PISA: INAUGURATA LA PISTA PRINCIPALE DELL’AEREOPORTO GALILEI

L'aereoporto di Pisa

L’aereoporto di Pisa

Pisa – Completata nel pieno rispetto dei tempi previsti, la nuova pista dell’aeroporto di Pisa Galileo Galilei è stata inaugurata oggi alla presenza del Presidente di ENAC Vito Riggio, del Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, del Comandante della 46^ Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare Gen. Roberto Boi, dei vertici di SAT S.p.A., la società che gestisce lo scalo pisano e di Corporacion America, che in qualità di azionista di maggioranza ha promosso un progetto di fusione tra SAT e AdF, la società di gestione aeroportuale dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze.

I lavori, realizzati in totale autofinanziamento da SAT S.p.A., hanno riguardato la realizzazione di un nuovo raccordo tra la pista principale (RWY 04R/22L di 2.993 metri) e quella secondaria (RWY 04L/22R di 2.795 metri), la riqualificazione della pavimentazione della pista principale nonché l’adeguamento della portanza delle superfici di sicurezza (Strip e R.E.S.A.). Il piano degli interventi ha anche riguardato l’adeguamento impiantistico e delle luci pista (AVL) che consentono il miglioramento dell’operatività dello scalo in condizioni di bassa visibilità ed il passaggio della categoria operativa della pista principale da CAT I a CAT II.

Il nuovo raccordo, realizzato all’estremità sud delle piste di volo, consentirà un anticipo della corsa al decollo di circa 325 metri rispetto alla configurazione precedente. Questo intervento, combinato alla procedura di contenimento del rumore operativa a partire dall’aprile 2013, produrrà un’ulteriore riduzione dell’impatto acustico sulla città di Pisa, comportando l’arretramento dell’isofona dei 60 decibel entro il tracciato della superstrada FI-PI-LI, anche a fronte dei previsti crescenti volumi di traffico.

Gli interventi sulla pista principale, che hanno preso avvio nel novembre 2014, sono stati completati in meno di cinque mesi nel pieno rispetto dei tempi stabiliti e non hanno avuto alcun impatto sulla continuità operativa dell’aeroporto, garantita dalla pista di volo secondaria.

Paolo Angius, Presidente di SAT ha dichiarato: “Il Galilei rappresenta un esempio virtuoso del ruolo di volano che le infrastrutture aeroportuali possono avere sull’economia del territorio. L’inaugurazione di oggi è una ulteriore conferma della capacità dell’aeroporto di Pisa di incidere sul sistema turistico, economico e di sviluppo dell’area e della visione lungimirante delle componenti istituzionali e manageriali che hanno reso possibile una stagione di crescita che dura da tempo”.

Gina Giani, Amministratore Delegato e Direttore Generale di SAT ha commentato: “Avevamo promesso una nuova e importante opera infrastrutturale. La inauguriamo oggi, orgogliosi di presentare alla città, ai passeggeri, alle compagnie aeree, una pista rinnovata ed infrastrutture di volo tecnologicamente all’avanguardia, realizzate in autofinanziamento e in tempi record. La rinnovata pista principale del Galilei è un nuovo asset che dota l’aeroporto di infrastrutture adeguate alle sue strategie di sviluppo”.

“Abbiamo mantenuto un altro impegno. L’ottimismo della volontà e la buona gestione di SAT pagano. Fare tanto e in tempi così brevi era impensabile solo pochi anni fa, ma noi ci abbiamo creduto”. Così il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi. “La nuova pista e l’uso combinato con la pista secondaria ammodernata danno al nostro aeroporto una grande potenzialità aggiuntiva per garantire la crescita del traffico prevista. Pisa coglie anche l’obiettivo fondamentale della riduzione dell’impatto dei voli, quando per condizioni di vento devono passare sulla città”.
“Ora si deve accelerare su tutti gli investimenti, chiudere l’operazione in corso su via Cariola, mentre si sta realizzando il people mover. Conforta la scelta del consiglio di amministrazione
di SAT sul potenziamento del terminal passeggeri – sottolinea il Sindaco – è un impegno mantenuto e per la città era un banco di prova nel rapporto con la nuova gestione e verso la fusione di SAT e AdF. Pisa ha nuovi progetti per aiutare la crescita, come quello della Cittadella Aeroportuale. Governo e Regione devono garantire che sia fatto l’investimento per la velocizzazione dei collegamenti ferroviari fra Pisa e Firenze. Questa è la scelta strategica assolutamente irrinunciabile. L’insieme fa di Pisa un enorme cantiere d’investimenti e di crescita per la Toscana, garanzia di lavoro e sviluppo, volano per un sistema aeroportuale regionale di dimensione europea”.

Il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha dichiarato: “L’integrazione societaria che la Regione ha voluto favorire rafforza, com’è evidente, il polo aeroportuale toscano esaltando le funzioni dello scalo pisano. Lo dimostra l’importante investimento che oggi viene inaugurato e quelli che seguiranno già previsti dal piano industriale. L’integrazione di AdF in SAT è il segno del valore che viene riconosciuto all’aeroporto pisano nel quadro regionale. La nuova pista rappresenta un’importante tappa del percorso che porterà ad un ulteriore potenziamento dell’aeroporto. Dopo l’eccellente risultato del 2014 (4,7 milioni di passeggeri, +4,6%), grazie ai lavori già completati e agli investimenti previsti, l’obiettivo di una crescita fino a 7 milioni entro il 2028 sarà davvero raggiungibile”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.3.2015. Registrato sotto Foto, Toscana-Italia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 0 ore, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it