TOSCANA: CARO ACQUA, COSTI SEMPRE PIU’ INSOSTENIBILI

acqua_rubinettoToscana – Una recente indagine di Federconsumatori, relativa al 2014, mostra le dieci province italiane dove il costo dell’acqua, per le utenze domestiche residenziali, è il più alto. Ebbene sono addirittura sei i capoluoghi toscani che figurano in questo elenco. Non consolerà molto sapere che nella classifica di demerito il primo posto spetta a Pisa, la maglia nera assoluta per le tariffe dell’acqua potabile con l’incredibile somma di 451 euro che una famiglia di tre persone, con un consumo di 150 metri, ha dovuto sbordare nel 2014.

A pari demerito (409 euro), le province di Siena e di Grosseto. Poco oltre, nella graduatoria dei peggiori, viaggia il terzetto (uguale quota 379) composto da Prato, Firenze e Pistoia.

Livorno sta poco meglio: con i loro 370 euro, a tredici gradini della maglia nera pisana, le bollette Asa precedono quelle di Carrara (372 euro) ed insidiano Arezzo (368). Le tariffe più basse in Toscana vengono praticate a Lucca (264 euro) mentre Massa, lontana dei fanalini di coda, si attesta sul sempre modesto risultato di 293 euro.

E quest’indagine non ha neanche i dati aggiornati all’ulteriore aumento partito dall’8 luglio scorso. Così oggi la stessa famiglia di tre persone della provincia di Livorno, con un consumo di 150 metri cubi nei dodici mesi, arriva a pagare oggi 393,98 euro, quindi un aumento, dai 370 del 2014, di ulteriori 24 euro nel 2015.

I raffronti con il resto d’Italia sono impietosi: nella provincia di Isernia una famiglia media (tre persone con un consumo di 150 metri cubi all’anno) deve, infatti, versare al proprio gestore appena 86 euro. In provincia di Milano 103 euro/anno, a Roma 212, a Palermo 227, a Torino 246, a Napoli 189 e a Cagliari 262.

Quello che come al solito ci meraviglia è il silenzio della popolazione che come sempre non reagisce in nessun modo a questi continui, ed ingiustificati aumenti, visto che tra le voci che paghiamo ci sono ancora gli aiuti per il terremoto del 2012 in Emilia, e il recupero del costo dei lavori eseguiti da Asa nel quinquennio 2008-2013.

Per chi vuole saperne di più consigliamo la lettura dei seguenti articoli:

http://www.stileliberonews.org/acqua-a-peso-doro-e-malgrado-tutto-ancora-rincari/

http://www.federconsumatori.it/Showdoc.asp?nid=2016010411735

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.1.2016. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 27 giorni, 8 ore, 49 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it