NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 25 MARZO 2015

SUVERETO: PARODI INCONTRA PAPA FRANCESCO

Il Sindaco di Suvereto, Giuliano Parodi, mercoledi’ 25 marzo, sara’ ricevuto dal Papa Francesco, insieme ad una delegazione di Sindaci dei “Borghi piu’ Belli di Italia”.

“Sono certo che di questa visita non rimarrà solo un incontro intenso di un giorno” sottolinea il sindaco “il Pontefice con il suo linguaggio moderno, forte ed incisivo interpreta in modo straordinario il ruolo della Chiesa in questo momento di grande difficolta’ sociale e di transizione.. Il messaggio che in questi anni ha portato è universale e rappresenta una grande testimonianza non solo per i credenti ma per tutti i cittadini.”

L’incontro tra il Papa e i piccoli borghi d’Italia e’ un forte segnale che deve servire per rilanciare un discorso sugli assetti istituzionali. “Non lasciatevi rubare la speranza”, queste le parole pronunciate dal Papa nel suo viaggio a Napoli diventano bandiera per la battaglia esercitata quotidianamente dagli amministratori dei piccoli comuni per garantire servizi ed efficienza ai cittadini, contro i tagli delle risorse da parte del Governo centrale.

“Tutelare le fasce piu’ deboli del tessuto sociale, i lavoratori, gli anziani, i giovani, il territorio” conclude Parodi “ e’ la missione che ogni sindaco deve interpretare al meglio attraverso la propria azione di governo, ed in questo, i messaggi di fiducia che il Santo Padre sta diffondendo in Italia e nel mondo attraverso il suo pontificato sono linfa vitale per tutti noi.”

Nota di colore: il Sindaco Parodi sara’ accompagnato nell’udienza dalla moglie Maria Eloisa Rodriguez, argentina, nata nel quartiere San Lorenzo di San Miguel di Tucuman, ricordiamo che il Papa Francesco e’ socio dello storico club calcistico di Buenos Aires, San Lorenzo de Almagro, che che vanta una delle tifoserie più calde e spettacolari al mondo.

Giuliano Parodi
Sindaco di Suvereto

___________________________

 

VAL DI CORNIA: “NOI STOI” GIOVANI ARTISTI AL PASRCO DI BARATTI

Una nuova esperienza di visita ai siti archeologici, che vengono raccontati attraverso i linguaggi delle arti contemporanee: nasce “Nostoi – storie di ritorni e di esodi”, un progetto di cooperazione internazionale tra Italia, Tunisia e Francia, teso a incoraggiare lo scambio tra operatori culturali del bacino del Mediterraneo e il dialogo e la mobilità tra giovani artisti, favorendo la creazione di progetti comuni.

In lingua greca, Nostoi vuol dire “ritorni”: il nome prende spunto dal ciclo epico che racconta il ritorno in patria dei Greci dopo la distruzione di Troia, di cui fa parte l’Odissea e il peregrinaggio di Ulisse verso Itaca. L’iniziativa, un progetto che coniuga scienza e arti performative, si sviluppa in due cantieri di residenza artistica, durante i quali 30 giovani artisti italiani e tunisini, selezionati tra centinaia di candidati, lavoreranno insieme per la prima volta, guidati in Italia dal regista greco Michael Marmarinos e a Cartagine Byrsa dall’artista tunisino Kais Rostom, scenografo, pittore e musicista.

Il cantiere culminerà sabato 28 e domenica 29 marzo al Parco Archeologico di Baratti e Populonia, a Piombino (Li). Nella presentazione ai visitatori, la storia del parco – uno dei monumenti più importanti della civiltà etrusca – dove sorgeva la città di Populonia, nota fin dall’antichità per l’intensa attività metallurgica legata alla produzione del ferro, si svelerà attraverso l’espressione, il movimento e i suoni veicolati dagli artisti, creando un’esperienza narrativa inedita e unica. Secondo il principio ispiratore di questo progetto, il visitatore per entrare davvero in contatto con il sito archeologico, deve mettere in atto un “rito”: saranno quindi le diverse arti performative il mezzo attraverso il quale si potrà conoscere la storia del sito archeologico, trasformando la visita in un dialogo con il luogo.

