NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 20 AGOSTO 2016

GELICHI: TRATTASI DI DISCARICA PER RIFIUTI PERICOLOSI

Riceviamo da Riccardo Gelichi Portavoce della Lista Civica Ascolta Piombino

«Nel caldo di agosto la Regione Toscana approva l’ampliamento e la specializzazione dell’attuale discarica di Ischia di Crociano, variante 4.  Il passaggio di Asiu in Rimateria e la sua ricapitalizzazione sono “un momento storico”, ci comunicano dal Comune Chiarei e Giuliani, un’enfasi che ci meraviglia, ma di cosa si tratta?

Una delle poche cose che vedremo veramente realizzate a Piombino è quasi banale: trattasi di 70.000 metri cubi per il conferimento di amianto e 70.000 metri cubi per il conferimento di rifiuti pericolosi che si aggiungono all’attuale discarica. Quindi, non più rifiuti urbani e speciali, ma amianto e pericolosi.

Le giustificazioni sono le dismissioni e le bonifiche del sito industriale di Piombino, ma tutti sanno molto bene che: “…la gestione dei rifiuti speciali come quelli in oggetto, a differenza dei rifiuti di provenienza urbana, sono lasciati al libero mercato e alla scelta imprenditoriale privata e non sono soggetti alla pianificazione”, e non lo diciamo mica noi, ma Asiu in conferenza dei servizi; vi lasciamo quindi immaginare quanto e come sarà governata la circolarità dei flussi di materia in Val di Cornia.

Infatti, oggi la chiamano “economia circolare”, oppure “gestione dei flussi di materia”, si vede che fa tendenza, è come quando si usa “economia sostenibile” per la rottamazione navale; ma tutto questo passa addirittura come “un momento storico”, allorché sorge una domanda: ma siamo sicuri che il Comune di Piombino abbia bisogno di un altro addetto ad una comunicazione che ci sembra già perfetta?

Il paradosso sarà: da una parte, vedere ferme le dismissioni degli impianti e le bonifiche, che se qualcuno ha buona memoria, sono state annunciate fino a non parlarne più, e dall’altra sorbirci i rifiuti pericolosi degli altri. E’ vero, hanno costruito un debito di venti milioni, dopo aver ospitato ben quattro discariche, difficile invece capire quali erano le compensazioni per il territorio prima e quali saranno in futuro. Il tema dei rifiuti doveva stare dentro l’accordo di programma attraverso un unico progetto finanziato, ne avremmo ben diritto, mentre stanno andando disarticolati a mettere toppe, senza regia e senza una visione».

Riccardo Gelichi

Portavoce Lista Civica Ascolta Piombino

____________________________

SPIRITO LIBERO: AFERPI TRA DUBAI ED IL NORD ITALIA

Riceviamo e pubblichiamo da Andrea Fanetti Coordinatore di Spirito Libero per Piombino.

A chi giova screditare in ogni modo e con tutti i mezzi il progetto Aferpi? Partiamo dalla notizia del fondo fondo sovrano di Dubai, immediatamente smentita dai vertici dell’azienda e del Mise. Da ormai vari mesi rippare ciclicamente l’ipotesi di questo interesse che dovrebbe portare ad un diverso piano industriale che nel merito somiglia molto a quello fantasmagorico che propose tempo fa il buon Kaled e che sappiamo tutti che fine ha fatto. In ogni caso, viene presnetato un elemento di disturbo rispetto al percorso avviato dall’azienda che da comunque l’impressione della precarietà di tale percorso e della incapacità dell’azienda stessa di fare fronte al suo progetto. Guarda caso, tale notizia viene lanciata subito dopo che gli accordi sul fornte del credito annunciati dall’AD Azzi e che darebbero importante respiro al finanziamento dell’attività ordinaria. Poi ci sono quelgi articoli, anch’essi che appaiono ciclicamente, su quel giornale economico stampato su carta giallina in cui si canta ogni volta il de profundis del progetto. Aggiungiamoci anche le dichiarazioni di chi dovrebbe tutelare tutto il mondo dell’acciaio italiano per il ruolo che ha in Federacciai e che non fa altro che attaccare il progetto su Piombino.

Tra gli argomenti dei detrattori di Rebrab, uno che va per la maggiore è che non sarebbe mai stato tanto interessato alla siderurgia, quanto invece alle opportnità del porto. Il dubbio legittimo che allora non può non venire è che non sia probabilmente il solo ad esservi interessato. E che ci sia un disegno molto chiaro per impedire a Piombino di svolgere il suo ruolo sul fronte siderurgico e di accaparrarsi le concessioni sul porto. Se questo è, appaiono di fatto solo funzionali a questo disegno tutti quegli intervnti e quelle azioni in cui si elencano i ritardi del progetto, i problemi che ne scaturiscono e si chiedono ipotetici ed utopistici “piani B” andando addirittura a rimpiangere in modo patetico ed assolutamente non credibile Jindal col suo piano da 700 occupati! I ritardi ed i problemi ci sono tutti, li hanno indicati Fiom Fim ed Uilm nei vari incontri, le Istituzioni locali, regionali e nazionali, vanno affrontati e risolti.

