AL VIA IL BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DELLE AREE PRODUTTIVE IN COLMATA

Piombino (LI) – E’ in pubblicazione l’avviso finalizzato all’individuazione delle imprese cui assegnare i lotti del P.I.P. Ambito Produttivo di Colmata per una superficie complessiva di 63.950 mq, Un’area produttiva ecologicamente attrezzata (APEA) destinata all’insediamento di attività economiche e gestita da un unico gestore,  che con la partecipazione delle imprese insediate gestisce le regole e governa la gestione ambientale dell’area.

In questo caso il soggetto unico dell’area è “La Contadina Toscana”, una società cooperativa onlus, parecchio discussa sulla cronaca locale, che nell’agosto 2013 aveva avanzato all’amministrazione comunale una proposta volta a promuovere l’attuazione dell’Apea facendosi carico della verifica di fattibilità dell’iniziativa. Sulla base di una convenzione quadro con il Comune di Piombino sottoscritta nel 2014, la “Contadina Toscana” aveva poi presentato gli elaborati del PIP di Colmata. Il piano è stato poi approvato nel febbraio scorso e prevede il raggiungimento di tutte le prestazioni di carattere ambientale necessarie per la qualificazione dell’area produttiva come APEA.

I soggetti interessati a partecipare, e in possesso dei requisiti richiesti, dovranno presentare domanda entro il 10 febbraio 2017 esclusivamente via PEC indirizzata a “La Contadina Toscana” Società Cooperativa Sociale ONLUS, via Francesco Bonaini n. 69, 56125 – PISA, PEC lacontadinatoscana@pec.it, indicando in oggetto la dicitura: “Procedura Selettiva di Aziende per l’Assegnazione di Aree Destinate ad Attività Economico Produttive nell’ambito APEA Piombino”.

Dovranno essere allegati poi una richiesta di assegnazione dell’area, il certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. , la proposta progettuale contenente una relazione descrittiva dell’intervento proposto, di non più di due cartelle, una scheda tecnica dell’azienda , un deposito cauzionale, da costituire tramite assegno circolare di importo pari a un euro per ogni metro quadro di superficie opzionato, a garanzia dell’assolvimento degli obblighi assunti con la presentazione della domanda. L’importo del deposito cauzionale verrà restituito con la stipula del contratto di assegnazione.

I singoli lotti da assegnare saranno individuati successivamente alla procedura comparativa in funzione del numero delle domande pervenute e delle esigenze produttive delle aziende.

Le aree sono destinate ad uso artigianale, di servizio e commerciale, con esclusione della

distribuzione alimentare. Le aree da destinare ad uso commerciale potranno coprire al massimo il 30% del totale delle aree in assegnazione. La superficie fondiaria minima richiedibile è di 2.000 mq, con superficie coperta minima non inferiore al 30% e comunque non inferiore a 1000 mq. Nel caso l’azienda necessiti di una superficie minore potrà presentare la domanda in associazione con altre imprese per raggiungere il parametro minimo sopra espresso.

“Si tratta di una seria opportunità per lo sviluppo di nuovi comparti produttivi nel nostro Comune – ha detto l’assessore Stefano Ferrini – Le aree saranno assegnate in diritto di proprietà consentendo alle aziende di accedere a finanziamenti per gli investimenti necessari”.

Tutte la aree Apea avranno la stessa tariffa, garantendo un’omogeneità. Le opere di urbanizzazione saranno a carico della società “La contadina” negli interventi del primo stralcio funzionale, mentre saranno a carico dell’amministrazione comunale quelle del 2 e 3 stralcio. L’operazione permetterà inoltre di beneficiare di una parte degli otto milioni messi a disposizione dalla Regione per lo sviluppo delle piccole e medie imprese, che saranno utilizzati per opere di infrastrutturazione dell’area. “

Il bando può essere scaricato dal sito: www.apeapiombino.eu

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.1.2017. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 19 giorni, 4 ore, 32 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it