Un modo nuovo quindi per scoprire il Parco di Baratti attraverso visite sperimentali dove l’arte contemporanea si incontra con l’archeologia. Le visite, con ingresso gratuito, avranno luogo sabato 28 alle ore 11.00 e alle ore 16.00 e domenica 29 alle ore 11.00, 14.00 e 16.00. E’ richiesta la prenotazione. Per informazioni e prenotazioni contattare il numero 0565 226445, tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 14.00, o scrivere entro venerdì 27 marzo ore 12.00 a prenotazioni@parchivaldicornia.it.

L’esperienza artistica proseguirà poi a Cartagine Byrsa, in Tunisia, dove gli stessi 30 artisti lavoreranno con Kais Rostom, con il coordinamento del Teatro Nazionale di Tunisi, diretto da Fadhel Jaibi. Il secondo cantiere artistico culminerà nella due giorni aperta al pubblico, il 16 e 17 maggio (www.nostoi.eu).

Gli artisti selezionati per il progetto “Nostoi – storie di ritorni e di esodi” sono: Costantino Buttita, Francesco Calistri, Gemma Carbone, Matteo Ciucci, Elena De Carolis, Sara Fallani, Alessandra Guttagliere, Sena Lippi, Marco Malevolti, Emanuela Masia, Cristina Pancini, Veronica Rivolta, Matteo Tanganelli, Valeria Meneghelli, Habib Nemri, Mariem Turki, Abir Cherif, Arbia Abbassi, Asma Slaimi, Salma Ben Lagha, Hela Ben Amar, Najla Arous, Rawya Ibrahmi, Amine Makni, Mohamed Ksouri, Hamdi Samaali, Zied Ben Slama, Moez Achouri, Marina Arienzale, Pamela Barberi, Serena Gallorini, Simona Arrighi.

___________________________

PORTO LIVORNO, CECCARELLI: “NUOVO PIANO REGOLATORE DA’ STRUMENTI DI QUALITA’ “

FIRENZE – “Un passaggio storico per porto e città di Livorno. Una bella pagina per le infrastrutture Toscane”, così l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli ha commentato l’approvazione da parte del Consigli regionale del nuovo piano regolatore portuale del Porto di Livorno, un piano che garantirà sviluppo all’infrastruttura e alla città grazie a consistenti investimenti ai quali partecipa anche la Regione con 200 milioni previsti dalla Finanziaria regionale per il porto, oltre a 33 milioni di risorse pubbliche stanziate per la realizzazione dei raccordi ferroviari.

“Abbiamo affrontato la crisi porto dando prospettive – ha spiegato Ceccarelli – dando gli strumenti per un salto di qualità che permetterà lo sviluppo e la riqualificazione del porto, attrezzandolo e rendendolo competitivo per le sfide future. Questo tornerà a vantaggio anche di una parte della città, che verrà a sua volta riqualificata”.

Ricordando le novità previste dal nuovo Piano regolatore portuale, l’assessore sottolinea che “si modifica l’accesso via mare, garantendo più sicurezza per l’ingresso delle grandi navi. Inoltre avremo la nuova Darsena Europa e una migliore infrastrutturazione, oltre al collegamento diretto con la rete ferroviaria nazionale e l’interporto di Guasticce, che sviluppando al meglio la sua vocazione di retroporto, darà il suo contriburo ad ottimizzare la piattaforma logistica toscana. Un sistema efficeinte e funzionale, che renderà molto attrattiva Livorno”.

______________________________

PIOMBINO: FABIO LEONARDI PRESENTA IL SUO NUOVO LIBRO

Piombino -Venerdì 27 marzo 2015 alle ore 17 presso la libreria “La Fenice” in Corso Italia 91 FABIO LEONARDI PRESENTA : “IL GRANDE PARADOSSO DELLA SALUTE” Introduce il dott. Gerry Grassi psicologo-psicoterapeuta.

