CONTRIBUTI AFFITTI. CALANO LE RISORSE, DIMINUISCONO LE DOMANDE

Scorcio del Comune di Piombino

Piombino (LI) – Pubblicate le graduatorie provvisorie per l’assegnazione dei contributi a integrazione dei canoni di affitto per il 2017. Sono 266 le domande ammesse, 61 in meno rispetto al 2016,  di cui 228 in fascia A e 18 in fascia B, 20  gli esclusi per mancanza di requisiti o per irregolarità nella presentazione della domanda. Quest’anno, per la prima volta, si registra un sensibile calo delle domande per il costante e ingente calo delle risorse messe a disposizione dallo Stato. Dal 2015 infatti i contributi statali su questa misura sono stati annullati incidendo fortemente sull’ammontare complessivo messo a disposizione solo da Regione e Comune.

Dai 319.785 euro messi a disposizione con risorse statali, regionali e comunali nel 2014, di cui 90mila euro del Comune, siamo passati a 230.236 euro nel 2015 (solo risorse regionali e comunali di cui 96mila da parte dell’amministrazione locale), e ai 132.000 del 2016, di cui 35mila di risorse comunali.

Se nel 2014 il contributo veniva erogato a 200 cittadini, nel 2016 è stato possibile soddisfare le esigenze di 77 famiglie soltanto.

Ancora non si conosce l’importo complessivo che verrà messo a disposizione per il 2017  né quello assegnato al Comune di Piombino dalla Regione Toscana ma c’è da temere un’ulteriore diminuzione.

“Siamo preoccupati per una situazione che, a fronte di un’erosione continua di risorse da parte degli organi centrali, vede un evidente peggioramento delle condizioni economiche e sociali di molte famiglie – afferma l’assessore alle politiche sociali Margherita Di Giorgi – Un segnale evidente è l’aumento delle richieste di aiuto di famiglie sottoposte a provvedimento di sfratto. Attualmente ne abbiamo 35, anche se gli sfratti in città saranno sicuramente in numero superiore. anche se gli sfratti in città saranno sicuramente in numero superiore. Il  Comune è impegnato a fronteggiare queste difficoltà con il massimo sforzo e con la volontà di venire incontro ai bisogni delle famiglie più in difficoltà, mettendo in campo canali diversi di sostegno ””

Il contributo erogato agli aventi diritto sarà riferito al 2017 e non potrà superare i 3.100 euro per i richiedenti in fascia A e di 2.325 euro per quelli inseriti in fascia B, con possibilità di una riduzione per soddisfare il maggior numero di richieste. La fascia A, che ha priorità in graduatoria, è costituita da quelle famiglie i cui redditi (dichiarazione redditi 2016) siano uguali o inferiori all’importo corrispondente a due pensioni minime Inps 2017 e cioè pari a 13.049,14 euro ISE, e con una incidenza del canone non inferiore al 14% sul reddito. Nella fascia B rientrano le famiglie con valore ISE massimo di 28.301,02 euro, incidenza del canone non inferiore al 24%, valore ISEE non superiore a 16.500 euro.

Le graduatorie rimarranno in pubblicazione sul sito internet del Comune, www.comune.piombino.li.it,  fino al 20 settembre per consentire eventuali ricorsi.  Sono consultabili anche presso l’Ufficio Politiche Sociali nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13,00 e presso l’URP del Comune di Piombino tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.

Info: tel. 0565 63388; 63287;Urp 0565 63274

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.9.2017. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 21 giorni, 2 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it