SUVERETO: LOPRIENO ILLUSTRA LE RAGIONI DEL “NO” AL REFERENDUM

costituzione_italianaSuvereto (LI) – Si avvicina il giorno della Festa della Repubblica. Per l’occasione il Comitato Val di Cornia Salviamo la Costituzione organizza a Suvereto un importante incontro per illustrare ai cittadini le ragioni del NO alla riforma costituzionale. A spiegare i pericoli della legge Renzi-Boschi-Verdini interverrà Donatella Loprieno, professore aggregato di Istituzioni di diritto pubblico e di Diritto dei migranti all’Università della Calabria, firmataria, insieme ad altri 55 costituzionalisti, del documento contro il disegno di legge di revisione costituzionale Boschi-Renzi.

Fonte di preoccupazione sono il metodo e l’impianto, ma ancora di più i contenuti della riforma costituzionale in uno con l’approvazione della nuova legge elettorale: rafforzamento del Governo senza un contestuale potenziamento degli strumenti di controllo dell’Assemblea parlamentare che, anzi, è indebolita;  depotenziamento del ruolo politico del Senato, non più eletto a suffragio universale, ma a cui comunque si affidano importanti funzioni (elezione di due giudici della Corte costituzionale); complicazione (e non certamente semplificazione e snellimento) del procedimento legislativo; modifica delle modalità di elezione del presidente della Repubblica e della Corte costituzionale che saranno sempre più nelle mani di una maggioranza precostituita a tavolino (atteso che la nuova legge elettorale c.d. Italicum è solo la riedizione di quella precedente pure tacciata di incostituzionalità dalla Corte costituzionale; riduzione degli strumenti di partecipazione dei cittadini, che conteranno sempre meno.

Donatella Loprieno insegna Istituzioni di diritto pubblico all’Università della Calabria, fa parte del’ANPI ed è responsabile di Libera Unical. L’incontro si svolgerà il 3 giugno alle 21 al Ghibellino di Suvereto. Interverranno anche il prof. Rossano Pazzagli, coordinatore del Comitato comprensoriale per il NO, e il sindaco di Suvereto Giuliano Parodi che farà gli onori di casa. Il Comitato Val di Cornia è attivo in tutti i Comuni del comprensorio e ha come propri referenti comunali Cinzia Bartalini per Piombino, Laura Catapano per San Vincenzo, Adeanna Grili per Campiglia e lo stesso Pazzagli pe Suvereto, dispone anche di una pagina facebook (www.facebook.com/Salviamo-la-Costituzione-Val-di-Cornia-) e di un indirizzo d posta elettronica salvarelacostituzione@gmail.com.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.5.2016. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 22 giorni, 12 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it