Fabio Leonardi, Psicologo-Psicoterapeuta, è Direttore Scientifico del T.I.B.- Terapie Innovative Brevi (Psychology Research and Training Center – Strategic Psychotherapy, Hypnosis, Comunication & Problem Solving). Svolge attività clinica presso il Centro di Psicoterapia e Psicodiagnosi dell’Asl di Livorno.

Da oltre 20 anni si occupa di ricerca in ambito psicologico, collaborando con Enti di ricerca in Italia e all’estero. Ha pubblicato oltre 25 lavori scientifici in ambito nazionale e internazionale.

www.terapieinnovativebrevi.it

________________________________

CECINA: GABRIELE PRIGIONI PRESENTA IL SUO NUOVO LIBRO

Cecina – Venerdi’ 27 marzo ore 21,00 presso il centro zen Gyosho incontro con l’autore – Gabriele Prigioni che presenta il suo libro  “Morire a se stessi – l’abbandono del proprio io”.

Questo libro sottolinea, attraverso il confronto letterario e di vita con figure famose come il poeta Fernando Pessoa, Ignazio di Loyola, un frate francescano, il mio percorso alla scoperta di me stesso, giunto, alcuni anni fa all’incontro con la pratica Zen che tuttora mi conduce per mano, mano di un maestro, nella continua discesa verso il mio mondo interiore e costante risalita verso quello esteriore. Conoscermi per conoscere, praticare per vivere, con maggiore consapevolezza, nella società.
E’ GRADITA LA PRENOTAZIONE. Offerta € 5,00
Info: Centro Buddhista Zen Gyosho
Via Ticino 10 int. 2 57023 Cecina (LI)
tel 366 419 7465
www.freezen.it/gyosho
dojogyosho@email.it

_______________________________

SUVERETO, KMZERO 2015 CON LA FILIERA CORTA

In linea con gli obiettivi di governo della giunta, l’assessorato all’agricoltura del comune di Suvereto continua nella promozione della produzione agricola “ a filiera corta” .

In seguito alle 4 date organizzate nell’anno 2014, a consuntivo sono state rilevate reazioni positive da parte sia dei produttori che dei consumatori, ed è stata elaborata una nuova programmazione per il 2015 di concerto con i produttori e con le attività commerciali esistenti , con l’obiettivo di concordare una strategia che mettesse d’accordo le varie categorie.

Vogliamo continuare a valorizzare le peculiarità locali a sostegno delle piccole imprese –afferma l’assessore Jessica Pasquini- che svolgono anche un insostituibile ruolo ambientale in favore del territorio, con la convinzione che l’agricoltura sia punto di forza per un’economia che ritrova nella “Terra” una base di ripartenza verso uno sviluppo sostenibile, per cui anche per il 2015 dedicheremo spazi di commercializzazione alle aziende di Suvereto, e alle altre aziende del territorio che intendano aderire al nostro mercatino Kmzero, ricordando che anche le attività commerciali di Suvereto sono sensibili “

Chiunque volesse aderire può trovare le informazioni e il modulo di adesione sul sito del comune di Suvereto http://www.comune.suvereto.li.it/.

Le date del mercatino 2015 sono: 2 Maggio, 21 Maggio, 7 Giugno, 18 Giugno (adesione entro il 24 Aprile) 5 Luglio, 16 Luglio, 2 Agosto, 20 Agosto, 6 Settembre (adesione entro il 27 Giugno).

_________________________

FOLLONICA: MASTERCLASS CON I GRANDI DELLA MUSICA

Appuntamento lunedì 20 aprile alla scuola “Bonarelli” di Follonica.