Ma se ci si limita alla denuncia, se si paventano azioni forti contro il progetto, se si sanno dire solo tanti “no” a tutto, di fatto ci si rende compari degli acciaieri del nord che non vogliono avere Piombino tra i loro competitor e che magari vorrebbero pure mettere le mani sul porto. Perché ciò che si ricerca non è la soluzione dei problemi, ma l’affossamento del progetto. Non basta alzare il pugno chiuso se a tenere il braccio è chi dovrebbe essere la controparte.

Andrea Fanetti

Coordinatore di Spirito Libero per Piombino

_________________________

CONSEGNA TESSERINI VENATORI STAGIONE DI CACCIA 2016/2017

Piombino (LI) – Da lunedì 22 agosto fino 31 agosto inizia la consegna dei tesserini venatori presso la sede di via del Popolo, 5 secondo il seguente orario:

da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, dalle ore 16.00 alle ore 18.00 e sabato dalle ore 9,00 alle 11,00.

Per poter ritirare il tesserino è necessario presentarsi con la licenza di caccia valida, ricevuta della riconsegna del tesserino relativo alla stagione precedente, l’allegato giallo, ricevuta di pagamento ATC.

Per informazioni: Federcaccia, via del Popolo, 5 tel. 0565/222313

_____________________________

ASSEMBLEA SANVINCENZINA CHIEDE LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE ANTONIO RUSSO

Riceviamo e pubblichiamo dalla lista civica di San Vincenzo.

Abbiamo protocollato la richiesta di dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Porto: la situazione della spiaggia “cittadina” nel 2016 è solo la punta dell’iceberg, sono troppi gli interventi mancati o sbagliati dall’amministrazione su questi temi.

Questo atto presentato dal nostro gruppo consiliare, a metà mandato dell’amministrazione Bandini, diventa un gesto necessario e dovuto a tutti i cittadini di San Vincenzo.

Sul fronte delle vere necessità della cittadinanza, anche pensando al programma elettorale con cui il sindaco si è presentato, quest’amministrazione ha fatto poco o niente. Adesso stiamo pagando il prezzo di questa immobilità e incapacità.

Tanti sono i problemi di vecchia data e per la maggior parte prevedibili, sopratutto da chi come l’attuale assessore Russo ha fatto parte della precedente maggioranza approvando senza nessuna obiezione gli iter amministrativi che ci hanno portato ai risultati negativi che stiamo subendo.

Spiaggia: dall’elezione del 2014 ad oggi 9 divieti di balneazione dovuti a sversamenti di liquami in mare, la diga foranea ha creato una tinozza piena di sassi e melma.

Scuole: Le scuole rimangono nelle stesse condizioni di 1 anno fa. Partecipazione tardiva e poco organizzata ad un bando della Regione Toscana per reperire fondi destinati alla ristrutturazione delle scuole, “vinto” secondo l’amministrazione con tanto di proclami sui giornali, ma di cui non vedremo mai i soldi. Rimandata al mittente la proposta di accedere all’8 per mille per l’edilizia scolastica poiché secondo l’assessore i soldi “erano troppo pochi”.

Viabilità: strade piene di buche, sensi di marcia senza logica, segnaletica orizzontale incomprensibile che mette in condizioni turisti e cittadini di prendere multe troppo facilmente. La situazione di Via della Principessa, nonostante le decine di segnalazioni riguardo la pericolosità e gli impegni presi a parole e in Consiglio Comunale, nulla di fatto se non “due frecce” in terra per segnalarne il senso. Via G. Matteotti senza strisce per gli attraversamenti pedonali per quasi tutta l’estate.

Via Aurelia Sud: impegnati circa 90,000 euro dei cittadini per riparare una strada danneggiata e resa pericolosa dal passaggio di camion Sales carichi di materiale per i lavori di ampliamento del porto di Piombino, senza fondamento le promesse dell’Autorità Portuale di ripristinare completamente il tratto a fine lavoro che aveva pubblicizzato l’amministrazione.

Palazzo Comunale: dopo che in pompa magna, l’amministrazione ha annunciato l’imminente avvio del procedimento per la sua ristrutturazione, assicurato prima dell’estate, ancora non è pervenuto un atto che ci faccia ben sperare sulle sorti del palazzo smascherando la vergognosa farsa dell’amministrazione.

Biblioteca: progetto fumoso, non chiaro per l’amministrazione stessa, senza un minimo di visione e rispetto per i soldi pubblici spesi negli anni passati.

Porto: non ancora definitivamente consegnato, con il collaudo tecnico-amministrativo che sembra infinito e le penali per il mostruoso ritardo da calcolare e riscuotere. Argomento spinoso che riguarda da vicino anche l’attuale sindaco, ex assessore al porto. Ristrutturazione della passeggiata del marinaio, dovuta al concessionario, pagata con i soldi dei cittadini.

