettacolo. Una proposta recente anche all’estero, ancora poco diffusa in Italia; Piombino sarà la terza realtà in Toscana a fornire questo servizio. Per info e contatti jretico@comune.piombino.li.it – 345 77 65 944.

Confermato il ciclo di incontri  “Prima dello spettacolo” a cura di Pablo Gorini, ogni sabato prima dello spettacolo (esclusi gli ultimi due, Vangelo secondo Lorenzo e Una festa esagerata!), presso la Biblioteca Civica Falesiana ore 17 (ingresso libero).

Da martedì 14 novembre sarà possibile acquistare in prevendita sul sito www.boxol.it e presso il circuito boxoffice (per info sulle rivendite in zona 055 210804) i biglietti per tutti gli spettacoli teatrali della stagione.

Si parte lunedì 20 novembre alle 21 al Teatro Metropolitan con Sorelle Materassi, tratto dal capolavoro di Aldo Palazzeschi con il taglio esemplare del riadattamento drammaturgico di Ugo Chiti, per l’ elegante e sensibile regia di Geppy Gleijeses. Protagoniste Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati, tra le maggiori interpreti teatrali e cinematografiche della nostra tradizione attoriale. Siamo nei primi anni del ‘900, a Firenze. Le sorelle Teresa, Carolina e Giselda trascorrono una vita tranquilla insieme alla domestica di casa, Niobe. Teresa e Carolina, nubili, abilissime sarte, vivono cucendo corredi da sposa e biancheria di lusso per la benestante borghesia fiorentina; Giselda, respinta dal marito, tende a vivere una vita più appartata. Tutto procede quietamente fino a quando nella casa arriva Remo, giovane figlio di una quarta sorella morta ad Ancona. Pieno di vita, il nipote diventa ben presto l’oggetto di ogni attenzione e cura da parte delle donne che cercano di soddisfarne i capricci. Ma questi mettono sempre più a rischio l’equilibrio di casa, come intuisce Giselda le cui parole però rimangono inascoltate.

Sabato 17 novembre alle ore 17 presso la Biblioteca Civica Falesiana appuntamento con Prima dello spettacolo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.11.2017. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    4 mesi, 21 giorni, 7 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it