NON DIMENTICHIAMOCI DEL MILIONE E MEZZO SU POPULONIA

RIFONDAZIONE: ANCORA NOVITA’ SU POGGIO ALL’AGNELLO

La maggioranza, al secondo tentativo, è  riuscita a far approvare la delibera sulla variante urbanistica di Poggio all’Agnello.  Gia più di un anno fa dicemmo che era una variante ad aziendam,  concepita ad uso e consumo della società  Immobiliare Milanese proprietaria della struttura.

Rispetto al consiglio  di lunedì scorso la maggioranza, venerdì,   ha portato un emendamento con cui ha eliminato la costruzione della strada da Poggio all’Agnello alla Principessa, dallo scorporo degli oneri di urbanizzazione dovuti dall’Immobiliare Milanese. Quindi 1.400.000 euro verranno risparmiati dall’Amministrazione che potrà impiegarli in opere per il Quartiere Populonia.

Precisiamo subito che è  dovere delle opposizioni far cadere il numero legale allo scopo di evidenziare l’incapacità della maggioranza di governare, e tale dovere è tanto più  stringente quando è  chiaro che il provvedimento è  gravemente sbagliato.

In questo caso poi quella mossa, insieme tutta la discussione critica condotta dalle opposizioni sugli errori della variante, a partire proprio dai costi della strada, è  servita a costringere l’Amministrazione a fare quell’emendamento e a riportare così  1.400.000 euro a disposizione della comunità  invece che del privato. E non è  poco.

Rifondazione Comunista, Circolo “V.Corallini” Piombino

______________________________

GELICHI: UN MILIONE E 400 MILA EURO A POPULONIA

Riccardo Gelichi

Un milione e quattrocentottanta mila euro da spendere in opere pubbliche nel quartiere di Populonia, questa la novità del nuovo dibattimento sulla variante di Poggio all’Agnello, dopo la precedente sospensione, dovuta all’abbandono dell’aula consiliare da parte delle minoranze.

La spaccatura all’interno della maggioranza sull’argomento verteva prevalentemente sulla destinazione degli oneri di urbanizzazione per la parziale trasformazione della struttura in appartamenti : 1 milione e 480 mila euro destinati in origine come contributo straordinario per la realizzazione della nuova viabilità d’accesso al complesso di Poggio all’Agnello; con l’emendamento il contributo viene stralciato e trova una nuova destinazione come opere pubbliche per la comunità di Populonia.

Lo garantisce, atti alla mano, la Presidente Bruna Geri, ma l’annuncio dell’emendamento e le motivazioni, erano già state esposte prima da Filacanapa e da Mosci; un emendamento che in qualche modo sembra sanare le divergenze interne alla compagine amministrativa.

Pur rimanendo contrari all’essenza della delibera, di fatto e’ risultato molto utile da parte delle minoranze aver evidenziato contraddizioni e spaccature dentro la maggioranza, pur con gesti plateali abbiamo contribuito a spostare una bella somma alla comunità di Populonia. Anche per noi è stata una bella sorpresa. Resta ora solo la necessità che i residenti di Populonia si ricordino bene la cifra che stanno per mettere in cassa, pretendendo che questa sia spesa tutta e   bene in opere utili.

Riccardo Gelichi
Portavoce Lista Civica Ascolta Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.12.2016. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 16 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it