SUVERETO: CONVEGNO DE “LITALIAINTESTA” SULLA VIOLENZA SULLE DONNE

italiaintesta suveretoA Suvereto, presso il Museo d’arte Sacra, il giorno 4 Dicembre P.v. ci sarà  un interessante convegno su “ Vittime D’amore ” a cura del coordinamento Litaliaintesta Livorno e Provincia. Parteciperanno l’assessore Cristiana Fiaschi, presidente P.O. Comune di Suvereto , Giulia Salvadori , la psicologa Helga Martorella, Eliana Ghini, Centro antiviolenza Piombino e Maria Rocchi, Responsabile Codice Rosa a Piombino.  Lara Vanni criminologa che presenterà anche io suo libro ” la bella e la bestia “. Sarà presente anche la consigliera nazionale de Litaliaintesta Antonella Gramigna, che da tempo segue le politiche di genere a vari livelli ed in varie sedi anche istituzionali. Di recente a Milano è stata pregiata di un premio : ” Donne  che ce l’hanno fatta “, con gli Stati generali delle Donne, in Regione Lombardia, proprio per l’impegno sociale.

Un incontro organizzato con il patrocinio  del Comune di Suvereto, che segue ad una serie di iniziative dedicate al 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. In prima fila sarà ben visibile una poltrona vuota a sostegno della associazione “posto occupato” della quale ha parlerà Antonella Gramigna, del direttivo nazionale, per ricordare tutte quelle donne uccise e che non potranno più essere nei luoghi istituzionali, oppure a teatro, al cinema, a scuola.

Prima degli interventi sarà consegnata una lettera del Presidente nazionale dell’associazione Litaliaintesta, Paolo Briziobello, indirizzata al Sindaco di Suvereto, dalla Coordinatrice Benedetta Bernardini, in cui si manifesta la ferma e dura condanna alla violenza contro le donne e l’invito all’amministrazione alla posa di una targa in un luogo simbolo o in una strada aderendo così a un progetto inteso a coinvolgere tutte le amministrazioni comunali, attraverso i suoi coordinamenti, per un percorso di “Nuovo Welfare”dei diritti.

Cosa fare e come poter fare per porre fine a questa inaudita escalation di violenza, che quest’anno ad oggi, conta più di 109 vittime,dopo l’”annus horribilis ” del 2013 con ben 179 donne uccise che vuol dire una ogni due giorni?

Antonella Gramigna afferma che : “abbiamo bisogno di azioni mirate sia per l’intervento di emergenza che per l’accoglienza e l’informazione” ed abbiamo necessità di ” centri antiviolenza”, preparati che sono uno dei progetti migliori del pensiero femminista”. Si rende necessario ricorrere ad interventi per correggere quelle premesse culturali e sociali che insieme determinano lo “status quo” in cui prolifera la violenza in tutte le sue declinazioni e dunque è urgente agire con azioni attive sulla conciliazione familiare per sviluppare una azione culturale che si apra con l’istruzione e la formazione, il sapere del sopruso e il marketing della parità di genere”.

I progressi fatti in materia di aiuti e prevenzioni in Italia ed in Europa, per tentare di arginare i fenomeni della violenza alle donne, sono tangibili ma sappiamo anche quanto ancora ci sia da fare affinché si spezzi la catena della violenza di genere.

La Convezione di Istanbul, divenuta legge nel 2013 con il “Si” unanime del Senato, rappresenta il documento ufficiale con il quale l’Italia “potrebbe” finalmente ripagare un debito enorme contro tutte le donne uccise dai loro compagni, mariti, partner o ex partner violenti, intendendo così tutelare le donne dalla violenza maschile. ” Vittime d’amore ” è il titolo scelto per questo importante convegno che sarà un Focus importante che affronterà anche le difficoltà sopportare dalle donne, a livello psicologico, per potersi liberare da una condizione di sudditanza e violenza.

La proposta della posa di una targa all’amministrazione rappresenta da una parte la sensibilità che il tema deve necessariamente avere, sia da parte dell’Ass. Litaliaintesta , che dell’amministrazione comunale, e dall’altra la determinazione forte e puntuale nel voler ricordare chi non c’è più a causa di mano violenta.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.12.2015. Registrato sotto cultura, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 16 giorni, 0 ore, 47 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it