I grandi nomi della musica si danno appuntamento a Follonica. Due scuole insieme per una masterclass di alto livello cui possono iscriversi allievi e musicisti per due ore di formazione intensiva e qualificata. Un’occasione da non perdere. Ad organizzare le lezioni sono l’associazione musicale Woodstock e l’Associazione musicale follonichese che hanno contattato Jeff Lorber per il piano, Eric Marienthal per il sax, Jimmy Haslip per il basso e Ash Soan per la batteria. Questi grandi nomi del panorama internazionale saranno a disposizione degli iscritti alla masterclass con tutte le loro competenze.

L’appuntamento con la formazione è lunedì 20 aprile alle 14.30, fino alle 16.30, alla scuola comunale di musica Bonarelli di Follonica, in via Argentarola a Pratoranieri. La preiscrizione è obbligatoria e dovrà essere inviata all’indirizzo e-mail info@scuolamusicaamf.it entro il 13 aprile. Il costo per la partecipazione è di 20 euro. Per informazioni è possibile contattare i numeri 0566-260036 (scuola di musica), 347.7848816 (Andrea Vanni), 338.5953645 (Daniele Nannini).

__________________________

PIOMBINO: CHE FINE HANNO FATTO I QUARTIERI

La lista civica “Un’Altra Piombino” ripercorre la storia delle ultime vicende dei quartieri piombinesi.

«Dopo le elezioni dello scorso anno ci fu un importante dibattito che coinvolse tutte le forze politiche in quanto il PD era in ritardo sui tempi regolamentari per la nomina dei propri consiglieri. La maggioranza allora modificò il regolamento con effetto retroattivo e il PD poté nominarli. Fu un atto di arroganza che si inserisce benissimo nel pensiero del PD espresso chiaramente in varie occasioni da alcuni consiglieri comunali: chi ha vinto le elezioni ha diritto di governare, come se questo in automatico desse diritto a piegare il regolamento alle proprie urgenze. Come se le forze politiche di minoranza non rappresentassero migliaia di cittadini che evidentemente non si sono riconosciuti né nel PD né inevitabilmente in questa maggioranza.

Noi abbiamo deciso di non ricorrere al TAR, pur essendo convinti della bontà della pretesa, perché abbiamo ritenuto che la decisione giudiziaria diventerà definitiva quando ormai non avrà più senso, e cioè a legislatura avanzata se non terminata. Così purtroppo funziona la giustizia in Italia, come sa chiunque abbia avuto la ventura di inoltrarsi in una causa. Ma ora, a un anno dalle elezioni, con i quartieri costituiti probabilmente in modo illegittimo, ma costituiti, perché non vengono utilizzati come strumento di democrazia diretta? Chi ne sa più nulla di questi quartieri che il PD si è voluto arrogare con tanta prepotenza?La nostra lista ritiene che in ultima analisi essi, almeno per come sono oggi, non assolvano a quel ruolo di partecipazione che al contrario sarebbe utile soprattutto in una fase di crisi come quella che investe oggi Piombino.

L’ennesimo paravento di un partito che decide tutto in altre sedi. Un’altra Piombino lavora affinché i luoghi in cui si esercita la democrazia siano davvero partecipati e voce diretta e spontanea di un territorio e delle persone che ci vivono».

Un’Altra Piombino
Marina Riccucci

_________________________

PIOMBINO: LIBRONERO CON MARCO FORMAIONI

In occasione della rassegna “Leggere Piombino 2015”  presentazione di “Libronero materiali di una piccola rivista 1983-1988” a cura di Marco Formaioni (La Bancarella editrice), venerdì 27 marzo presso la Libreria Coop via Gori a Piombino, alle ore 17.

Saranno presenti Marco Formaioni, Giovanni Manetti semiologo, Università di Siena, Enrico Beni editore, Paola Pellegrini Assessore alla Cultura. La presentazione è curata dal Comune di Piombino Assessorato alla Cultura, Biblioteca Civica Falesiana, Librerie Coop, Unicredit.

