A SUVERETO, PARTE L’OPERAZIONE SICUREZZA

Marco Cecchi

Marco Cecchi

Suvereto (LI) – L’anno 2016 si apre all’insegna della sicurezza. Prosegue il lavoro di valorizzazione di Suvereto mettendo in campo una serie di servizi ed iniziative volte a rendere il Borgo sicuro, e dotato di servizi all’avanguardia. In questo nuovo progetto l’attenzione riguarda la sicurezza dei cittadini e degli arredi urbani del paese.

“Visti gli ultimi dati che parlano di un grosso aumento di furti, spaccio e atti vandalici di ogni genere che colpisce la Val di Cornia e non solo” – commenta il capogruppo consiliare di Assemblea Popolare, Marco Cecchi, promotore di questa iniziativa – “colpa anche della crisi economica che sta affliggendo la valle e i dintorni, l’amministrazione Comunale ha deciso di cercare di combattere questo fenomeno nel bene dei suoi cittadini. Il progetto di messa in sicurezza di Suvereto prevede la sistemazione di ben dieci telecamere di videosorveglianza di ultima generazione, dotate di sensori diurni e notturni, poste sul territorio.”

Tre telecamere saranno poste ai varchi del paese (provenienza Prata, Montioni e Venturina) con sensori ad alta velocita’, consentiranno riprese notturne e diurne in grado di identificare volti e targhe delle auto, due saranno poste ai parcheggi, una al parco giochi, e le altre all’ interno del centro storico, a tutela dei nostri arredi urbani e dei beni culturali.

“L’idea della videosorveglianza deve servire soprattutto come deterrente” – continua Cecchi – “visto che è statisticamente provato che nei luoghi controllati, qualsiasi atto, sia vandalico che di microcriminalità e’ ridotto ai minimi termini. In un paese in pieno sviluppo turistico ( vedi terme, sagre, ed eventi di ogni genere), che porteranno Suvereto ad essere sempre più frequentato, credo questo sia il primo passo per dare sicurezza e combattere fenomeni negativi in aumento.”

“Il progetto, sara’ presto vagliato dalla Prefettura di Livorno e dalle forze dell’ordine per il nulla osta definitivo “ – conclude il sindaco Parodi – “nelle settimane passate, il Comune ha sottoscritto con la Prefettura il “patto di sicurezza” che prevede una serie di misure operative in materia di sicurezza urbana. Sono momenti difficili, dove regna una forte incertezza e timore nella cittadinanza per l’acuirsi di fenomeni di microcriminalita’ e sicurezza dei luoghi sensibili (chiese, monumenti etc…), come Amministrazione ci siamo sentiti in dovere di procedere in questa direzione, mettendo a bilancio gia’ per il 2016 la cifra necessaria al finanziamento del progetto, che sara’ affidato per la sua realizzazione ad esperti professionisti del settore. Naturalmente, l’operazione va nella direzione della prevenzione, e al suo completamento sarà presentato alla cittadinanza in assemblea pubblica.”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.1.2016. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 18 giorni, 14 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it