Ambiente: Rinuncia della certificazione EMAS, entrata in SEI Toscana senza pretendere vincoli in termini di qualificazione ambientale ed entrata del Comune in Rimateria  – per nascondere i debiti di ASIU – aprendo la Val di Cornia al mercato dei rifiuti speciali e pericolosi.

Non possiamo riassumere tutte le scelte e sopratutto l’inefficienza dovuta all’immobilità disorganizzata dei primi due anni dell’assessorato di Russo, ma quello che è certo è che saranno pagate a caro prezzo da tutti i cittadini. Con le dimissioni dell’assessore chiediamo un chiaro cambio di passo nella gestione di alcuni comparti strategici per il paese, fino ad ora gestiti in maniera assolutamente indegna.

Gruppo Consiliare di Assembla Sanvincenzina

____________________________

MOSTRA FOTOGRAFICA IN MEMORIA DEGLI EUROPEI DI NUOTO

Piombino (LI) – Aspettando gli Europei juniores di nuoto di fondo 2016. Inaugurata lo martedì 16 agosto la mostra fotografica “European Championships Open Water Swimming 2012 – Obiettivo Acque libere”.

Una mostra fotografica, realizzata con il contributo di 15 fotografi piombinesi. Si chiama “European Championships Open Water Swimming 2012 – Obiettivo acque libere” ed è il primo degli eventi collaterali agli Europei juniores di nuoto di fondo che si svolgeranno a Piombino dal 9 all’11 settembre.

La manifestazione, relativa ai campionati europei 2012, ha avuto inizio lo scorso martedì 16 agosto e sarà presente fino al 22 dello stesso mese (orari di apertura 10 – 12.30 e 17.30 – 23.00) in Vicolo del Teatro a fianco del Teatro Metropolitan; si sposterà a Riotorto dal 27 al 29 agosto, per poi tornare in città presso i Giardini Pro Patria (30 agosto – 4 settembre) e infine a Palazzo Appiani (5 – 11 settembre).

Si ringraziano per la collaborazione Roberto Baroni, Assunta Cacciottolo, Romano Favilli, Domenico Finno, Pierluigi Galassi, Alessandro Giorgi, Rossella Giusti, Mariangela Martini, Maurizio Miliani Guido Morelli, Marco Morrone, Attilia Orlandini, Luca Ruffoli, Raffaello Spano’, Luca Vangelisti, e Fotoclub Il Rivellino.

__________________________

APRITIBORGO: CINQUE SERATE DI SUCCESSO

Un evento da 20.000 presenze in loco e molto seguito anche on line

 

Ogni anno un record, quest’anno Apritiborgo ha superato le presenze, almeno dai primi dati, degli anni passati. Queste si attestano sulle 20.000 tra visitatori paganti, operatori, addetti ai vari servii, residenti e pernottanti nel centro storico forse qualcosa in più se consideriamo che per i bambini fin ai 10 anni, che pure sono attenti spettatori dell’evento, l’ingresso è gratuito e quindi non è necessario né biglietto né pass.

Le associazioni del volontariato sono state impegnate con oltre 20 persone svolgendo un prezioso servizio di sorveglianza e supporto per la sicurezza e la salute. Sono stati necessari anche alcuni interventi per malori e cadute, fortunatamente tutti non gravi. Ad ogni modo le squadre erano dotate di defibrillatore e il medico del 118 ha stazionato con il team in piazza della Repubblica, mentre le ambulanze, erano concentrate in piazza della vittoria e sotto la Rocca.

Intorno al festival tanto lavoro, anche le attività commerciali, gli esercizi pubblici e le attività ricettive del centro hanno registrato un buon movimento di lavoro dimostrato dal numero di pass richiesti dai titolari per sé e per i propri dipendenti, e naturalmente tanti anche gli artigiani e gli operatori del gusto arrivati nei mercati dedicati. Le attività del centro storico hanno ritirato 115 pass, gli artigiani partecipanti al mercatino 40 e gli addetti alla via del gusto 52.

Sono stati poi consegnati 50 pass per i volontari delle associazioni che hanno aderito al bando del mercatino del gusto per finanziare l’attività associativa: L’Ente Valorizzazione, le Filarmoniche Rossini e Mascagni, la Pallavolo Libertas, gli Arcieri del Drago.

______________________

MOSTRA FOTOGRAFICA SOCI COOP

Il Gruppo Fotografia della Sezione soci Unicoop Tirreno di Piombino, con il patrocinio dell’assessorato alla cultura del Comune, organizza una mostra fotografica collettiva degli autori: Aldo Modica, Alessandro Giorgi, Domenico Finno, Emilio Canovaro, Giorgio Pasquinucci, Guido Morelli, Ivano Pucci, Massimo Puccetti, Romano Favilli, Sergio Meucci.

La Mostra sarà inaugurata venerdì 19 agosto alle ore 18 a Palazzo Appiani e resterà aperta fino a domenica 28 agosto tutti i giorni dalle ore 18 alle ore 23.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.8.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 21 giorni, 6 ore, 6 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it