___________________________

PIOMBINO: NUOVO APPUNTAMENTO CON LE “IDENTITA'” DI QUESTO TERRITORIO

Piombino (LI) – Venerdì 27 febbraio 20115 al Centro Giovani alle ore 15.30 “IDENTITA’: non rottamiamo solidarietà e culture”. Nel terzo incontro gli organizzatori vogliono riflettere, cercare, mettere le coordinate per un percorso laboratoriale che guardi al futuro non solo economico, ma anche sociale, formativo, culturale che coinvolga cittadini, operai, giovani, ex lavoratori.

«Il futuro può aprire nuovi scenari, ridisegnare il tessuto connettivo, sociale e democratico sul quale per generazioni sono stati costruiti, attinti valori, reddito, relazioni. A tale tessuto si sono saldate le lotte per l’emancipazione, la dignità, i diritti sul e nel lavoro e nella società. Bisognerà partire da qui per capire chi siamo e dove andiamo, ridefinire il senso. Il rischio è un ulteriore disorientamento, scoraggiamento soprattutto nelle giovani generazioni per la mancanza di punti di riferimenti capaci di attivare energie e senso critico. C’è da ricostruire un “nuovo patto” tra sistemi produttivi e dei servizi, tra generazioni e generi, tra formazione e culture, tra solidarietà e socialità. In questo quadro abbiamo bisogno di nuovi “codici interpretativi” per leggere la soggettività e la socialità verso la quale andiamo. Questo è il senso che ci guiderà in questo incontro per guardare con occhi liberi alle sfide del nostro futuro che ancora in troppi sottovalutano da questo punto di vista».

Relatori dell’iniziativa sono: Prof. Lamberto Giannini (Pedagogista) “Identità formative”,  Prof. Sarantis Thanopulos (Membro della Società Psicanalitica Italiana) “La solidarietà nelle metamorfosi sociali ed economiche), Dr.ssa Donatella Pagliacci (Responsabile di Zona ASL 6) “Quali strumenti per leggere i cambiamenti sociali”,  Dirigenti Scolastici Piombino “Cambia tutto: e il fare scuola?”, “Tre passi avanti” (Movimento Studentesco) “Cambia tutto: quali rotelle e byte per il futuro”,  Dott. Margherita Di Giorgi (Assessore Sociale e Pubblica Istruzione di Piombino) “Amministrare i cambiamenti con meno risorse”.

_______________________________

ITALIA E GERMANIA UNITE DALL’ARTE DI GAETANO FIORE

Il 19 Febbraio 2015 è stata inaugurata la mostra “Stimmen in Farbe – Voci nel colore”, visitabile fino al 19 Aprile 2015, del pittore Gaetano Fiore in Germania, al Museum am Dom di Würzburg. Si ispira alla lettura ponderata e metabolizzata dell’opera poetica giovanile “Das Stundenbuch” di R. M. Rilke.

Gaetano Fiore è docente di Progettazione multimediale presso l’ISIS Zenale e Butinone di Treviglio (BG) dove vive con la moglie Elisabetta Vitiello ed i figli. Originario di San Giorgio a Cremano (NA), ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Napoli e si è laureato in Scenografia con la tesi “Trommeln in der Nacht von Bertolt Brecht”. Dal 1979 ha curato le scenografie di alcune rappresentazioni del gruppo teatrale d’avanguardia Libera Scena Ensemble, diretto da Gennaro Vitiello. Tale esperienza è stata di cruciale importanza per la sua formazione ed ha impresso una traccia inconfondibile in tutta la sua produzione artistica futura. È del 1987 la sua prima mostra personale a Parigi, poi a Genova, Napoli, Salerno. Gastkurator (curatore ospite) della mostra Stimmen in farbe in Germania è il Prof. Andrea Petrai, docente di lingua e civiltà tedesca all’Istituto Statale d’Istruzione Secondaria di Follonica (Gr). Di origini piombinesi, Andrea Petrai si è laureato nel 1990 in Lingue e letterature straniere moderne (indirizzo europeo) all’Università di Pisa dopo aver frequentato con borsa di studio l’ultimo anno accademico alla Humboldt Universität di Berlino. Da allora numerosi sono stati i suoi soggiorni in Austria, Svizzera, Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Germania. È nel 1997 il suo incontro con Gaetano Fiore con il quale, da subito, condivide riflessioni estetiche su pittura e letteratura. Di Fiore ha presentato le mostre “Pittura in ascolto – attesa del colore” a San Vincenzo nel 2010 e “La luce del suono” a Lecco nel 2012. Per riprendere le parole di Andrea Petrai: ”Letteratura e pittura sono arti forse separate nella loro percezione fenomenica, eppur bellamente riunite nel momento cruciale della loro intuizione creativa ove la parola scritta o proferita va a ricucirsi con la tonalità cromatica che ad essa corrisponde, scardinando definitivamente gli angusti perimetri che ne paralizzano il valore espressivo ed innalzandosi quindi nella verticalità di una preghiera, in una mistica insita nelle cose e nella scintilla divina che da esse promana”.

