NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 27 APRILE 2016

GARA TPL, ANAC CHIUDE IL PROCEDIMENTO SUL PRE-CONTENZIOSO

L’Autorità che vigila sui contratti pubblici non si esprime. L’avvenuto deposito del ricorso al Tar da parte di Mobit annulla la richiesta di parere da parte di Anac.

Firenze, 26 aprile 2016 – Autolinee Toscane Spa, convocata insieme a Regione Toscana e Mobit Scarl, questa mattina ha preso parte all’audizione dell’Anac, autorità interpellata a seguito della richiesta di un parere sull’esito e gli sviluppi della gara regionale del Trasporto pubblico locale della Toscana.

Dopo aver trasmesso e consegnato tutta la documentazione richiesta, l’Autorità – che è soggetto incaricato della vigilanza dei contratti pubblici – ha sentito le parti ed ha riferito che l’avvenuto deposito del ricorso di Mobit al Tribunale amministrativo regionale della Toscana estingue le procedure relative alla richiesta di parere pre-contenzioso.

Autolinee Toscane spa prende atto con soddisfazione della decisione assunta dall’Autorità.

_________________________

25 APRILE: GIUSTO DIFENDERE LA DEMOCRAZIA DA UNA RIFORMA CHE LA INSIDIA

Il Comitato Salviamo la Costituzione ringrazia i sindaci, le istituzioni locali e le associazioni che in occasione del 25 aprile hanno difeso la Costituzione nelle piazze, evidenziato i pericoli della riforma per la nostra democrazia e per i diritti dei cittadini. Il 25 aprile è la data simbolo della democrazia italiana ed è quindi normale che divenga occasione per la sua difesa, come a livello nazionale hanno fatto l’ANPI e i più autorevoli costituzionalisti invitando a votare NO nel referendum che si farà a ottobre.

La legge Renzi-Boschi-Verdini prevede modifiche della Costituzione che puntano a un accentramento del potere esecutivo, con l’indebolimento del ruolo del Parlamento, delle regioni e degli enti locali, prefigurando di fatto un passaggio dalla democrazia all’oligarchia. “Secondo questa riforma i cittadini conteranno sempre meno e lo Stato sarà sempre di più nelle mani dei poteri forti  – osserva il Coordinatore del Comitato Rossano Pazzagli. Dietro le parole-specchietto della semplificazione e del risparmio c’è un disegno di smantellamento dello Stato democratico in senso autoritario e dirigista.”

La riforma prevede infatti una riduzione dell’importanza del Senato, non più eletto a suffragio universale, stravolge il procedimento legislativo con un iter preferenziale per i provvedimenti del governo e una perdita di ruolo del Parlamento. Vengono inoltre cambiate le modalità di elezione del presidente della Repubblica e della Corte costituzionale, indebolendone il ruolo di garanzia. Risulta modificato anche l’istituto dei referendum e vengono resi più difficili gli altri strumenti di partecipazione dei cittadini”.

Chi fa polemica per il 25 aprile lo fa per difendere le ragioni del partito, non quelle delle democrazia e dei cittadini. Ringraziamo anche quei Consigli comunali, come Suvereto, Pisa, Vecchiano e altri in Italia che hanno già approvato ordini del giorno contro la riforma della Costituzione e per il NO al referendum, invitando tutti i Consigli a discuterne e a fare altrettanto.

Comitato Val di Cornia Salviamo la Costituzione

___________________________

CAMPIGLIA: SI RIUNISCE IL 27 APRILE IL CONSIGLIO COMUNALE

All’Odg il rendiconto 2015 e l’avvio del procedimento di alcune varianti.

Il Consiglio Comunale di Campiglia Marittima è convocato per mercoledì 27 aprile alle ore 16.00. All’ordine del giorno al primo punto le comunicazioni del sindaco, poi per il settore finanze e personale, assessorato alle finanze, si metterà ai voti l’approvazione del rendiconto 2015.

E al terzo punto, relativamente al rendiconto 2015, si presenteranno i provvedimenti per il ripiano del disavanzo. Per il settore assetto del territorio, assessorato all’urbanistica, si presenta l’avvio del procedimento, ai sensi dell’art. 17 della Legge della regione Toscana n. 65/2014, della variante al regolamento urbanistico.

A seguire l’avvio del procedimento ai sensi dell’art. 17 della L.r.t. 65/2014 per l’adeguamento al piano delle attività estrattive, di recupero delle aree escavate e riutilizzo dei residui recuperabili (P.a.e.r.p.). variante contestuale al piano strutturale e al regolamento urbanistico.

________________________

SAN VINCENZO: CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

Con riferimento all’oggetto, visto l’art. 14, 1° comma del regolamento del Consiglio Comunale, si comunica alla S.V. che il giorno  28 APRILE 2016, alle ore 9.30 presso la sala consiliare – palazzo della torre, è convocato in seduta ordinaria il CONSIGLIO COMUNALE.

