SUVERETO: LOPRIENO ILLUSTRA LE RAGIONI DEL “NO” AL REFERENDUM

costituzione_italianaSuvereto (LI) – Si avvicina il giorno della Festa della Repubblica. Per l’occasione il Comitato Val di Cornia Salviamo la Costituzione organizza a Suvereto un importante incontro per illustrare ai cittadini le ragioni del NO alla riforma costituzionale. A spiegare i pericoli della legge Renzi-Boschi-Verdini interverrà Donatella Loprieno, professore aggregato di Istituzioni di diritto pubblico e di Diritto dei migranti all’Università della Calabria, firmataria, insieme ad altri 55 costituzionalisti, del documento contro il disegno di legge di revisione costituzionale Boschi-Renzi.

Fonte di preoccupazione sono il metodo e l’impianto, ma ancora di più i contenuti della riforma costituzionale in uno con l’approvazione della nuova legge elettorale: rafforzamento del Governo senza un contestuale potenziamento degli strumenti di controllo dell’Assemblea parlamentare che, anzi, è indebolita;  depotenziamento del ruolo politico del Senato, non più eletto a suffragio universale, ma a cui comunque si affidano importanti funzioni (elezione di due giudici della Corte costituzionale); complicazione (e non certamente semplificazione e snellimento) del procedimento legislativo; modifica delle modalità di elezione del presidente della Repubblica e della Corte costituzionale che saranno sempre più nelle mani di una maggioranza precostituita a tavolino (atteso che la nuova legge elettorale c.d. Italicum è solo la riedizione di quella precedente pure tacciata di incostituzionalità dalla Corte costituzionale; riduzione degli strumenti di partecipazione dei cittadini, che conteranno sempre meno.

Donatella Loprieno insegna Istituzioni di diritto pubblico all’Università della Calabria, fa parte del’ANPI ed è responsabile di Libera Unical. L’incontro si svolgerà il 3 giugno alle 21 al Ghibellino di Suvereto. Interverranno anche il prof. Rossano Pazzagli, coordinatore del Comitato comprensoriale per il NO, e il sindaco di Suvereto Giuliano Parodi che farà gli onori di casa. Il Comitato Val di Cornia è attivo in tutti i Comuni del comprensorio e ha come propri referenti comunali Cinzia Bartalini per Piombino, Laura Catapano per San Vincenzo, Adeanna Grili per Campiglia e lo stesso Pazzagli pe Suvereto, dispone anche di una pagina facebook (www.facebook.com/Salviamo-la-Costituzione-Val-di-Cornia-) e di un indirizzo d posta elettronica salvarelacostituzione@gmail.com.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.5.2016. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    80 mesi, 0 giorni, 18 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it