NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 25 LUGLIO 2015

ASIU: TRA DEBITI E PROGETTI DI UNA NUOVA DISCARICA

Piombino (LI) – Il presidente di Asiu Caramassi tratta con la Velo per realizzare rapidamente la nuova discarica.

Il neo presidente di Asiu Valerio Caramassi è stato ricevuto a Roma al ministero dell’Ambiente dal sottosegretario Silvia Velo per fare il punto sulla bonifica dell’area denominata LI53 a ovest delle discariche, sulla quale sono stoccate una grossa quantità di rifiuti della ex Lucchini, di cui una parte potrebbe essere trasformata dalla Tap in “conglomix”, per i tombamenti nel processo di bonifica, e l’altra trasformata nella quarta discarica piombinese, che potrebbe sanare i debiti di ASIU.
I problemi sono legati alle autorizzazioni che, però, sono passate dalla competenza ministeriale a quella di Provincia e Regione, ma anche al fatto che l’area insiste su una zona Sin (sito di interesse nazionale, un’area contaminata estesa) e quindi, prima di essere utilizzata, dovrà essere anch’essa bonificata.

L’operazione a regime potrebbe fruttare circa 18 milioni di euro ad ASIU, ma il problema è il tempo, perché l’azienda è esposta con le banche e i creditori per molti milioni di euro (ufficialmente 10, m c’è chi parla di 35 milioni) e queste pratiche sono notoriamente lunghe.
E poi c’è la questione passaggio dello spazzamento a “Sei Toscana”. L’accordo doveva essere operativo dall’agosto di questo anno, salvo problematiche tecniche. Ci potrebbe essere un probabile affitto di ramo d’azienda (invece di scorporo, ndr.), e questo potrebbe durare da qualche mese a qualche anno. Bisognerà capire quindi se, e in quali modalità, SEI sosterrà economicamente Asiu fino alla realizzazione e all’avvio della nuova discarica.
_______________________

QUALI RISCHI SI CORRONO IN CASO DI DANNEGGIAMENTO

San Vincenzo (LI) – Non fermarsi in caso di danneggiamento dei mezzi in sosta può creare più problemi di quanto si pensi.

Alle 4.45 circa del 22 luglio, in Via Montegrappa a San Vincenzo, una macchina di colore grigio ha urtato a tutta velocità un’auto parcheggiata lungo la via, continuando, poi, la sua corsa, senza che il conducente si preoccupasse di verificare i danni causati (minimi per fortuna) e di lasciare i propri dati ai fini del rimborso assicurativo.

Secondo le prime testimonianze degli abitanti della via, scesi in strada per capire cosa potesse essere accaduto, l’auto grigia era guidata da due giovani, forse alterati dall’assunzione di alcool. Sul luogo dell’impatto, l’auto grigia ha lasciato diverse frammenti del paraurti.

Nel caso di danni più gravi, l’invito, comunque, è quello di denunciare il fatto, fornendo tutti i particolari utili all’identificazione e fotografando i danni subiti, tenendo conto del fatto che l’auto in fuga ha riportato danni, tali da dover essere riparati, sicuramente, in qualche autofficina. Il conducente, qualora identificato, incorre in una sanzione amministrativa e nella probabile sospensione della patente di guida, oltre che nel risarcimento dei danni provocati.
_____________________________

ROSSI IN TUNISIA E ALGERIA PER INCONTRARE CEVITAL

E’ iniziata venerdì 24 luglio la missione all’estero del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che fino a lunedì sarà prima in Tunisia e poi in Algeria.

Lo aveva annunciato a Roma nel giorno della cessione della Lucchini alla Cevital e adesso, terminato il Ramadan, il presidente farà una prima tappa a Tunisi dove per prima cosa incontrerà gli operatori dell’organizzazione non governativa Cospe che ha la sua sede centrale a Firenze e che opera da anni in Tunisia ed in particolare a Kasserine. A Tunisi Rossi incontrerà anche alcune organizzazioni e associazioni tunisine.

Poi il presidente si incontrerà con l’ambasciatore italiano a Tunisi, Raimondo De Cardona. L’incontro servirà a porre le premesse per un rafforzamento della presenza toscana in Tunisia.
Nel pomeriggio di venerdì è previsto il trasferimento a Kasserine, dove sabato Rossi incontrerà il sindaco Ridha Abbassi, il governatore della Regione, Atef Boughattas, e visiterà l’importante sito archeologico di Sbeitla dove operano i ricercatori dell’Università di Siena. Il presidente rientrerà quindi a Tunisi dove incontrerà il ministro della cultura, Latifa Lakhdar.