L’inaugurazione della mostra il 19/02/2015 è stata un autentico successo e nel segno della spiritualità assoluta di un’arte totale (poesia, colore e suono). Un momento davvero magico e potenziato dal partecipato interesse e dalla sincera disponibilità all’ascolto dei numerosi intervenuti. La cultura italiana è la benvenuta nel mondo come motore di sviluppo. Grazie! E’ ciò di cui abbiamo bisogno. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.gaetano-fiore.it/

Laura P.

____________________

SUVERETO: POSTE ITALIANE DIA UNA RISPOSTA AI DISAGI

Da circa 1 mese, da quando la postina di Suvereto è agli infortuni in seguito ad un piccolo incedente in cui e’ stata coinvolta, le Poste hanno difficoltà a fare le consegne a Suvereto. Viene mandato un ragazzo, circa un paio di volte a settimana, con orario limitato, a distrubuire la posta solo in determinate localita’. Essendo munito di auto, ha difficoltà a fare consegne puntuali per le vie all’interno del centro storico e la consegna nelle campagne, dato il vasto territorio del nostro Comune, senza un adeguta conoscenza di localita’ e luoghi e’ praticamente impossibile. Tutto questo sta creando notevoli disagi ai cittadini che sono costretti ad andare all’ufficio postale di Venturina a ritirare la corrispondenza.

«Con tutti problemi che questo disguido sta arrecando, bollette scadute, ecc… e’ inaudito che i cittadini ormai da giorni facciano la fila all’ufficio postale di Suvereto, che li manda a Venturina, e Venturina di fronte ai reclami, li spedisce a Piombino. Per porre rimedio a questa situazione, l’amministrazione ha gia’ inoltrato un reclamo scritto alle poste. Non è possibile protrarre ulteriormente questo disagio per i cittadini” interviene il sindaco Giuliano Parodi “per cui chiedo alla Direzione delle Poste, che venga trovata rapidamente una soluzione per ripristinare il regolare servizio fino al rientro del dipendente titolare dell’incarico».

Il Sindaco di Suvereto, pur non avendo il proprio comune nella lista nera, si affianca ai sindaci interessati nella battaglia contro la chiusura degli uffici postali nei piccoli centri, per il piano di razionalizzazione degli uffici postali avviato da Poste, che prevede la chiusura di 455 uffici periferici e la riduzione dell’orario di apertura per altri 610, che in molti casi resteranno aperti soltanto tre giorni a settimana invece di sei.

«Poste Italiane non può fare spending review sulle spalle dei piccoli centri, determinando disservizi e disagi soprattutto alla popolazione anziana e a quella priva di strumenti tecnologici” conclude il sindaco Parodi “le chiusure devono tenere conto della dislocazione degli uffici, con particolare riguardo alle aree rurali e montane, e anche delle conseguenze che la presenza ha sull’utilità sociale».

 Giuliano Parodi

Sindaco

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.3.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 26 giorni, 9 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it