PIOMBINO, RIUNITA LA CABINA DI REGIA SULL’ACCORDO DI PROGRAMMA

Simoncini - Giuliani - Ferrini

Simoncini – Giuliani – Ferrini

Piombio (LI) – Si è riunita il 10 luglio, su convocazione del sindaco Massimo Giuliani, la cabina di regia per il monitoraggio dell’accordo di programma per l’attuazione del progetto integrato di messa in sicurezza, riconversione industriale e sviluppo economico e produttivo dell’intera area che ospitava i complessi industriali ceduti, dopo la firma dei giorni scorsi, dalla ex Lucchini alla Cevital attraverso la sua controllata Aferpi spa.

Alla riunione hanno partecipato, per la Regione, il responsabile del coordinamento regionale dell’accordo Edo Bernini, il consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini, insieme al Comune di Piombino, alle organizzazioni sindacali e di categoria.

Nel corso dell’incontro la responsabile regionale del settore Simonetta Baldi ha illustrato la call per l’attrazione degli investimenti e il rafforzamento del sistema produttivo nell’area, mentre Livia Marinetto ha illustrato gli incentivi per l’occupazione e il nuovo bando di Lavori di pubblica utilità. E’ stato inoltre ricordato che il presidente Enrico Rossi chiederà al governo di riunire quanto prima il Comitato esecutivo presso il ministero dello sviluppo economico previsto dall’accordo di programma per illustrare anche a livello nazionale i passi avanti fatti nell’attuazione di quanto previsto nell’accordo. Come noto si tratta di un Accordo complesso, che si compone di tre assi portanti (riqualificazione ambientale e produttiva, riconversione e riqualificazione produttive, politiche attive del lavoro) e di otto azioni volt e al risanamento dell’area, alla creazione di condizioni per la ripresa economica, allo sviluppo delle infrastrutture locali e agli interventi sul personale interessato alla crisi industriale. Tempi e modalità degli interventi saranno determinati attraverso un successivo Accordo di programma.

Per il complesso degli interventi previsti in ognuno dei tre assi portanti, ci saranno a disposizione risorse economiche per complessivi 132,2 milioni di euro: 50 sono destinati alla messa in sicurezza ambientale, 30 per favorire la riconversione energetica del ciclo dell’acciaio; 32,2 per incentivare gli investimenti da parte delle imprese e per l’infrastrutturazione dell’area, 20 per agevolare gli investimenti delle imprese per la messa in sicurezza di terreni, fabbricati, attrezzature e macchinari. Aferpi da parte sua si è impegnata ad assumere entro e non oltre il 6 novembre 2016 tutti i 2.183 dipendenti della ex Lucchini, mantenendoli alle proprie dipendenze per almeno due anni.

“Al termine della riunione – spiega Simoncini – ho proposto che si tengano due cabine di regia: una a valle del Comitato esecutivo e, a ottobre, una riunione della cabina di regia con Aferpi. Ho proposto inoltre che, a settembre, si svolga a Piombino l’evento di lancio del Piano di reindustrializzazione”.

_________________________

Focus in Comune sui temi del lavoro, bonifiche, PRRI

Una mattinata intensa dedicata ai problemi del lavoro, alle aziende e al piano industriale Cevital. A seguito della riunione dello scorso 2 luglio a palazzo Appiani, il sindaco Giuliani ha incontrato in prima mattinata i rappresentanti di Aferpi, Farid Tidjani e il direttore generale Adriano Zambon per fare il punto sulla situazione del piano industriale e sulla possibilità da parte delle aziende dell’indotto di poter usufruire di ammortizzatori sociali in base al rapporto di lavoro che si instaurerà con Aferpi. Altro tema in discussione le possibilità di coinvolgimento delle aziende dell’indotto rispetto al Piano industriale. A questo primo incontro hanno partecipato anche il vicesindaco Stefano Ferrini e Gianfranco Simoncini, assessore regionale alle attività produttive nella precedente legislatura e attualmente responsabile di una struttura tecnica regionale sui problemi del lavoro.

A seguire si è svolta la riunione della cosiddetta “Cabina di regia territoriale”, alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni di categoria, delle organizzazioni sindacali, la Regione con Gianfranco Simoncini e il neo eletto consigliere regionale Gianni Anselmi, il sindaco Giuliani , il vicesindaco Stefano Ferrini e l’assessore all’ambiente Marco Chiarei.