In serata la partenza per l’Algeria, dove domenica è previsto l’incontro con il presidente e l’amministratore delegato di Cevital, Issaad Rebrab e Farid Tidjani, con la visita agli impianti agroalimentari a Bejaia. Il presidente toscano incontrerà poi il professor Djamil Aissani dell’Università di Bejaia, studioso del matematico pisano Leonardo Fibonacci.
Lunedì, prima del rientro in Italia, Rossi visiterà anche gli impianti Cevital di Algeri.
______________________

MARTEDI’ IL CONCERTO DEI VINCITORI DEL RIVIERA ETRUSCA 2015

Continua il calendario dei concerti del chiostro, i concerti di musica classica e moderna che si terranno anche per tutto il mese di agosto nella magica atmosfera rinascimentale del chiostro della concattedrale di Sant’Antimo, dove si alterneranno giovani talenti ed affermati musicisti del panorama nazionale e internazionale. Una manifestazione che è cresciuta nel corso degli anni per l’elevato livello delle esecuzioni e che per questo viene apprezzata da un pubblico sempre più vasto.

I prossimi appuntamenti della rassegna saranno martedì 28 luglio con il Duo Albrto Stiffoni e Irina Vateri, violino e pianoforte, vincitore del Concorso Riviera Etrusca 2015.
Martedì 4 agosto si esibirà il Duo “Maclé” Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi, pianoforte a 4 mani e martedì 11 agosto un altro Duo formato da Ivano Rondoni e Olivia Giubboni, clarinetto e pianoforte, che eseguiranno musiche di Piazzolla, Bernestein, Finzi e Gershwuin.

La rassegna ospiterà poi martedì 18 agosto Silvia Pantani e Ilaria Guarnaccia, soprano e pianoforte, per un concerto dedicato alla memoria di Matilde Minichino, mentre il 25 agosto la pianista Mari Shirai, eseguirà musiche di Scarlatti, Beethoven, Chopin e Liszt.

Domenica 30 agosto serata dedicata alle musiche popolari della tradizione tzigana con elena Cherkasova violino e voce, Elena Cherkasova al pianoforte, Paolo Mari alla chitrra, Nino Pellegrini al contrabbasso e Ettore Fancelli alle percussioni.

Chiude la rassegna martedì 1 settembre il Mediterraneo Acoustic Quartet, formato da Giuseppe Sciuto, Luca Sbrana, Sandro Tersetti e vincenzo Doni, chitarre e fisarmonica.
Per tutti i concerti, eccetto quello di domenica 30 agosto, l’ingresso è pagamento al costo di 4 euro.
_______________________

SUVERETO: ASSAGGI NELLA SALA DEL GHIBELLINO CON ERIC MORLOT

Al via «Borgovino», e a partire dalle ore 10 di oggi nella sala del Ghibellino saranno presentati in degustazione i vini con etichetta Docg Suvereto in uscita nel 2015 delle aziende Gualdo del Re («Gualdo del Re 2011» e «I Rennero 2011»), Bulichella («Tuscanio Rosso 2012», «Coldipietrerosse 2011» e «Mariashizuko 2011»), Il Falcone ( «Boccalupo 2011»), Petricci e Del Pianta («Buca di Cleonte 2011») e Fralluca («Ciparisso 2010»), vini derivanti in maggior parte da vitigno sangiovese, ma anche merlot e in piccola parte Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e anche Giacomino.

La degustazione sarà guidata da Eric Morlot, OIV International MSC in Wine Management, profondo conoscitore del mondo del vino e della realtà di Suvereto, comune che dal 2011 ha ottenuto la denominazione di origine controllata e garantita e che si è manifestata come una nuova realtà dinamica e in crescita, con un richiamo legato alla ricchezza di queste terre e alla capacità imprenditoriale di medio-piccole aziende che hanno saputo distinguersi per qualità, con il valore aggiunto di un paese in cui l’economia agricola spicca come settore strategico anche in funzione del turismo, cui l’amministrazione intende dare sempre più un’impronta eno-gastronomica, ma anche ambientale e sostenibile.