Gli argomento sono i seguenti:

sostituzione consigliere dimissionario – attività surrogatoria, commissioni consiliari permanenti – sostituzione consigliere dimissionario, modificazione al regolamento generale delle entrate comprensivo delle regole per l’esercizio dell’autotutela, degli istituti deflativi e dello statuto del contribuente,  modificazione al regolamento iuc – imposta unica comunale, rettifica della delibera c.c. n. 4 del 08/01/2016 – determinazione delle aliquote imu 2016, modificazione della delibera c.c. n. 5 del 08/01/2016 – determinazione delle tariffe tari 2016 e approvazione piano economico finanziario 2016, approvazione conto consuntivo 2015, modifiche regolamento cosap, atto indirizzo sulla pianificazione urbanistica.

E poi: previsione di spiaggia in concessione per posa di sedie a sdraio, ombrelloni e/o punti ombra e servizi accessori e/o complementari a servizio della “dog beach”. Mozione presentata dal gruppo consiliare  siamo san vincenzo: programmi cultura 2016. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare  assemblea sanvincenzina :cittadella delle associazioni. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare  siamo san vincenzo – situazione perdite acquedotto. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare  assemblea sanvincenzina:  vicenda bayahibe. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare  siamo san vincenzo – vestiario operai comunali.

_______________________

FONDAZIONE ISOLA D’ELBA ONLUS E L’APPROVIGIONAMENTO IDRICO PER L’ESTATE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente dalla Fondazione Isola d’Elba Onlus.

L’approvvigionamento idrico per l’Isola d’Elba è un tema antico che ha fatto discutere per molti anni  e tuttora è argomento di grande interesse, alla ricerca di soluzioni per evitare che gli abitanti incontrino problemi in caso di “collasso” del sistema.

L’acquedotto sottomarino, che provvede a soddisfare la parte maggioritaria dei consumi, collega l’isola con i pozzi di Piombino ed è entrato in funzione nel 1986;  pur se mantenuto in efficienza per rifornire l’Isola, potrebbe rivelarsi presto obsoleto e quindi l’ASA sta studiando soluzioni complementari ed alternative per assicurare l’approvvigionamento idrico sia nel periodo invernale che nel periodo estivo, quando l’affluenza di turisti  e le attività commerciali e produttive richiedono maggiori consumi.

Il tema è stato affrontato sia attraverso utili pubblicazioni come il volume  di Mario Ferrari e Bruno Abrate “Un acquedotto in mezzo al mare” che  offre una ricca documentazione sulla nascita e gli sviluppi degli acquedotti e della depurazione all’Isola d’Elba, sia attraverso studi, e ricerche compiute da esperti nel corso degli anni alla ricerca di progetti possibili e realizzabili, sia economicamente che in termini di impatto ambientale.

La Commissione Trasporti ed Infrastrutture della Fondazione Isola d’Elba si propone di affrontare l’argomento, insieme alle istituzioni ed ai cittadini, in occasione  di un convegno che si terrà in estate, al quale sono stati invitati a partecipare esperti, i gestori del servizio, gli amministratori locali, i rappresentanti della Regione e dei  Ministeri interessati.

________________________

INAUGURAZIONE SÌ!CAMBIA VAL DI CORNIA

Inaugurato sabato a Piombino il comitato “Sì!Cambia Val di Cornia”. Numeroso il pubblico intervenuto a Palazzo Appiani per ascoltare e confrontarsi sulle ragioni del sì alla riforma per la quale gli italiani saranno chiamati a esprimersi attraverso il referendum confermativo del prossimo ottobre. 

L’incontro – aperto e coordinato dalle due giovani Alessandra Persiani e Lucrezia Della Lena – ha avuto inizio con la lettura degli appunti di Nilde Iotti dal suo “discorso di Piombino” del 1979 circa la necessità di superare il bicameralismo perfetto. A seguito, la proiezione dell’intervento di Giorgio Napolitano, che in occasione del suo secondo mandato sferzò il parlamento richiamando l’urgenza delle riforme.

L’incontro è stato l’occasione per convogliare sul tema referendario tutte le energie della politica e della società civile al di là delle rispettive collocazioni: tra gli interventi si sono dunque alternati quelli della segretario della Federazione Pd Val di Cornia Valerio Fabiani, il vicesindaco di Piombino Stefano Ferrini, l’imprenditore sanvincenzino Giorgio Socci, l’avvocato Fausto Bianchi, l’onorevole Silvia Velo e il consigliere regionale Gianni Anselmi.

È possibile aderire al comitato attraverso il contatto email sicambiavaldicornia@gmail.com o la pagina Facebook Comitato Sì Cambia Val di Cornia.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.4.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 26 giorni, 0 ore, 13 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it