LIBERA: IN 140 DALLA VAL DI CORNIA A BOLOGNA PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

il logo dell'associazione "Libera"

il logo dell’associazione “Libera”

Dalla Val di Cornia e da Castagneto Carducci in 140, tra studenti, insegnanti e cittadini, a Bologna alla Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delel mafie, organizzata da Libera. Il Comune di Castagneto Carducci aderisce e partecipa con il Gonfalone e l’assessore Mottola, parteciperà anche l’assessore del Comune di Cecona Giovanni Salvini.

Saranno circa 140 tra studenti, insegnanti e cittadini della Val di Cornia e di Castagneto Carducci a partecipare sabato 21 marzo, a Bologna, alla manifestazione per la Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno per le Vittime innocenti delle mafie, promossa da Libera.
I pullmann, organizzati dal Presidio di Libera “Rossella Casini” di Castagneto C/San Vincenzo, porteranno a Bologna 2 classi della scuole medie di Donoratico, accompagnate da tre insegnanti e dal Dirigente Scolastico, prof. Martinolli, due classi dell’ISIS “Carducci Volta pacinotti” di Piombino.

Alla Giornata ha aderito anche l’Amministrazione Comunale di Castagneto Carducci, che ha deliberato di far sfilare a Bologna il proprio Gonfalone, accompagnato dall’assessore Katia Mottola in rappresentanza del Sindaco. Questa scelta nasce, scrive la Giunta nel poprio decreto di adesione, “delle adesioni al progetto “Educazione ai Diritti Umani”, che vede la collaborazione congiunta delle Associazioni di Volontariato presenti sul territorio: ANPI, IAIA, Presidio di LIBERA Rossella Casini e Comitato soci Coop espresse dai referenti delle diverse classi dell’Istituto Comprensivo G. Borsi. Nel corso dei vari incontri svoltisi dall’inizio dell’anno scolastico è emersa infatti – si legge nel decreto del Comune –  fortemente la volontà di partecipazione da parte degli alunni e delle associazioni alla giornata nazionale della memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie che quest’anno si terrà a Bologna il 21 marzo”.

Anche Giovanni Salvini, assessore alla “Qualità della vita” del Comune di Cecina, ha comunicato la sua adesione e arriverà a Bologna con il pullman di Libera in partenza da Donoratico.
Il Presidio di Libera sfilerà per Bologna con uno striscione dedicato a Vincenzo Li Muli, agente di Polizia componente della scorta del Giudice Paolo Borsellino, una delle vittime della strage di mafia del 19 luglio 1992 a Palermo in via d’Amelio, dove oltre al giudice morirono anche 5 agenti della scorta.

Vista la disponibilità di alcuni posti sui 3 pullman, il Presidio ricorda i luoghi e gli orari di partenza:
da  Piombino, ore 05,00 da Largo Leonardo da Vinci (terminal Tiemme);
da San Vincenzo, ore 05,30, davante all’Ufficio Postale, via Biserno;
da Donoratico, ore 5,45, davanti alle scuole medie, Piazzale Europa.
Rientro previsto per le ore 19,00

Costo 20 euro. Si consiglia il pranzo al sacco. PRENOTAZIONI: 3332526023

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.3.2015. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 14 giorni, 22 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it