CAMPIGLIA: LA TASI AUMENTA ANCORA

Il sindaco Soffritti in una recente immagine con il prefetto

Il sindaco Soffritti in una recente immagine con il prefetto

Campiglia M.ma (LI) – Con gli ulteriori tagli dallo stato, la giunta è costretta a chiedere un ulteriore sacrificio alle imprese.

Il consiglio comunale sarà chiamato la prossima settimana a votare il “riequilibrio di bilancio”. Il comune di Campiglia ha convocato la commissione competente e ha incontrato le associazioni di categoria per approfondire le ragioni di una manovra resasi necessaria dalle difficoltà che derivano dagli ulteriori tagli che lo stato ha comunicato dopo l’approvazione del bilancio preventivo avvenuta il 22 aprile scorso.

La sindaca Rossana Soffritti dichiara: “Avevamo già previsto che un bilancio ridotto ai minimi termini, se si fossero verificate nuove minori entrate, avrebbe significato il bisogno di intervenire successivamente e, nostro malgrado, dobbiamo farlo”. “Abbiamo operato con un lavoro di ulteriore riduzione della spesa, relative a consumi, servizi, cultura. Oggi però c’é bisogno di prevedere, come succede negli altri comuni, una tassazione anche sugli immobili produttivi”.

“Nessun ritocco sulla casa e sull’addizionale Irpef, ma abbiamo dovuto di introdurre due punti di Tasi sui capannoni e sui fondi produttivi. Una scelta difficile – afferma Soffritti – che volevamo scongiurare e che ci siamo impegnati anche con le categorie a rivedere”.

E sul versante delle azioni, la sindaca specifica: “Abbiamo già avviato una riorganizzazione della struttura, puntualizzando peraltro che il numero dei dipendenti del nostro comune è tra i più bassi, tanto che il rapporto tra numero di dipendenti e numero di abitanti è di 1 a 171, parametro che ha un impatto positivo sui conti”.

“Stiamo lavorando sulla razionalizzazione delle spese relative al patrimonio e anche sul sistema dei servizi – afferma Soffritti – che dovremo ricalibrare sulle necessità dei cittadini per non perdere il livello di sostegno che ci contraddistingue, ma senza appesantire la tassazione che é troppo alta, specie se si considera che al comune rimangono veramente poche risorse, rispetto a quelle che trasferiamo allo Stato”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.7.2015. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

9 Commenti per “CAMPIGLIA: LA TASI AUMENTA ANCORA”

  1. Ciuco nero

    Ma iniziare a tagliare anche i vostri stipendi no e?? Iniziate anche voi politici a capire cosa vuol dire lavorare x 850/900 euro mese.

  2. silvia

    Ma andatevene a quel paese.
    Con oltre 1000 persone in cassa integrazione andate ad aumentare le tasse sul bene esistenziale come la casa????
    Ma non vi vergognate?????
    Mi avete proprio rotto le scatole con la vs inefficienza, malgoverno , mancanza totale di servizi pubblici.
    Facile tassare e nn dare niente in cambio.
    Siete lo specchio del malgoverno del.governo Renzi.
    Non fa nulla ma aumenta le tasse come una meraviglia.
    Vergogna

  3. Ciuco nero

    Tranquilla,la crisi a loro non li sfiora neppure.vivono nel benessere,cene viaggi meeting inutili tanto dietro c’è chi paga. Poi appena non torna un conto no problem “si taglia o si aumenta le tasse”

  4. fabio

    invece d prendersela col governo Renzi tartassano i cittadini e le imprese. Così incoraggiano l’evasione

  5. Ciuco nero

    Si che poi le imprese aumentando i costi o diminuiscono il personale o aumentano i prezzi e alla fine del giro pagano sempre i poveracci….e intanto i politici pd quelli dalla parte dei più deboli viaggiano in macchinone ristoranti pagati e via discorrendo… Chiamali scemi.

  6. silvia

    E me la prendo si col governo renzi.
    Certo e se no con chi????????

  7. silvia

    Nn mi importa se a loro la crisi non tocca.
    Nn ci sono dubbi.basta vederli a giro …
    Non sta qui il problema.
    Siamo tutti pecoroni.
    Nessuno si ribellaaaa

  8. lirio gentili

    Il nostro comune è pieno di iniziative intelligenti.In anni di difficoltà per tutti,aumenta tasi,acqua ecc. Ma perchè paga oltre 300’000euro all’anno per mutuo fiera e chiude il bilancio in attivo? Perchè non fanno nulla,non investono ma quando lo fanno è solo per ritorno di voti e non per tutti i cittadini.Ha ceduto la fiera GRATIS alla società delle farmacie,che strano chiude i bilanci in pari,ma se vuoi un giorno in affitto un capannone costa 1000 euro. Questa è gente che se vendeva l’oro(che qualcuno gli regalava)avrebbero chiuso in perdita,ma gestiscono cose non sue e fanno come vogliono.VOTATELI ANCORA

  9. Ciuco nero

    A livello nazionale questo è il terzo governo al potere e non è stato votato da nessuno. W il pd!!!
    Hanno anche la presunzione di definirsi democratici.!!

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 25 giorni, 18 ore, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it