Oltre al tema degli ammortizzatori sociali, la riunione è servita per fare il punto sulle bonifiche art. 252 bis e dell’energia elettrica. Su quest’ultimo punto la Regione sta lavorando per la costituzione di forme consortili che consentano l’approvigionamento energetico e la riduzione dei costi per le aziende. Un passaggio importante è stato fatto anche sul PRRI, , ovvero il Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell’area di Piombino, rispetto al quale è stato istituito un apposito Infopoint del Comune di Piombino per avere informazioni sugli strumenti agevolati per le imprese a cui si accede anche dal sito di Invitalia e direttamente dal sito del comune di Piombino www.comune.piombino.li.it. Su questo la Regione prevede comunque l’organizzazione di un evento di maggiore informazione in corrispondenza della presentazione del bando di Invitalia relativo agli incentivi per le medie e grandi imprese che prevede 20 milioni di incentivi.

Da parte dei sindacati e delle associazioni di categoria è stata ribadita la questione della tutela delle imprese e dei lavoratori, soprattutto di coloro che soffrono di maggiori difficoltà di fronte al piano industriale Aferpi.

“E’ stato un ulteriore importante passaggio – commenta il sindaco – di un percorso che continuerà nei prossimi mesi per la gestione e la risoluzione delle diverse problematiche. La cabina di regia infatti si riunirà periodicamente per affrontare tutte le questioni in campo, in particolare quelle legate alle criticità dell’indotto. Si tratta di uno strumento positivo, apprezzato in quanto tale da tutti i partecipanti alla riunione i quali hanno evidenziato la correttezza della metodologia seguita.”

Fonte: Comune Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.7.2015. Registrato sotto Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

4 Commenti per “PIOMBINO, RIUNITA LA CABINA DI REGIA SULL’ACCORDO DI PROGRAMMA”

  1. lino

    ” E si colmino, in tempi ragionevoli, i divari competitivi che ancora permangono nonostante gli sforzi compiuti. A partire dai costi energetici per le nostre industrie e dalla strada 398 per il porto, la cui realizzazione, di primario interesse generale, è per me ormai un punto d’orgoglio.
    Per queste cose, e per le altre che servono, mi si consideri a disposizione.
    A presto, ”
    Sapete chi ha pronunciato queste parole ? Gianni Anselmi, tornato da poco da un viaggio sulla Luna. No a Cala Luna i Sardegna ma dalla Luna vera ,il satellite della Terra.
    Questo signore ha dimenticato cosa ha fato per 10 anni e cosa ha promesso a noi scemi di Piombino. Scemi, perché si deve essere solo che scemi per dare consenso ad uno così. La 398 a sentire lui era già stata appaltata e invece non c’è nemmeno il progetto. Cosa da pazzi. E uno così i piombinesi l’hanno mandato in Regione e ora dice che è a disposizione. E qui da noi si pensa di uscire dalla crisi con gente come questo Anselmi collocato in un ruolo delicato come consigliere regionale, o con la Velo vice ministro o con un’altro alla Nato dopo la laurea in cucina del 400, un certo Manciullo. . Ma per piacere. Preghiamo tutti insieme perché la cassa integrazione diventi a tempo indeterminato altro che nuovo sviluppo, altro che nuova primavera. ” i divari competitivi nonostante gli sforzi ” pensava sicuramente al cesso il compagno Anselmi quando pronunciava questa frase memorabile.

  2. silvia

    A me sembra che si faccia solo tante chiacchere
    Su ogni cosa.
    Finte promesse .firme.riunioni.interviste in tv per abbindolarci.
    Io non credo più alle parole parole.
    Vigilate.fatte le cose.
    Abbassatevi gli stipendi signori politici.
    Perché con le persone in Cig a tempo indeterminato
    Vedrete svuotarvi le casse ..
    Nessuno si rende conto che a breve saremo in una situazione disastrosa.
    Basta parlare..sono arcistufa.
    Fate cose concrete e presto.

  3. Ciuco nero

    Ma che dentro la fabbrica c’è gente che fa gli straordinari con 1000 e passa persone in cig come la vedete??

  4. silvia

    Penso.male.
    Chi.è dentro.si vede.ha una enorme mole di lavoroo.
    Sicuramente si trova a dover svolgere il lavoro anche per i colleghi.in cig.
    Mi auguro che almeno le normative sulla sicurezza vengano rispettate e che ci sia chi.vigila.
    Essendo una nuova azienda devono.essere state nominate tutte le figure previste dal Dlgs 81 del 2008.
    Senza.di.queste la nuova azienda.non è in regola

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 21 giorni, 23 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it