PIOMBINO: «SITUAZIONE DISASTROSA, IN ATTO UNA RESA DEI CONTI»?

Alberto Guerrieri ai microfoni di Toscana Oggi

Alberto Guerrieri ai microfoni di Toscana Oggi

Piombino (LI) – Alberto Guerrieri, referente dell’associazione www.dirittovitadignitosa.it ha recentemente inviato una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Matteo Renzi (e per conoscenza al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e l’ Ass. Reg.le Sanità Stefania Saccardi), preoccupato per il futuro degli invalidi e dei cittadini Piombinesi per quanto riguarda l’economia e la questione siderurgica. La proponiamo integralmente come momento di riflessione dopo le notizie di questi ultimi giorni.

«Per uscire dall’isolameento in cui questa paventosa crisi globale ha cacciato le Persone Disabili Gravissime e noi familiari, per sentirci ancora parte di questo tessuto sociale, nella speranza che nessuno di noi verrà abbandonalo, abbiamo ritenuto` necessario offrire ùn contributo di idee e riflessioni (vedi ns. sito alla voce “Si salvi chi può” ), in relazione ai problemi che affliggono il contesto entro cui viviamo. Temiamo che venga meno, quella coesione sociale che ci ha consentito, sin qui, di sopravvivere.

La chiusura dello Stabilimento Siderurgico di Piombino è DISASTROSA per l’intera Comunità della Val di Cornia. E’ già in atto una sorta di RESA DEI CONTI, per la attribuzione delle Responsabilità. Ognuno descrive una realtà, finalizzata ad individuare un Capro Espiatorio.

Non si percepisce quell’AUTOREVOLEZZA rappresentata dalla Necessaria Sinergia tra Governo, Regione, Provincia, Comune, Sindacati Nazionali e Locali ecc., insomma da chi di Competenza, al fine di trasferire un minimo di speranza a coloro che dovranno affrontare una sorta di TRANSUMANZA SOCIALE, oltretutto aggravata dall’ansia di non aver punti certi di riferimento, verso cui dirigersi.

Regna il CAOS, che consente ad ognuno di interpretare la realtà secondo le personali convenienze.

Difficile pensare che in questo turbinio di attribuzioni di responsabilità, qualcuno abbia interesse a fare chiarezza. Magari riconoscendo che già alla fine degli anni ottanta, 25 anni fa, era prevedibile, che gli effetti negativi della globalizzazione avrebbero finito per coinvolgere anche il nostro Stabilimento.

Prova ne sia che lo stesso Lucchini, anziché investire nello Stabilimento di Piombino, già allora ritenne più conveniente delocalizzare la produzione in Polonia.

Difficile pensare che qualcun’altro riconosca che in quest’ultimo decennio, il Sistema Politico, Economico, Sociale di Piombino, costituitosi in un unico blocco compatto, affidato ad un “Uomo Chiave” che un giornalista del “Il Sole 24 Ore” osò definire “Podestà”, riconosca che non è stato all’altezza di prevenire e gestire, con le necessarie iniziative politiche e quant’altro di competenza, la definizione di azioni atte ad evitare la chiusura dello Stabilimento Siderurgico di Piombino.

Abbiate il buon senso di recepire lo smarrimento di chi non riesce ad immaginare il proprio futuro.

Abbiate il buon senso di selezionare competenze autorevoli per la definizione di un concreto Piano Economico e Sociale di Piombino. Si eviti almeno di essere lasciati alla mercé di certi personaggi che non amano apparire, ma che stupiscono per la loro assertività senza complessi, nell’individuare “Nuove Linee di Attività e Sviluppo”, più adeguate ad “Altri Tipi di Vocazioni”.

Moltissimi di noi, ponendosi la domanda “La Vocazione di CHI?”, non riescono più a conciliarsi con il sonno.

A Tutti, auguri di serenità, a nome e per conto di www.dirittovitadignitosa.it

Piombino 16 dicembre 2015

Alberto Guerrieri

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.1.2016. Registrato sotto Foto, Lettere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 30 giorni, 1 ora, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it