Seguirà alla degustazione una cerimonia nel palazzo comunale dove le bottiglie saranno poste nella vetrina storica. Oltre agli esperti del settore, tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

_______________________

REDDITO DI CITTADINANZA: ROSSI CI METTE UN MILIONE

«Una sperimentale, il primo passo di un percorso che potrà portare ad una sorta di reddito minimo di cittadinanza. Pensiamo però non ad un regalo, quanto piuttosto a dare un aiuto concreto a persone che si trovano in grande difficoltà verso le quali vogliamo lanciare un segnale di attenzione e sostegno».

Il presidente della Regione, Enrico Rossi, commenta così la delibera che riguarda Piombino e Livorno con cui si delineano gli obiettivi specifici e le modalità di attuazione di impieghi, temporanei ed in lavori straordinari, destinati a coloro che sono disoccupati o che hanno esaurito il periodo di copertura degli ammortizzatori sociali e sono sprovvisti di pensione.

Entro il prossimo 31 agosto le amministrazioni pubbliche dovranno presentare alla Regione progetti che prevedano l’impiego di queste persone per un massimo di un anno e di 20 ore a settimana. I Comuni toscani interessati saranno capofila di progetti che potranno poi realizzare in partenariato con cooperative, associazioni o anche privati.

L’importo minimo di ogni progetto dovrà essere di 50.000 euro e non potrà superare i 300.000. I settori in cui possono essere impiegate queste particolari categorie di cittadini sono quello ambientale (si va dalla tutela degli assetti idrogeologici, alla bonifica delle aree industriali dismesse), culturale (si va dall’allestimento alla custodia di mostre alla riordino di archivi), sociale (con attività ausiliarie) e di valorizzazione del patrimonio pubblico urbano extraurbano e rurale, anche attraverso manutenzioni straordinarie.

«L’idea – precisa ancora il presidente Rossi – è offrire un aiuto a persone che si trovano in grande difficoltà economica e di chiedere loro in cambio di svolgere lavori di pubblica utilità. Abbiamo anche previsto di concedere un punteggio aggiuntivo ai progetti che riguardano le aree di crisi. Si tratta di un altro modo per aiutare le zone di Piombino, Livorno e Massa Carrara».

La Regione ha destinato ai progetti 1 milione di euro. Il cofinanziamento regionale per ciascun lavoratore coinvolto nel progetto sarà pari al 80% del costo del lavoro riferito ad una retribuzione lorda non superiore a 8.000 euro annui. Ad esempio un contratto a tempo determinato di 20 ore settimanali, della durata di 12 mesi, corrispondente ad un costo aziendale (comprensivo di contribuzione previdenziale, tredicesima Tfr e Irap) di circa 13.000 euro.
__________________________

SAN VINCENZO: LO SCRITTORE FABIO GENOVESI OGGI ALLA TORRE

Oggi alle ore 21,30, lo scrittore Fabio Genovesi, che ha conquistato nel giugno scorso il primo posto nella seconda edizione del Premio Strega Giovani, sarà nel giardino della Torre con il suo libro “Chi manda le onde” (ed. Mondadori), un romanzo di quasi quattrocento pagine, scritte con uno stile sospeso tra ironia e profondità, che lo scrittore di Forte dei Marmi ha pubblicato dopo un lavoro di quattro anni; i cui protagonisti- una bambina albina, Luna, e tanti altri personaggi, Luca, Serena, Sandro, Zot, Ferro- sono alle prese col tempo che passa e il desiderio di cambiare vita.

Una storia corale in cui il mare è un altro protagonista. Un “personaggio” che travolge le esistenze. E conquisterà il pubblico con la sua semplicità e la sua ironia. Lui che non è solo uno scrittore ironico e brillante, ma un profondo osservatore del mondo e dei suoi abitanti, anche quelli che passano inosservati ai nostri occhi e che invece vengono messi a nudo dai suoi, curiosi e indagatori, ma soprattutto, pur se talvolta appaiono malinconici, innamorati della vita. Genovesi non presenterà solo il suo romanzo, ma racconterà anche gli altri suoi libri Esche vive, Versilia Rock City, Morte dei Marmi, e Tutti primi sul traguardo del mio cuore, rispondendo alle domande della giornalista Maria Antonietta Schiavina, ideatrice e conduttrice della rassegna “Parole d’amare”, inserita negli Appuntamenti del Marinaio 2015.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.7.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    14 mesi, 22 giorni, 14 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it