SASSETTA: LA SCUOLA DIVENTA “LA VOCE DEL BOSCO”

un momento della cerimonia

un momento della cerimonia

un momento della cerimonia

Sassetta (LI) – Un evento molto importante per la scuola di Sassetta: l’inaugurazione, ieri, dello Stemma e l’intitolazione a “La Voce nel Bosco”. Una giornata storica e di grande festa che ha visto coinvolta tutta la comunità: dal Sindaco Cencioni, all’Assessore alla PI Venanti, al Presidente del Consiglio d’Istituto Guido Ferri, al Parroco e al Maresciallo, con la partecipazione della Comunità macedone molto presente sul territorio; delle aziende e associazioni locali come Avis, Pubblica Assistenza, l’Associazione dei Cavalieri di Bellosguardo.

Commozione hanno suscitato le danze dei bambini di Sassetta che si sono alternate alla musica magicamente orchestrata dai ragazzi delle scuole elementari e medie di San Vincenzo guidati dai docenti della Premiata Filarmonica G. Verdi. A seguire, la consegna dei doni, manufatti artigianali su rame realizzati dai bambini nei laboratori della scuola; il pranzo conviviale offerto dall’Amministrazione Comunale a tutti i partecipanti. Grande emozione e applauso spontaneo per lo Stemma della scuola scolpito nel marmo rosso di Sassetta dallo scultore Macii e realizzato all’interno del Progetto Scultura che ha coinvolto tutti gli alunni nell’a.s 2014 – 15. Acclamazione spontanea e stupore hanno accompagnato la comunicazione dell’ultimo minuto, da parte della Prefettura, relativa all’intitolazione della scuola “La Voce del Bosco”.

Perché questo nome? “Il nome nasce da un lavoro di ricerca e studio portato avanti dalle docenti e dai bambini della scuola in sinergia con l’Amministrazione comunale e il territorio tutto – dichiara la Dirigente Scolastica Claudia Giannetti. Per questa comunità il bosco costituisce non solo il contesto ambientale dove i bambini nascono, crescono e vivono, ma anche la risorsa economica di molte famiglie che vivono dei prodotti del bosco, dal legname alla raccolta e trasformazione dei funghi e delle castagne, prodotti tipici del luogo; la più importante festa paesana che si svolge proprio nel mese di ottobre è basata sul bosco e su ciò che regala alla comunità. Ma non solo, il bosco come luogo da proteggere e custodire per le generazioni future”. Un messaggio importante quello lanciato da questa comunità e da questa scuola che costituisce un piccolo gioiello da conoscere e da valorizzare.

_______________________

SAN VINCENZO: TERMINATI I LAVORI ALLA SCUOLA MATERNA

scuola materna gian burrasca san vincenzoSono terminati la settimana scorsa i lavori di messa in sicurezza dell’intradosso del solaio di copertura della scuola materna sanvincenzina Giamburrasca, eseguiti dalla ditta Edildimar Srl di San Vincenzo per un importo complessivo di 110.000 euro. L’intervento era stato resa necessario a seguito della caduta di calcinacci dal soffitto e dalle successive perizie eseguite, che rivelarono il rischio di caduta di intonaco e laterizi. Il controsoffitto è stato sanato nei corridoi, in tutte le aule, nella segreteria, nella mensa e nella cucina.

scuola materna san vincenzoVari i casi di rischio di distaccamento d’intonaco o laterizi a cavallo tra la fine del 2014 e i primi mesi del 2015 nella scuola materna. Gli annosi problemi si acuirono verso la metà di novembre del 2014 quando, dopo le ennesime infiltrazioni da infissi e da un lucernario, furono eseguiti alcuni interventi di messa in sicurezza. Ma la tensione tra i genitori crebbe. Alcuni genitori, dopo aver minacciato di far intervenire la Procura della Repubblica, si incontrarono il 17 novembre 2014 nel palazzo comunale con il sindaco Alessandro Bandini, l’assessore alla Pubblica istruzione Fabia Favilla e i tecnici comunali. I problemi non cessarono e in un sopralluogo effettuato lo scorso 24 aprile, i tecnici rilevarono il rischio di caduta d’intonaco o laterizi e decisero di far cadere i punti di soffitto pericolosi. Da li il bando e i successivi lavori di messa in sucurezza.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.10.2015. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 14 giorni, 23 ore, 23 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it