PIANO COSTA: ROSSI «SUBITO RISORSE PER I PROGETTI»

Rossi con il Presidente dell’A. Portuale di Livorno

FIRENZE – “Il Piano strategico per lo sviluppo della costa è un tassello importante che si innesta nella nostra quotidiana azione di governo. E troverà attuazione già a partire da quest’anno grazie al lavoro svolto in questi mesi dal Consiglio, dalla Giunta e dagli uffici della Regione. Un lavoro che si aggiunge a quello già previsto dal PRS e dal bilancio, a cominciare dai porti”.

Il presidente Enrico Rossi sottolinea il valore del Piano approvato nel marzo scorso e che fin dalla prossima variazione di bilancio e dal Defr 2017, come ha spiegato nell’audizione di oggi nella Commissione istituzionale l’assessore al bilancio Vittorio Bugli, potrà contare sulle prime risorse per avviare progetti pilota.

“Riunificare le due Toscane, quella del centro e quella della costa – continua -, resta uno dei principali obiettivi che ci siamo prefissi per questa legislatura. Per questo mettiamo in campo nuovi strumenti e ulteriori risorse per attrarre investimenti e creare posti di lavoro nell’area più debole e sofferente della nostra Regione. Questo Piano – sottolinea ancora Rossi – darà impulso e velocizzerà azioni importanti, come quella sull’unificazione dei poli tecnologici: quello della costa, infatti, diventerà un polo unico di area vasta, in grado così di essere più competitivo”.

“Sul fronte dell’economia circolare, come previsto dal Piano Regionale di Sviluppo, prendiamo un impegno pluriennale, con 500mila euro disponibili già in questo bilancio e un impegno per il finanziamento delle azioni negli anni 2018 e 2019. Cercheremo inoltre di stimolare il turismo dell’area costiera e dell’arcipelago con un finanziamento di un milione di euro sul 2017.
Infine – conclude Rossi -, d’intesa con il Governo, proseguiremo il lavoro sulle bonifiche“.

Print Friendly
Scritto da il 11.5.2017. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 6 giorni, 16 ore, 48 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it