NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 15 APRILE 2016

CAMPIGLIA: «FARE PRESTO LA SS398»

Il Consiglio comunale ha approvato l’ordine del giorno «a sostegno dello sviluppo infrastrutturale del porto di Piombino e del suo territorio». Documento che verrà portato in discussione ed approvazione in altri comuni della Provincia di Livorno e non solo, – come annunciato il Pd – in considerazione dell’importanza che l’opera riveste per un territorio molto più ampio della Val di Cornia e della Provincia di Livorno e con l’obiettivo di accelerare al massimo il percorso necessario per la sua realizzazione, stante l’indispensabilità dell’infrastruttura per la funzionalità del porto.

Con questo ordine del giorno si chiede al Governo ed alla Giunta regionale di definire in tempi brevi l’iter per la realizzazione della 398 e di reperire risorse certe e sufficienti per il completamento di tutto l’asse di penetrazione al porto di Piombino nonché di affidare all’Autorità Portuale e di Piombino e dell’Elba il ruolo di stazione appaltante, quale soggetto che ha tutte le competenze necessarie.

_________________________

PD SUVERETO: «PARODI E’ UN DESPOTA»

Riceviamo integralmente da Suvereto Democratica.

Ancora una volta le offese e la totale mancanza di rispetto che ormai è “all’ordine del giorno” di ogni Consiglio Comunale, hanno governato il consiglio del 29 marzo, tanto che durante l’importante discussione sulle riforme costituzionali il nostro gruppo ha dovuto abbandonare l’aula per non dover subire passivamente  l’attacco e gli insulti urlati dal Sindaco, il rappresentate della nostra comunità e del nostro Bel Paese!

Logicamente non si è esaurito tutto in quell’ordine del giorno: altre offese e mancanze di rispetto non sono mancate anche nella discussione del recesso da parte del Comune di Suvereto con la funzione associata di segreteria col Comune di Campiglia M.ma, cioè che trascorsi i 90 giorni di legge, Suvereto avrà una o un nuovo segretario Comunale.

Legittima scelta del Sindaco, ma vista l’importanza dell’operazione, che riguarderà l’intero assetto e funzionamento del Comune, ci saremo aspettati una relazione, come indicato in delibera, da parte di Sindaco con la quale ci avrebbe fornito tutti gli strumenti e spiegazioni per poter arrivare ad un voto convinto e lucido.

Questo non c’è stato naturalmente. Il sindaco si è visto bene di non relazionare la delibera affermando che “non siete tenuti a sapere…dovete votare”.

Comportamento antidemocratico e dispotico, che purtroppo ormai siamo costretti a vivere ogni volta che ci riuniamo in sala consiliare.

Il Bilancio un’altra “chicca”. Molti interventi quest’anno inseriti nel bilancio previsionale dalla giunta, peccato che l’amministrazione ancora una volta si sia dimenticata di dire che la maggior parte di queste opere erano già state previste dalla vecchia amministrazione, che con una buona economia era riuscita a mettere da parte la somma necessaria alla loro realizzazione, somma sbloccata da Renzi con l’allentamento del patto di stabilità.

Un altro punto di cui alla nuova amministrazione non piace parlare è del recupero dell’ICI sui pannelli fotovoltaici in campagna. Non gli piace parlarne perchè non c’è niente da recuperare, tutto è in regola: accatastamenti e pagamenti.

Un punto importante della loro campagna elettorale andato in fumo.

Suvereto Protagonista

________________________________

RIOTORTO: DIBATTITO SU #GOVERNO E RIFORME

Un’iniziativa dal titolo “#Governo e riforme, come cambia l’Italia”, in programma per lunedì 18 aprile alle 17 presso la Sala Quartiere di Riotorto. Saranno presenti l’on. Silvia Velo e il segretario della Federazione Valerio Fabiani.

______________________________

CCIAA: CONVERSANDO DI STORIA, ECONOMIA E ATTUALITA’

Al via un ciclo di incontri promossi dalla Biblioteca – Archivio della CCIAA. Martedì 19 aprile alle 16,30 si inaugura un ciclo di incontri promosso dalla Camera di Commercio con l’obiettivo di mettere in moto conoscenze e idee sul passato e sul presente della nostra città e del suo territorio, a partire dai preziosi documenti contenuti nella Biblioteca ed Archivio storico dell’Ente.

Il ciclo si intitola “A carte scoperte – l’archivio storico e la biblioteca raccontano” ed il primo incontro ospita Giancarlo Falco, docente di Storia economica all’Università di Pisa. Falco sta conducendo un’accurata ricerca di archivio proprio in CCIAA ed illustrerà al pubblico uno dei momenti storici significativi per lo sviluppo di Livorno, fra i meno noti: la crisi bancaria di fine ‘800 a Livorno e la formazione di un nuovo sistema economico-industriale.

Una “chiave” eccellente, non solo per comprendere alcuni aspetti storici locali e nazionali direttamente da un ricercatore qualificato, ma anche per aprire le porte al presente della Città e ai problemi legati al suo sviluppo. Argomenti, questi, su cui interverrà il Presidente della Camera di Commercio Sergio Costalli, colloquiando, nello stile di questo ciclo di incontri, con il prof. Falco.

