CAMPIGLIA: I RESIDENTI ALLA STAZIONE DIMENTICATI DA TUTTI

immigrazioneCampiglia M.ma (LI) – Gli abitanti della stazione di Campiglia preoccupati per il centro di accoglienza dei migranti, ubicato all’improvviso sul territorio senza che nessuno si sia degnato di informare i residenti, né dal Comune né dalla Prefettura, né dalla cooperativa che gestisce il tutto.Per questo hanno scritto una lettera aperta che pubblichiamo integralmente.

«Per l’intera giornata diverse decine di profughi e migranti stazionano nelle vie intorno alle abitazioni, non sapendo bene cosa fare e come muoversi, senza precise indicazione da parte delle autorità.

Per questo gli abitanti della Stazione hanno chiesto un incontro urgente al sindaco, ma finora dal Comune nessuna risposta certa. Solo l’intervista al Tirreno dell’assessore Ticciati che, senza nemmeno recarsi alla stazione, ha affermato che tutto è sotto controllo.

Noi riteniamo che l’accoglienza sia sicuramente un valore, ma che debba attuarsi in maniera più pianificata e distribuita sul territorio, senza concentrare gruppi numerosi in un unico punto, cosa che sta generando problemi all’interno del gruppo stesso e nel rapporto con la comunità locale.

Tanto meno ciò può avvenire in un luogo come la stazione, già degradato per via della indiscriminata urbanizzazione e punto sensibile per quanto riguarda i collegamenti e il ruolo turistico. Noi chiediamo al sindaco che la questione venga affrontata in modo condiviso, tenendo conto delle esigenze dei migranti ma anche di quelli di noi residenti, famiglie composte da anziani e giovani che conoscono bene la zona della stazione e le sue dinamiche avendoci a lungo vissuto e/o lavorato».

Un gruppo di residenti alla Stazione di Campiglia M.ma

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.5.2015. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 23 giorni, 9 ore, 5 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it