Introduce e modera Filippo Lenzi, Coop. Microstoria, curatore della Biblioteca ed Archivio storico della CCIAA.

Sul sito www.li.camcom.gov.it è possibile registrarsi per segnalare la presenza.

______________________________

FARE VERDE: GRAVISSIME LE DICHIARAZIONI DEL PREMIER RENZI SU REFERENDUM. “VOTARE NON È MAI UNA BUFALA MA COSTANTE RIAFFERMAZIONE DI DEMOCRAZIA”

L’associazione ambientalista Fare Verde risponde per le rime al primo ministro Renzi che ieri ha attaccato duramente il referendum e le Regioni che lo hanno promosso.

“I consigli regionali che hanno deliberato la proposta di referendum sono democraticamente eletti e quindi sono l’espressione della volontà popolare. Renzi se ne faccia una ragione. I referendum non sono mai una bufala, ma sono una costante riaffermazione di democrazia e partecipazione.

Inoltre, la vittoria del Sì sarà una chiara indicazione popolare per andare verso un nuovo modello di sviluppo, più sostenibile grazie alle energie alternative.

Lo scandalo petroli in Basilicata ha coinvolto pesantemente il partito di cui è segretario Renzi e ha scoperchiato le commistioni tra politica e lobby industriali.

I cittadini non sono stupidi e alle bordate di Renzi risponderanno andando in massa a votare Sì nel referendum di domenica 17 aprile.”

Associazione ambientalista Fare Verde

____________________________

PIOMBINO: AL VIA IL CONCORSO “FAI SBOCCIARE IL TUO BALCONE”

“Fai sbocciare il tuo balcone”. Al via il concorso floreale per rendere più bella la città La città più bella con i balconi in fiore. Al via al 1° concorso a premi di decorazione floreale per finestre e balconi.

Finalità del concorso è rendere Piombino più accogliente, elegante e graziosa per i residenti e i turisti che visitano la città, prefiggendosi l’obiettivo di incoraggiare e sviluppare la cultura del verde e del decoro con piante e fiori di balconi, davanzali, terrazzi, vetrine e/o spazi prospicienti alle attività commerciali..

Il regolamento, approvato dalla giunta municipale martedì scorso dopo alcune modifiche di natura tecnica, prevede l’iscrizione gratuita da ora fino al 31 maggio attraverso la compilazione di un relativo modulo reperibile presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Piombino e scaricabile dall’home page del Comune. La ricevuta di consegna d’iscrizione servirà agli iscritti per l’acquisto di fiori, essenze e piante presso i rivenditori floreali convenzionati, presso i quali sarà possibile beneficiare di uno sconto del 10% su una spesa non inferiore a 30 euro. Questi i rivenditori convenzionati: “Angolo del Fiore”, “Da Damiana”, “da Marcella”, “fiori da Flora”, “Fiori&Piante pieghetti Daniela”, fiorista “La serra”, “Sandra fiorista”, vivaio “La principessa”.

Entro il 31 maggio dunque, i partecipanti dovranno far pervenire al Comune almeno due immagini fotografiche in formato jpg (una prima della riqualificazione e una dopo) ad alta risoluzione (max 2 mb). Le decorazioni dovranno essere apprezzabili dalla strada. Potranno essere utilizzate tutte le specie di piante annuali e perenni fiorite e non, coltivate in contenitori adatti al luogo e tali da non arrecare danno alle persone o alle cose circostanti.

In premio per i primi 5 classificati, giudicati da un’apposita giuria, la somma di 250 euro ciascuno, una cifra commisurata all’importo medio della Tari pro-capite del 2015.  Ai secondi premi, dal 6° al 10° classificato, verrà assegnata la somma di 125 euro ciascuno. Per i terzi premi, dall’11° al 15°, un omaggio floreale.

Le decorazioni iscritte dovranno essere manutenute in perfetto ordine per tutta la durata del concorso, fino al 30 settembre 2016, pena squalifica.

Non saranno ammesse tutte quelle opere che nella composizione presentino anche in parte piante e fiori artificiali.

La giuria, i cui membri potranno essere nominati dalla giunta tra rappresentanti istituzionali, delle associazioni di categoria, personalità ed esperti nei settori della cultura e dell’arte, effettuerà dei sopralluoghi presso i luoghi degli interessati tra il 1° giugno e il 20 settembre, assegnando un punteggio per la classifica finale.

Le decorazioni saranno valutate sulla base di alcuni parametri, tra i quali: estetica d’insieme, qualità e originalità delle piante scelte, efficienza della manutenzione.

Per l’acquisto dei fiori i cittadini concorrenti potranno beneficiare di appositi sconti presso rivenditori floreali convenzionati che sono stati opportunamente coinvolti nel progetto.

Le foto pervenute saranno poi pubblicate sulla pagina Facebook e sui profili Instagram e Twitter ufficiali del Comune di Piombino. Quelle dei vincitori saranno poi esposte all’interno di una mostra dedicata e che sarà visitabili in seguito alla premiazione.

Per ogni ulteriore informazione contattare Nicola Cecchelli presso il Comune di Piombino,: ncecchelli@comune.piombino.li.it / 0565 63247

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.4.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 23 giorni, 8 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it